Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile
Richiesto da 0 clienti

Progalin Polvere

Galattosio purissimo al 100% in polvere

Progalin Polvere

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 49,01
    Spese di spedizione gratuite!
  • Tipo: Prodotto
  • Confezione: 250 g

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Le sostanze nutritive necessarie ai nostri organi vengono ivi veicolate per via ematica. Si tratta del glucosio, degli aminoacidi e degli acidi grassi dei grassi ematici ( lipoprotene). Solamente il cervello ed i globuli rossi  si nutrono esclusivamente di glucosio.  

L'assunzione del glucosio da parte delle cellule cerebrali è un processo complesso. Necessita innanzitutto di insulina e poi di una "antenna" per l'insulina – il recettore per l'insulina- e , in terzo luogo, di un trasportatore del glucosio che trasporta il glucosio all'interno della cellula.

Il cervello necessita quotidianamente di ca. 150 gr di glucosio.

La quantità totale di glucosio libero nel sangue è però di soli 5 gr. Quindi la concentrazione del glucosio nel sangue deve venire mantenuta attraverso l'alimentazione. Qualora si verifichi un insufficiente apporto di glucosio al sistema nervoso centrale ed in particolare al cervello  compare "fame" ; allora interviene il fegato e produce glucosio dagli aminoacidi delle proteine. Questa prestazione salvavita , la gluconeogenesi , può essere eseguita solo  da un fegato sano.

Spesso l'approviggionamento di glucosio delle cellule nervose è insufficiente in determinate situazioni di stress. Secondo le più recenti conoscenze molto spesso è danneggiata la "antenna" per l'insulina , cioè il ricettore dell'insulina. Si ha una riduzione del trasporto di glucosio alle cellule cerebrali. Il cervello soffre la fame.
Numerose patologie riguardano  le cellule del sistema nervoso centrale , ad esempio la sindrome del burn-out, la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) , diverse forme di demenza e soprattutto la malattia di Alzheimer e il morbo di Parkinson.

Proprio nella malattia di Alzheimer è stato dimostrata una netta riduzione dell'apporto di glucosio al cervello. L'inizio di questa malattia è contrassegnato dalla comparsa di disturbi metabolici. Come manifestazione secondaria si verifica la formazione di depositi ( β-amiloide, placche) all'esterno e all'interno delle cellule.

Ciò comporta un danneggiamento della struttura cellulare interna tramite il danneggiamento di componenti strutturali intracellulari, fino alla distruzione della cellula. Compaiono  disturbi progressivi della memoria e infine perdita dei rapporti sociali con grave sofferenza per l'ambiente familiare.

L'obbiettivo di una prevenzione o riduzione delle manifestazioni della demenza, in particolare di fronte ai sintomi della malattia di Alzheimer,  consiste quindi primariamente nell'ovviare allo stato di fame ossia di carenza di glucosio.

A tutt'oggi non siamo in grado di eliminare il difetto a carico dei ricettori insulinici. Ma la natura ha lasciato aperta una porta di servizio.

Lo zucchero fratello del glucosio, il galattosio, diversamente dal glucosio può entrare all'interno della cellula indipendentemente dall'insulina  - solo in funzione del gradiente di concentrazione.

Una volta entrato nella cellula il galattosio viene rapidamente trasformato in glucosio. In tal modo la condizione di fame o di mancanza di glucosio viene efficacemente risolta.

Col migliorare del metabolismo glucidico nel senso più ampio migliorano anche le funzioni cerebrali alterate.

Perché galattosio e non lattosio , che è molto più economico e che è costituito per metà da galattosioSolo con una quantità sufficiente di galattosio nel sangue si crea il gradiente di concentrazione necessario.

La scomposizione del lattosio in glucosio e galattosio si verifica nell'intestino tenue. Purtroppo l'enzima responsabile di questo processo (lattasi ) non è sufficientemente attivo per poter fornire una quantità di galattosio sufficiente. Un ulteriore svantaggio significativo è il fatto che ca. il 10% della popolazione europea occidentale e il 25% della popolazione mondiale soffrono di intolleranza del lattosio.

I prodotti derivati dal latte a queste persone causano sintomi morbosi pesanti ( dolori addominali , vertigini, diarrea), ma ciò non avviene per il galattosio (!). Pertanto la soluzione più efficace per le carenze di glucosio del sistema nervoso centrale consiste proprio nella prevenzione con il galattosio.

Burn-out, deficit di attenzione, depressioni, forme di demenza, Alzheimer, Parkinson , supporto della funzionalità epatica , miglioramento della funzione muscolare per gli sport di resistenza.

Effetti collaterali : nessuno

Controindicazioni :

  • Gravidanza , a causa di possibile galattosemia ereditaria del feto
  • Galattosemia ereditaria ( viene diagnosticata già nel lattante ).
  • L'intolleranza ai latticini non costituisce una controindicazione, essendo in questa patologia i sintomi morbosi dovuti al lattosio e non già al galattosio.

Raccomandazioni per la posologia da parte di Progal GmbH : per scopi preventivi : ingerire  tre volte al giorno un cucchiaio raso da tè sciolto in una sostanza liquida ( corrisponde a 3x3=9 gr).

Raccomandazioni per la posologia da parte di Progal GmbH : per il trattamento acuto : ingerire tre volte al giorno un cucchiaio raso da tavola ( corrisponde a 3x6=18 gr) sciolto in un liquido.

La dose può essere aumentata a piacere . Un effetto positivo si dovrebbe manifestare dopo 3-4 settimane (talvolta anche prima).

In caso di effetto positivo si consiglia di continuare la assunzione di galattosio.

 

QUESTO PRODOTTO SI TROVA IN:

AUTORI ED EDITORI

TOP 50 PRODOTTI

Opzioni aggiuntive