Anteprima del libro "Grafologia e Relazioni" di A. Cattaneo e B. Valenta
Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Anteprima del libro "Grafologia e Relazioni" di A. Cattaneo e B. Valenta

Io e l’altro nella scrittura

Grafologia e Relazioni

Quanti di noi desiderano conoscersi meglio, stare bene nella propria pelle e allo stesso tempo migliorare la qualità delle proprie relazioni affettive? Il nostro modo di metterci in relazione dipende principalmente da quanto siamo consapevoli di noi stessi. Spesso agiamo con gli altri sul riflesso dell’immagine che gli altri hanno o si aspettano da noi, oppure seguendo condizionamenti ricevuti nel corso della nostra storia. Ma chi siamo veramente? Come è possibile migliorare le nostre relazioni, prendere consapevolezza delle affinità, dei punti di incontro e di somiglianza, delle differenze e delle criticità? È possibile trovare delle risposte a queste delicate domande solo intraprendendo un percorso di autoconoscenza e di scoperta interiore e profonda di noi stessi. Questo non vuole dire solamente indagare i lati in ombra della nostra personalità, ma scoprire con piacere anche i punti di forza e le risorse, per stare bene con noi stessi e poterci integrare armoniosamente con gli altri.

Il rapporto equilibrato tra due o più persone è un legame in cui interagiscono, dinamicamente e reciprocamente, elementi differenti e unici. Non si tratta di operare una semplice somma di due individui con le proprie personalità, ma di imparare ad armonizzare e integrare delle realtà intime e articolate, senza prevaricazione alcuna, con senso di rispetto, accoglienza e accettazione. Non è profìcuo pensare di voler cambiare se stessi tradendo così la propria indole, oppure tentare di cambiare gii altri; è positivo, piuttosto, conoscere la natura di una persona, metterne in luce i punti di forza e quelli di debolezza cercando di armonizzare tutti gli aspetti. L’attrazione tra persone si basa principalmente su somiglianza, differenza o complementarietà; conoscere se stessi non può che essere il primo passo per prendere consapevolezza dei motivi che stanno alla base dei diversi, personali modi di essere, e per comprendere meglio i meccanismi di attrazione o di evitamento. Conoscere noi stessi e gli altri negli aspetti meno appariscenti ci aiuterà a vivere i rapporti in maniera profonda e consapevole.

Aprire la Porta sul Proprio Io

Questa breve guida offre l’opportunità di aprire la porta sul proprio Io e fare amicizia con se stessi; attraverso una breve panoramica sulla grafologia sarà possibile seguire un percorso di autoconoscenza e, di riflesso, comprendere meglio chi ci sta accanto, migliorando la qualità dei rapporti. Incontrare se stessi scoprendo la propria unicità per abbracciare gli altri, senza pregiudizi.

L’amore e l’amicizia sono, da sempre, sentimenti importanti nella realtà dell’uomo, e oggetto di continue riflessioni da molteplici punti di vista. Se è vero che essi rimangono comunque misteri mai sviscerabili fino in fondo, tuttavia è possibile operare delle riflessioni psicologiche e umane importanti. Amore e amicizia sono due “A” ricche di grande significato, legate entrambe alla dimensione umana più sensibile, sono tra i legami più complessi che uniscono due o più persone, a loro volta collegate da affinità, discordanze, complementarietà. Le caratteristiche dei buoni rapporti sia di amore sia di amicizia sono state oggetto della nostra riflessione con amici e conoscenti in diverse occasioni. Abbiamo riassunto le risposte che sono stati attribuiti alla domanda: “Quale significato hanno, per te, amore e amicizia?”. Le due grandi “A” assumono per ogni persona un particolare significato, derivante dall’esperienza personale di vita. Di seguito abbiamo riportato i diversi pensieri, che ci auguriamo possano essere motivo di riflessione.

La Fedeltà

La fedeltà viene ritenuta fondamentale poiché è considerata la base di rapporti durevoli, lineari e continui, centrati sul rispetto e sulla fiducia. Si tratta di un bisogno umano primario che richiede investimento affettivo ed emotivo non indifferente; è tuttavia importante non estremizzare questo significato scadendo nell’invadenza e nella morbosità, poiché il rapporto con l’altro necessità delle dovute pause di respiro e del rispetto dei singoli spazi.

Dai diversi confronti sul significato di amore e amicizia è emerso il bisogno di sostegno e di aiuto reciproco, che favorisce unione e alleanza psicologica, promuove il senso di protezione nell’altro; sapere di poter contare su qualcuno diventa un punto di rinforzo e di rassicurazione reciproca.

Stare in relazione con qualcuno significa, inoltre, interagire con l’altro; fare e stare insieme condividendo esperienze e attività crea una speciale intimità e un rapporto emotivamente ricco di significato. Nell’amore come nell’amicizia le esperienze condivise divengono un ricco bagaglio di ricordi che lega le persone: quante volte, ripensando ad alcuni eventi condivisi con cari amici, con una vecchia fiamma o con la nostra famiglia, scende una lacrima oppure si dipinge un gaio sorriso sul nostro volto?

Lo Spirito di Sacrifìcio

Lo spirito di sacrifìcio è un altro elemento significativo, inteso come la capacità di fare rinunce e sforzi per l’altro, dimenticando in parte se stessi e le proprie esigenze.

In amore, come in amicizia, molte persone tendono a non essere realiste, mescolando o sostituendo la persona con il proprio ideale di amante o di amico. Per questo la predisposizione all’accettazione è fondamentale: essa permette di accogliere l’altra persona per come è, senza bisogno di cambiarla o idealizzarla, accogliendone con affetto e stima pregi e difetti. Questo significa non vivere l’altro in funzione di sé, con un atteggiamento narcisista in base al proprio bisogno.

In ogni rapporto  esiste uno scambio di affettività: l’interscambio e la comunicazione degli affetti e stati d’animo arricchiscono il rapporto, permettendo maggiore intimità e creando fiducia.

L’Intimità

L’intimità è un altro fattore evidenziato come importante nei rapporti: permette di essere sinceri, spontanei, favorisce il dialogo aperto, la confidenza, il confronto e la crescita.

Per molte persone amore e amicizia devono essere contraddistinte dalla libertà: la persona amata o l’amico devono essere liberi di pensare e agire in maniera autonoma, senza condizionamenti, rispettando la propria natura e il proprio stato interiore. Ogni persona ha il diritto di scegliere e di sbagliare se necessario, imporre agli altri il proprio punto di vista o pretendere che si comporti come noi vogliamo è segno di egoismo.

Amici e amanti possono essere uniti anche da complicità e intesa reciproca: le idee di fondo sono le stesse, senza avere bisogno di dirsi troppo ci si capisce al volo poiché i punti di contatto sono naturali.

Rispetto e Parità

Rispetto e parità sono elementi da sempre basilari in ogni rapporto, che dovrebbe essere equilibrato e bilanciato, senza prevaricazione, senza sensi di superiorità o inferiorità che lo danneggerebbero.

Un altro aspetto emerso come significativo è il bisogno di reciprocità: in amore come in amicizia non ci dovrebbero essere sbilanciamenti tra dare e ricevere, ma un fluido oscillare tra questi due poli.

In diversi confronti le esperienze di amore e amicizia sono stati legati al disinteresse: ogni relazione con un secondo fine o con dei tornaconti personali è destinata a fallire.

Non ultimo risulta il fattore di attrazione, sia essa fisica, psichica o mentale, sempre necessaria per mantenere vivi i rapporti. L’attrazione va mantenuta viva attraverso l’impegno di ogni singola persona a non diventare schiavi della routine, bensì impegnandosi a ricercare stimoli positivi al rapporto, piccole novità.

L’Empatia

L’empatia è un altro elemento emerso come particolarmente significativo: mettersi nei panni degli altri e capire cosa essi stanno sentendo e provando favorisce il senso di comprensione.

La capacità di integrazione e apertura agli altri diviene stimolo di crescita e interazione, di dinamicità tra le persone coinvolte, bilancia e completa l’esigenza di intimità.

La Comunicazione Sincera e Spontanea

La comunicazione sincera e spontanea è, infine, ciò che noi autori desideriamo aggiungere alle importanti riflessioni che sono state oggetto di questo breve capitolo. Aprire il proprio cuore e la mente, essere se stessi con genuina autenticità, con naturalezza e libertà interiore, sciolti da freni o inibizioni, dai lacci che le difese dell’Io talvolta creano, permette di volare lontano, insieme mano nella mano.

Andrea Cattaneo e Brunilde Valenta

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

 

Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
IN QUESTA SEZIONE:
Articolo consigliato:

Grafologia e Relazioni

Io e l’altro nella scrittura

Grafologia e Relazioni

Andrea Cattaneo, Brunilde Valenta

Chi siamo veramente? Come è possibile migliorare le nostre relazioni, prendere consapevolezza delle affinità, dei punti di incontro e di... continua