Anteprima del libro "Il Corpo di Luce" di Reindjen Anselmi
Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Anteprima del libro "Il Corpo di Luce" di Reindjen Anselmi

Il processo di trasmutazione globale - Con istruzioni pratiche

1987-2012: Gli anni della trasmutazione New Age

"I Blocchi di Atlantide

Nel lavoro di trasmutazione il nostro contributo personale consiste, come abbiamo visto, prima di tutto nello sciogliere i vecchi blocchi. Le persone che attraversano questo processo saranno felici se troveranno comprensione nell’ambiente che li circonda e nelle persone che le aiutano. E fa bene avere vicino amici e aiutanti che sanno da dove provengono alcuni dei blocchi più profondi, più recidivi e ampiamente diffusi.

Vorrei ora spiegare come mai i blocchi che abbiamo sviluppato nell’antico Egitto, in Atlantide e in epoche ancora più remote, hanno particolare importanza nel nostro tempo.

I blocchi che risalgono ad Atlantide trattengono un terzo (1/3) dell’energia della coscienza della quale necessitiamo nella Nuova Era. Dobbiamo liberare quest’energia per poterne fare uso e, in seguito, potremo integrare le nostre energie ani-miche dal Centro Galattico. Gli schemi energetici atlantidei sono bloccati nella griglia magnetica atlantidea. Dobbiamo sbloccarli e poi integrarli individualmente, e in seguito vengono anche integrati nella nuova griglia magnetica planetaria. Quando ciò accade vengono attirate magneticamente, quasi contemporaneamente, le nostre energie superiori del Centro Galattico.

Atlantide

Il nome Atlantide non designa soltanto quel regno insulare inabissatosi tra l’America, l’Europa e l’Africa, ma sta ad indicare un’epoca storica dell’intero pianeta, un gradino evolutivo dell’umanità che si verificò contemporaneamente su tutti i continenti. Una datazione in base ai nostri concetti di tempo è cosa ardua. I maestri spirituali pronunciatisi in merito forniscono indicazioni tra loro diverse, forse perché esistono evidentemente punti di vista diversi. In ogni caso la maggior parte pone la fine dell’era atlantica tra i 10.000 e i 12.000 anni a.C.

Senza essere troppo azzardati si può supporre che l’epoca atlantica, sia durata più di 100.000 anni. Per fortuna non sono le date precise ad essere importanti per i nostri fini perché dobbiamo soltanto sciogliere i blocchi che non hanno tempi definiti. A questo proposito aiuta naturalmente tener presente gli eventi più importanti.

Atlantide può essere suddivisa in un’epoca alta, media e tarda. Nell’epoca alta avvenne un cambiamento della griglia magnetica planetaria che comportò gravi conseguenze. Nell’epoca successiva non passava anno senza che si verificassero terribili terremoti, e gli atlantidei dovettero convivere con frequenti cataclismi.

Anche il corpo umano si trasformò parecchio. L’uomo dell’epoca alta aveva un altro scheletro, altri capelli e altri organi sensori, meno sviluppati.

L'Epoca di Atlantide

Atlantide rappresentò un’epoca di superlativi, sia sul piano della nostra evoluzione individuale, come del pianeta. Atlantide fu un’epoca di grandi insegnamenti e ricche esperienze. Oggi non v’è facoltà umana (a parte forse le odierne conoscenze tecniche specifiche che partono da altri assiomi) che non sia stata da noi acquisita ed esercitata già allora. E sotto certi aspetti, molte cose che nella nostra epoca si ripresentano di nuovo, come passi conoscitivi, hanno avuto le basi in Atlantide. Atlantide è per noi in ogni senso un trampolino di lancio verso la Nuova Era.

In Atlantide vi furono tempi di pace, tempi di guerra, tempi costruttivi, tempi aurei e tempi di distruzione e decadenza.

Lo sviluppo dei cinque sensi

Fu in particolare nell’epoca atlantidea media che abbiamo sviluppato assai i nostri cinque sensi - raggiungendo la chiaroudienza, la chiaroveggenza e, in genere, le percezioni sensoriali superiori. Sviluppammo forze guaritrici e metodi di guarigione di ampia efficacia, imparammo a lavorare con la forza del pensiero e con le vibrazioni dei colori, suoni e aromi, conoscevamo le forze dei cristalli. Avevamo grandi nozioni di elettromagnetismo. Nell’epoca atlantidea media e tarda disponevamo di grossi centri di guarigione e insegnamento spirituale, erano potenti e grossi templi in cui avvenivano importanti cerimonie.

L’apice venne raggiunto nell’epoca atlantidea media. Tuttavia non si deve pensare che tutti gli atlantidei disponessero di queste grosse facoltà. Era un’élite potente che faceva uso di queste facoltà con il senso di responsabilità di cui allora disponeva.

Gli atlantidei più progrediti erano anime già evolute. Accanto ad esse c’erano anche anime più giovani che avevano compiti d’apprendimento diversi che non il servizio all’umanità in centri spirituali di guarigione e insegnamento. La sapienza coltivata in questi centri non veniva trasmessa al popolo, così che c’erano anche allora differenti ceti sociali."

Reindjen Anselmi

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

 

Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
IN QUESTA SEZIONE:
Articolo consigliato:

Il Corpo di Luce

Il processo di trasmutazione globale - Con istruzioni pratiche

-15%
Il Corpo di Luce

Reindjen Anselmi

Nel presente scritto, l'autrice offre un quadro degli sfondi e delle ripercussioni più significative su tutti gli esseri viventi e sulla struttura... continua