Guida Completa alla Vita Sciamanica - Estratto
Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Guida Completa alla Vita Sciamanica - Anteprima del libro di Sandra Ingerman

Il lavoro cerimoniale e i portali di accesso ai reami nascosti

Il lavoro cerimoniale e i portali di accesso ai reami nascosti

Allestire cerimonie rappresenta un fattore importante nell’esistenza delle comunità sciamaniche. Per la gente che vive in comunità le cerimonie sono un modo per dare sostegno a ciascun individuo e alla collettività. È un metodo che noi esseri umani usiamo per connetterci al mondo spirituale e per stabilire un rapporto e un’interazione tra il regno visibile e quello invisibile. Spesso i popoli delle culture occidentali temono di celebrare delle cerimonie poiché non ci viene insegnato il potere, né il come e il perché esse sono create. Le cerimonie per noi rimangono avvolte nel mistero e spesso abbiamo paura di ciò che non comprendiamo. Per alcune persone il cerimoniale si avvicina troppo alla religione e potrebbero rifiutare di intraprendere quel tipo di lavoro, che per loro non riveste alcun significato.

Detto questo, le cerimonie hanno fatto parte delle culture sciamaniche fin dalla notte dei tempi. Sono state concepite come un potente agente di cambiamento e come un modo per aggregare le comunità. Allestendo un cerimoniale si mette in moto un intento. Questo spalanca un portale nei regni dell’invisibile in cui il “come dentro” incontra il “come fuori”, creando un’energia di risonanza che porta al cambiamento. Il cerimoniale stabilisce un rapporto tra gli esseri umani e le forze creative dell’universo in cui l’intento porta a un’azione che si manifesta sotto forma di cambiamento nel mondo fisico. Attraverso una cerimonia lo sciamano divina informazioni e provvede alla guarigione delle persone che ne hanno bisogno. Il cerimoniale è anche usato per onorare importanti riti di passaggio e momenti di transizione della vita, per attirare un risultato auspicato e per attuare il rila­scio di energie e stati di coscienza che non servono più a singoli individui e alla comunità in generale.

Leggendo Guida completa alla vita sciamanica imparerete a fare divinazioni e cerimonie di guarigione per uso personale. Imparerete a creare cerimonie in cui non seguirete regole e istruzioni, concentrandovi piuttosto sull'attribuzione di un significato rilevante per voi. Esplorerete anche come arricchire la vostra vita spirituale vivendo ogni giornata alla stregua di un cerimoniale. In tal modo intesserete la sacralità nella realtà ordinaria. Talvolta le persone si impegnano nelle pratiche spirituali poiché credono che farlo le proteggerà dalle prove della vita; ma vi prego di ricordare che la vita vi mette a confronto con determinate situazioni per aiutarvi a crescere e a evolvere. Né le cerimonie né gli spiriti aiutanti vi proteggeranno dalle vostre sfide esistenziali. Le pratiche spirituali vi danno gli strumenti per affrontare ciò che la vita vi impone. Le sfide cominciano a erodere il vostro ego e la vostra mente, e il vostro corpo si stanca. Questo consente al vostro spirito di risplendere, illuminandovi il cammino. Il vostro spirito interiore ha il potere di farvi superare gli ostacoli. La chiave consiste nel rafforzamento della vostra connessione col vostro spirito interiore.

Il lavoro sciamanico vi allontana dall'agire in base alla piccola volontà. Questa è la volontà egoica con la quale cercate di forzare il movimento nella vostra vita. La resa vi fa accogliere la grande VOLONTÀ. Essa corrisponde al vostro spirito interiore, il sé divino. Una volta arresi alla VOLONTÀ, inizierete a condurre un’esistenza sorretta dallo spirito. Questo vi porta a fare esperienza del vostro sciamano interiore, poiché non si può agire motivati dalla paura e nel contempo vivere secondo una prospettiva spirituale.

Una parte del lavoro spirituale che dovete fare include il saper vivere dal cuore e l’essere guidati nel vostro percorso di vita dal cuore e dal vostro occhio potente, che vi fa accedere al vostro intuito. Non potete restare assopiti durante le sfide che la vita vi impone. E non potete tener duro con la sola forza del corpo e della mente. La forza del vostro spirito vi darà lo slancio necessario a superarle.

Molti di noi si chiedono se la nostra vita diventerà più facile. Dipende da ciò che scegliete: seguire il rivolo dell’ego o propendere per lo spirito. Dovete sviluppare una forte connessione con la luce divina, la sorgente e lo spirito interiore che sono in voi. Una volta fatto questo, sarete in grado di arrendervi alla forza del vostro spirito. Vi sentirete come se foste realmente trasportati dallo spirito nella vita. Vi sentirete più aggraziati mentre navigate il fiume dell’esistenza. Più imparerete ad avere fiducia nel vostro spirito e nella vostra guida interiore, oltre che nel sostegno dei vostri spiriti aiutanti, più recupererete potere nella vostra vita quotidiana e attuerete una trasformazione interiore che il mondo esterno vi rispecchierà.

Un principio focale degli insegnamenti spirituali è che il nostro mondo esterno è il riflesso del nostro stato di coscienza interiore. L’insegnamento esoterico “come in alto, così in basso” si inserisce anche nella sapienza sciamanica. Cambiare il vostro scenario interiore attraverso il cerimoniale vi trasforma, e il vostro mondo esteriore vi rimanderà il riflesso di quei cambiamenti. Proverete un senso di empowerment nella vita quotidiana. Comincerete a essere guidati dallo spirito, anziché limitarvi a seguire il vostro ego. Inizierete a cavalcare un’onda della vita diversa da quella che avete cavalcato fino ad allora, e ad avvertire una sensazione interiore di armonia e pace. Tutto ciò genera la guarigione non solo in voi ma anche nel mondo, poiché l’armonia all’interno crea armonia all’esterno. Ogni “cerimoniale”, ogni mutamento di coscienza che attuerete, si ripercuoterà nella rete globale della vita.

Allestire un cerimoniale

Concedendosi del tempo e impegnandosi nello sforzo fisico di celebrare una cerimonia in un edificio o all’aperto nella natura, si comprende che il lavoro riveste un carattere potente. Il vostro corpo è coinvolto nell’allestimento del cerimoniale. La vostra mente lo deve progettare. Dovete raccogliere gli oggetti necessari, trovare

il luogo giusto per svolgerlo e predisporre uno spazio sacro. Il vostro spirito interiore è presente, vi dà forza e vi sostiene. Durante la celebrazione di una cerimonia si viene a creare un punto focale nel quale corpo, mente e spirito si uniscono e si impegnano, con concentrazione e focalizzazione, a creare un risultato auspicato. Le cerimonie hanno un inizio, una parte centrale e una chiusura.

L'inizio

L’inizio include la progettazione della cerimonia, la raccolta degli strumenti necessari e la creazione di uno spazio sacro. Dovete prepararvi per poter entrare nel Tempo del Sogno mentre celebrate la vostra cerimonia. Stabilire un forte intento per la cerimonia che farete, rappresenta un fattore chiave per conseguire un risultato positivo.

Potreste decidere di indossare qualcosa di speciale, come indumenti sacri, una sciarpa, una cintura o particolari gioielli. Questo è un modo per uscire dalla vostra vita normale ed entrare nel mondo dello spirito. Quando gli sciamani indossano i loro costumi cerimoniali, Io fanno per passare da uno stato egoico a uno stato di unione col potere dello spirito. Ecco alcuni altri modi per prepararsi:

Concedetevi il tempo di restare in silenzio per riflettere sul vostro intento.

  • Cantate e danzate per mettere da parte il vostro ego e per consentire al potere dello spirito di risplendere attraverso di voi.
  • Potete suonare il tamburo o i sonagli per uscire dallo stato di coscienza ordinario.
  • Potete deporre oggetti sacri sul vostro sito cerimoniale per offrire sostegno al vostro lavoro.

Usate l’immaginazione. Questo è il momento di evocare e dare il benvenuto ai vostri spiriti aiutanti e a tutti gli alleati spirituali che desiderate onorare in veste di testimoni del vostro lavoro. Accogliere gli spiriti aiutanti è una manifestazione di cortesia mentre li invitate ad affiancarvi nel vostro lavoro. Quando conduco cerimonie, per accogliere e ossequiare gli spiriti aiutanti uso qualche variante della meditazione guidata che condividerò con voi nel Capitolo 2. Vi invito a servirvi di quell’esempio e ad adattarlo alla vostra cerimonia come riterrete più opportuno, in funzione dei vostri gusti e del vostro intento.

La parte centrale

La cerimonia vera e propria si svolge nella parte centrale. Potete progettare un cerimoniale semplice o crearne uno più elaborato. L’esperienza potrebbe insegnarvi che celebrare una cerimonia semplice nutre la vostra anima.

Eseguire una cerimonia complessa potrebbe mantenervi legati al piano mentale. Non esiste un modo giusto o sbagliato di allestire un cerimoniale. La cerimonia rappresenta un’azione fatta con intento. Il potere innato del cerimoniale è quello di agire su un vostro forte intento, concentrandovi su di esso durante lo svolgimento di determinate azioni, restando fortemente focalizzati. Non è il caso di rendere la vostra cerimonia talmente complessa da farvi perdere la concentrazione e la focalizzazione.

Alcuni leggono una lettera o una poesia che hanno scritto per gli spiriti. Altri bruciano un foglio di carta, un atto col quale si afferma un intento che si vuole rilasciare nell’universo. Altri ancora suonano il tamburo e cantano, mentre si focalizzano sul desiderio che vogliono manifestare. In questo libro troverete suggerimenti per le attività che potete svolgere durante cerimonie aventi scopi diversi.

A parer mio molte persone hanno paura di celebrare cerimonie perché temono di fare qualcosa di sbagliato. Il segreto per condurre una cerimonia con successo consiste nell’evocare i vostri spiriti aiutanti con l'intento e nel mantenere fisso l’intento sul risultato auspicato della cerimonia.

La chiusura

La fine segna la chiusura e afferma che il lavoro è stato compiuto. Quando avvertite un senso di completezza, fate sapere ai vostri spiriti aiutanti che il vostro lavoro per ora è terminato. Questo è un modo per onorare gli spiriti aiutanti che hanno collaborato con voi affiancandovi. Ringraziarli e dire che il lavoro è compiuto è una semplice questione di cortesia. Questo si ottiene rendendo grazie agli elementi e a tutte le forze spirituali che vi hanno mantenuti nell'amore e che hanno fatto da testimoni alla vostra trasformazione e guarigione. Potete lasciare delle offerte sacre per dimostrare gratitudine a tutti gli alleati spirituali che hanno collaborato con voi. Il ritorno a uno stato ordinario di coscienza vi aiuta a chiudere definitivamente la cerimonia e nel contempo a radicarvi. Quando chiudete la cerimonia, non giudicate o analizzate eccessivamente il modo in cui l'avete condotta. Una volta fissato il vostro intento all’inizio, gli spiriti aiutanti dei reami invisibili collaborano al vostro fianco per manifestarlo. Una volta conclusa la cerimonia, riflettete sulla bellezza del lavoro che avete svolto. Nelle culture indigene i membri della comunità terminano sempre facendo commenti su quanto sia stata bella la cerimonia.

Questo testo è estratto dal libro “Guida Completa alla Vita Sciamanica”.

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

 

Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
IN QUESTA SEZIONE:
Articolo consigliato:

Guida Completa alla Vita Sciamanica

Potenzia la tua realtà quotidiana seguendo la via dello sciamanesimo

-15%
Guida Completa alla Vita Sciamanica Sandra Ingerman

Sandra Ingerman

In questo suo nuovo libro Sandra ci offre una guida completa per mettere in pratica uno stile di vita sciamanico. I suoi insegnamenti ci permettono... continua