Il Libro Magico - Ramtha - Estratto
Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Il Libro Magico - Anteprima del libro di Ramtha

Voi siete il dono dell'amore, ciò che dona la vita

Voi siete il dono dell'amore, ciò che dona la vita

Vorrei parlare di una parola che pochi comprendono e che tutti si sforzano, proprio così, di assicurarsi. Credo che la parola sia “amore”, meravigliosa parola, la ragione per cui vi amo. Tutti qui sono rimasti perplessi di fronte a questa parola. Siete stati rovinati da questa parola. Siete stati soggiogati da questa parola. Vi siete innamorati a causa di questa parola. Siete stati stuzzicati da questa parola. Vivete attraverso questa parola. È ora di capire cosa significa. Che cos’è l’amore, che cosa vuol dire amare? Nel suo aspetto più elevato arriviamo fino al Padre che è l’essenza dispensatrice di vita, il continuum di tutte le cose.

Siete stati originati dall’amore di dio per continuare la sua espansione nell'eternità

All’inizio dei vostri inizi, tutto il pensiero - il pensiero, il creatore ultimo - è il Padre, la causa prima, il fondamento di tutta la vita. Nulla di quanto esiste al di fuori del pensiero è qualcosa di diverso da Dio. Tutto ciò che è, è il Padre. Il Padre è la forza vitale, l’elemento meraviglioso alla base di tutto ciò che è. Quando il Padre contemplò i pensieri che aveva in sé, ovvero contemplò i pensieri che egli era, si espanse. Ogni volta che il pensiero contemplativo viene applicato, l’essenza ragionante emerge e ciò espande il pensiero. Il pensiero diverrà più vasto. Il Padre contemplò sé stesso per esistere, per essere più vasto nella propria esistenza. Tes-senza stessa del pensiero, lo scopo stesso del pensiero è l’amore. Ila more, in verità, è ciò che ha dato al Padre la sua esistenza al fine di comprendere sé stesso, di espandere sé stesso in un’espansione completa. Se il Padre, per mantenere il suo ideale, avesse espanso la propria forma così com’era, non si sarebbe espanso.

Come si sarebbe potuto espandere se ciò che aveva espanso da lui non fosse stata che un’estensione di sé stesso e non avesse contenuto una sua forma individuale? Quando il Padre contemplò il suo sé assolutamente divino e perfetto, voi diveniste, o meglio tutto divenne, ciò che egli espanse: un’illustre parte del pensiero contemplativo espanso realizzata in un momento straordinario. Voi diveniste quando il pensiero si fece più vasto. E così, ciò di cui siete fatti è ciò di cui è fatto il Padre, poiché da lui siete provenuti. Il Padre è pensiero contemplativo continuo, è la vita.

Egli è in continua evoluzione, non si ferma mai, non più di quanto possano fermarsi i vostri pensieri. Per poter continuare, il pensiero e la vita devono avere uno scopo. Lo scopo siete voi. Voi diveniste il movimento unico e perfetto che nessun altro ideale avrebbe potuto far venire in esistenza. Ve ne siete andati e siete rimasti immobili, e dai vostri pensieri il Padre è entrato in quella che è chiamata eternità.

Voi siete il fuoco, l'unica cosa perfettamente di dio

Quando diveniste, la parte espansa del Padre e voi diveniste una realtà: voi, ciò che è chiamato il figlio del Padre, figlio del Dio vivente, figlio della causa. Quando dite “tutti per uno e uno per tutti”, il tutto, ciò che è chiamato la perfetta fratellanza, viene condensato e condotto a un unico movimento detto “il Padre”. Il figlio è la perfetta, unica cosa che sia il duplicato completo della Fonte stessa.

Voi, il figlio, siete l’unica cosa del Padre che è perfetta. Tutte le altre cose sono ideali procurati dal figlio e realizzati attraverso il Padre, come le vostre piante, i vostri tappeti pregiati, le vostre pareti bianche. Tutto ciò ha avuto origine da quello che è chiamato un ideale. E chi ha fornito quell’ideale? Il figlio. È lui che ha fornito l’ideale. E da dove prende la sostanza da cui proporre l’ideale? La sostanza è Dio, la vita.

L’amore di dio vi eia dotati di libero arbitrio, eessenza creativa che è amore

Ora, nessun pensiero può essere separato da sé stessi se non possiede quella che è chiamata una forma individuale o l’atto chiamato libera volontà. La liberà volontà è l’essenza della forza vitale che è stata concessa ad ogni Dio, ad ogni figlio, affinché egli potesse essere la totalità unica di sé stesso. Lessenza chiamata libera volontà è amore. È questo il flusso vitale del pensiero per tutti voi La libera volontà vi ha conferito uno stato di separazione ma nello stesso tempo di unità con il Padre affinché il vostro pensiero, i vostri perfetti processi di pensiero, così come sono chiamati, potessero possedere un unico flusso creativo loro peculiare. Il flusso è chiamato amore. La volontà è chiamata amore. L'amore nella forma ultima è la continuità della vita che il Padre si è permesso di essere nei confronti dei suoi amati figli. La più pura forma d’amore è la volontà che il Padre ha dato ai suoi figli, gli Dèi che siamo, poiché la gratificazione di quella volontà aumenterà e si amplierà, e procurerà saggezza.

L'amore è la forma più pura di linfa vitale di tutti gli elementi composti mediante l’amore di Dio, mediante la forma ideale creata dalla sostanza chiamata Dio nella vita. Questo è amore. E noi qui riduciamo l’amore alla sua forma più bassa e imitiamo il Dio che siamo. Poiché ogni istante in cui create, siete amati dal vostro essere, per mezzo della vostra creatività, e istante dopo istante, si compie l’atto dell’essere personificato che emette l’amore in un flusso assoluto. Un flusso non è limitato da leggi e ragione. È un movimento spontaneo, libero, una forma creativa che vivrà in eterno

L'amore è il dispensatore di ogni realtà

La vostra connessione, la vostra forza vitale, il Padre, è chiamata amore. Per definire la vostra essenza chiamata amore, dovete definirla così. È un movimento, un’azione, un’essenza spontanea, libera, che è vita nell’illimitatezza, non soggetta a restrizioni dovute al tempo o all’impazienza. Nella misura più autentica e pura, l’amore non ha restrizioni. Ama inequivocabilmente.

Perdona inequivocabilmente. Può amare in totale libertà ed è necessario alla vita. L'amore non conosce logica né ragione e crea il proprio insieme di valori perché è un’essenza libera. È la colla che tiene insieme tutte le cose. È l’essenza che ci collega a tutte le essenze. È il meraviglioso pacificatore. Ora, che dire dell’amore e della realtà? Lunica realtà è che non esiste alcuna realtà. L'amore è ciò che concede l’opzione di esercitare tutte le realtà in qualunque stato illusorio secondo i propri desideri.

L'amore è la libertà di creare da dio a vostro piacimento

Voi siete la parte espansa del Padre. Il Padre, pur essendo separato da noi e tuttavia un’unica cosa con noi - continuità lui e individualità voi - vi ha dato sé stesso affinché possiate essere tutto quello che desiderate essere nel vostro pensiero contemplativo. Egli è la base da cui i vostri sogni si realizzano. E chi è che crea il sogno? Voi siete i creatori dei sogni. E di cosa sono fatti i sogni? Di Dio, della vita. Potete attingere dal Padre e creare a partire da lui qualunque cosa desideriate, grandiosa o spregevole, brutta o splendida, meravigliosa o triste che sia, poiché Patteggiamento dell'uomo è incontrollabile e libero come il suo amore. Così, ogni pensiero che avete nel vostro eterno procedere, il Padre lo aggiungerà al suo corpo. E qualunque pensiero o ideale desideriate, di qualunque cosa si tratti, egli ve la può dare liberamente.

Ora, per mostrarvi l’amore del Padre, permettetevi di farvi un esempio. Prendiamo un serpente, dall’aspetto assai spregevole, detestato dall’umanità. La creatura di per sé ha un corpo lungo e mirabile, dotato di molti muscoli e ossa. Il suo scheletro sembra allungarsi all’infinito. Si muove molto velocemente e ha una testa molto grande. Possiede denti in grado di perforare e mordere, che costituiscono la sua unica difesa, e può far crollare a terra un essere della taglia di un uomo a pochi istanti dal morso; ciononostante, qualunque uomo potrebbe farlo a pezzi, calpestarlo e schiacciargli la testa, il serpente è l’ideale di un Dio che lo creò al fine di estendere la vita in una catena vitale, e lo esprime perfettamente.

Adesso prendiamo come esempio due Dèi. Il primo, una mente scientifica, direbbe: «Il serpente è una macchina meravigliosa. Può fare questo, può fare quest’altro. Il colore della sua pelle è mirabile. Si muove molto velocemente. È splendido. Si esprime perfettamente». Ora, questo è l’atteggiamento di un Dio che non trova difetti.

Un altro invece dirà: «Il serpente è odioso. È spregevole. È una creatura spaventosa. Può uccidere l’uomo. Il suo morso è pericoloso. È una creatura terribile». Eatteggiamento di questo Dio ha condannato il serpente. Il Padre vede le cose come perfette. Tutte le cose di per sé in ultima analisi sono pure. È l’atteggiamento delle diverse entità nei confronti del serpente che lo rende qualcosa di splendido o di spregevole, brutto. Quant’è grande l’amore del Padre, che è la totalità della sostanza vitale che il serpente è, per accordare a voi, la sua parte più perfetta, il diritto di scagliare a vostro piacimento le vostre opinioni sul serpente. Eamore della Fonte della vita nei vostri confronti è grande. Nella continuità della vita il Padre ha la capacità di diventare qualunque cosa il suo amato figlio desideri per mezzo del pensiero. Sarà qualunque cosa desideriate che sia. Altererà sé stesso in qualunque modo vorrete alterarlo. Diventerà spregevole, brutto e volgare o all’apice della bellezza, così come lo vorrete. Ma in ogni caso, nel processo di alterare, modificare, condannare e qualunque altra cosa l’uomo faccia, il Padre per noi rimane perfetto. E non è forse una cosa straordinaria che il Padre possa diventare qualsiasi cosa devastante o grandiosa semplicemente attraverso i capricci del pensiero del suo meraviglioso figlio? Questo è chiamato amore. Con il Padre potete fare quello che volete, perché il suo amore è costante. Egli è con voi in ogni caso. Comunque vediate una certa cosa, per quanto spregevole possa diventare, è sempre Dio.

Questa promessa è incrollabile, poiché il Padre stesso è pura energia e non conosce abiezione. Siamo soltanto noi Dèi, dotati della capacità di contemplare il pensiero che, attraverso la nostra stessa creatività, giudichiamo malvagia una cosa pura. Eamore tra voi e la Fonte non ha condizioni. Se il Padre ponesse restrizioni alla sua meravigliosa Fonte, alla sua meravigliosa vita da cui i vostri ideali provengono, voi non possedereste alcuna individualità, poiché tutto quello che pensate sarebbe censurato da una legge derivante dalla legge di Dio. In tal modo non sareste tenuti a essere un’entità dotata di libero pensiero o libero arbitrio.

Il figlio è la perfetta, unica cosa che sia il duplicato completo della Fonte stessa.

Voi, il figlio, siete l’unica cosa del Padre che è perfetta.

Tutte le altre cose sono ideali procurati dal figlio e realizzati attraverso il Padre.

L’unica realtà è che non esiste alcuna realtà.

L’amore è ciò che concede l’opzione di esercitare tutte le realtà in qualunque stato illusorio desideriate.

Conoscere a fondo l’amore e la gioia in quest’esistenza, in questa forma di vita e in questo corpo non è tuia maestria terribile bensì meravigliosa, e si esplica attraverso l’azione del pensiero, pensando amore e gioia.

Dal punto di vista di dio siete sempre perfetti

Quando siete divenuti le distinte parti del Padre, i vostri primi, mirabili corpi erano pura sintesi di luce, meraviglioso equilibrio di luce. Quando avete contemplato il Padre, la vostra prima valutazione è stata di perfezione, perfetto pensiero. Quando contemplate il Padre nella più semplice delle sue forme, non c’è alterazione, non c’è incompletezza, non c’è limitazione. Egli è puro e continuo e meraviglioso. Quando il Padre ha contemplato voi, ciò che ha visto nella brillantezza della vostra luce è stato sé stesso, e vi ha sempre mantenuti nel pensiero perfetto. È qui che ci vennero dati i doni della libera volontà e dell’amore, e che fu stretto il nostro patto con lui.

Qualunque cosa aveste fatto, ovunque vi foste avventurati in lui, per lui sareste sempre stati perfetti. Se vi considerasse meno che perfetti, non avreste la capacità o la volontà di scambiarvi pensieri alterati o limitati, o in misura limitata. Non potreste farlo. E non potreste nemmeno avere il libero arbitrio e la libertà di pensiero per poter concepire qualcosa di limitato. Siamo entità perfette; perfette. Perché? Grazie al movimento chiamato libertà e alla capacità chiamata amore. Eamore del Padre è senza fine. Vi permetterà di fare qualunque cosa vogliate, poiché sa che siete perfetti e che niente potrà mai allontanarvi da lui.

Il Padre non ha mai creato nulla di superiore a sé stesso che vi possa privare della vostra forza vitale. Egli vi permette di sviluppare le vostre illusioni e i vostri giochi, le vostre intenzioni, le vostre sofferenze, il vostro stato pietoso, le vostre preoccupazioni e la vostra felicità in qualunque grado scegliate di farlo. Voi esisterete sempre. Quando questa vita sarà trascorsa, ve ne sarà un’altra così come vorrete esprimervi.

Questo testo è estratto dal libro "Il Libro Magico".

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

 

Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
IN QUESTA SEZIONE:
Articolo consigliato:

Il Libro Magico

Fai che l'amore per te stesso diventi vita

-15%
Il Libro Magico Ramtha

Ramtha

Un’opera molto profonda e ispirante con informazioni inedite che elevano e onorano l’essere umano. Sei pronto a cambiare, a crescere con nuove... continua