Raw Energy - Energia del Crudo - S. Tourles - Estratto
Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Raw Energy - Energia del Crudo - Anteprima del libro di Stephanie Tourles

Perchè mangiare crudo?

Perchè mangiare crudo?

L'energia nutritiva derivata dagli alimenti che consumiamo quotidianamente modella, forma e fornisce energia a tutti gli apparati del nostro corpo. Non posso affermare questo fatto in modo più semplice o preciso. La qualità del cibo che consumiamo è lo stimolo decisivo di uno di tre risultati finali: un corpo che sfoggia salute, bellezza e vitalità straordinarie; un corpo che si trascina lungo la vita con salute, aspetto e livello di energia mediocri; oppure un corpo affetto da malattie, malessere e spossatezza da malnutrizione.

Cercate di immaginare il concetto che qualcuno, anche in campo medico, crede che il cibo non abbia conseguenze significative sul funzionamento del corpo umano. Come può essere? Come può essere che ciò che bevete, mangiate, digerite e assimilate nel profondo del vostro corpo e della vostra essenza non abbia un ruolo fondamentale nello stabilire come funzionate, come vi sentite, che aspetto avete, come vivete dal punto di vista energetico? Quello che mangiate (di alta o bassa qualità che sia) è il carburante che mantiene in movimento il vostro corpo; influenza la vostra energia, il vostro aspetto, il vostro benessere.

Ora vi chiederò di leggere di nuovo il titolo del libro. Avanti... tornate alla copertina. Voglio che le parole raw energy vi si stampino nella mente. Perché? Mettendola in modo semplice: l'aumento del consumo di energia significa un aumento della produzione di energia. O, in altre parole, quando si consumano più alimenti integrali, pieni di nutrimento e di vita e non cotti, si integra regolarmente l'abilità naturale del corpo di produrre, immagazzinare e utilizzare una grande quantità di energia disponibile, migliorando quindi sensibilmente le vostre capacità mentali, fisiche e spirituali.

Una dieta ricca di cibi crudi darà una super carica al vostro livello di energia e rifornirà le vostre riserve esaurite. I cibi crudi sono facili da digerire per la maggior parte delle persone: la digestione è la chiave per assorbire e assimilare il nutrimento necessario e importante per una abbondante produzione di energia. Come voi, che stia lavorando, giocando, facendo giardinaggio o semplicemente uscendo per una passeggiata, io desidero avere molte energie che mi aiutino a raggiungere i miei obiettivi e a godermi il mio tempo libero. I cibi pieni di carboidrati, proteine e i grassi salutari non scaldati e non raffinati lasceranno le cellule del vostro corpo riempite fino all'orlo di carburante per le faccende quotidiane. Contengono le componenti molecolari nutritive necessarie a mettere in moto il processo di anabolismo, o costruzione di nuove cellule, a iniziare la crescita dei tessuti, a riparare i danni esistenti e a sostituire le cellule vecchie o inferiori nel vostro corpo.

In più, vi rimarrà molta energia per fare le cose che volete. Un bonus-bellezza: saranno rapidamente visibili degli effetti evidenti dell'aggiunta di nutrimento alla dieta. I vostri capelli, la pelle, le unghie e gli occhi risplenderanno. Vi sto promettendo molte cose dalla semplice aggiunta di snack crudi alla vostra dieta quotidiana, mi rendo conto. Ma è semplice da capire: se mangiate meglio, vi sentirete meglio, e alla fine avrete anche un aspetto migliore!

Do molta importanza all'esperienza visiva, tattile e sensuale, e mi piace il fatto che lavorare e mangiare i cibi crudi coinvolga i miei sensi. Le piante alimentari crude sono belle da vedere e hanno una forma inconfondibile; hanno una consistenza che passa da umida e succosa a morbida, gommosa e croccante; spesso hanno dei colori brillanti; e sono ricche di sapori incredibili e profumi stuzzicanti. Avendo così tanto da offrire ai sensi, si può godere dei cibi crudi a ogni livello.

Nel corso degli anni ho visto in prima persona ciò che una dieta ricca di alimenti integrali, crudi e non raffinati può fare ai capelli, alla pelle, alle unghie, alla salute nel suo complesso e alle energie. Mangiare in questo modo può farvi superare un aspetto fiacco e una salute mediocre. Mangiare una maggiore quantità di cibi crudi può comportare puro splendore per l'aspetto e abbondante vitalità, e può anche fornire il nutrimento terapeutico di cui il corpo ha bisogno per prevenire o addirittura curare alcune malattie croniche. Poiché i cibi crudi hanno solitamente un tasso più alto di fibre, saziano di più e sono pieni di nutrimento per le cellule, aiutano a perdere peso. Tutte le ragioni che ho citato prima sono il motivo per cui vi esorto a cambiare le vostre abitudini alimentari. Mangiando più alimenti integrali, crudi e genuini potete davvero essere al vostro meglio.

Se volete aumentare la vostra gioia di vivere, se volete attirare e creare salute, bellezza e energie nella vostra vita, dovete controllare quello che mangiate. Aumentando la quantità di alimenti puri e crudi nella vostra dieta quotidiana, state lavorando attivamente e concretamente verso l'ottenimento di un livello più alto di vero benessere.

Enzimi alimentari naturali

A partire dai primi anni del Novecento c'è stato un netto cambiamento nelle abitudini alimentari nel mondo, e in America settentrionale in particolare. Un tempo ci affidavamo ai nostri orti o a quelli dei nostri vicini per procurarci del cibo sano e fresco, cibo che spesso era crudo, essiccato al sole, fermentato o coltivato, ricco di enzimi e minimamente lavorato. Questi alimenti erano zeppi di sostanze nutritive sane e traboccavano di sapori meravigliosi. Ma ora non più. Ora lasciamo la coltivazione e la lavorazione del nostro cibo soprattutto alle mega-coltivazioni, quelle grandi società impersonali che operano con profitti e quote di produzione in testa, piuttosto che la nostra preziosa salute. Per la grande maggioranza di noi, questo significa nutrirsi seguendo una dieta a base di cibi stracotti, poveri di enzimi e di nutrimento, conservati chimicamente e arricchiti artificialmente. Tristemente, questo tipo di dieta tende anche a comprendere junk food troppo salato e pieno di zuccheri. Durante questi tempi frenetici, la salute viene troppo spesso trascurata in favore della comodità quando si tratta di scelte alimentari.

Non abbiamo mai avuto tante comodità come in questo momento storico, e allo stesso tempo non abbiamo mai patito tanto dolore fisico, tante malattie e tanto malessere in generale. Mai come ora i problemi cardiaci, il diabete, il cancro, l'obesità, la depressione, l'ipertensione e altre malattie degenerative sono state tanto diffuse.

I cibi biologici crudi hanno un ruolo importante per la prevenzione e addirittura la cura di molte di queste malattie terribili, devastanti, sgradevoli e potenzialmente mortali, e gli enzimi naturali che contengono sono il segreto per il successo.

Cosa sono, però, gli enzimi? Humbart Santillo, autore di Intuitive Eating ed esperto di cibo crudo, descrive gli effetti utili che gli enzimi hanno sulla salute:

Si definisce enzima una molecola di proteina, e ogni enzima agisce in un certo modo nel corpo e assolvendo specifiche funzioni come digerire, sviluppare le proteine delle ossa e della pelle e contribuire alla disintossicazione, solo per nominarne alcune. Una volta cotto ad alte temperature, però, l’enzima viene distrutto. Non è più portatore della propria funzione. Anche se la molecola della proteina esiste ancora fisicamente, non è più vitale. Simile a una batteria che ha esaurito la carica, la struttura fisica rimane, ma l’energia elettrica che un tempo la animava non è più presente. La molecola della proteina è l'unico vettore dell’attività degli enzimi. Negli esperimenti illustrati in Chemical Reviews (1933), l’attività di una proteina veniva trasferita a un’altra sostanza proteica, lasciando la molecola originale priva della sua attività. Ciò semplicemente prova ancora una volta che è l’enzima l’invisibile elemento dell’attività o dell’energia, e non la molecola della proteina in sé. Dunque, per chiarezza, dichiariamoci d’accordo sul fatto che la proteina sia un vettore dell’attività dell’enzima, in modo simile a come una lampadina è il vettore per l’energia elettrica.

La vita non potrebbe esistere senza gli enzimi. Sono nelle cellule di ogni pianta, animale ed essere umano viventi e sono i manovali fondamentali, la forza lavoro, per ogni azione e reazione chimica che si verifica. Non potremmo camminare, parlare, respirare, digerire, guarire, costruire le ossa, pensare o far crescere un capello senza di loro.

Gli enzimi sono le scintille della vita. Lasciatemi fare un esempio: quando mangiate semi di zucca o di girasole crudi, oppure delle mandorle, state ingerendo dei semi vivi, ricchi di enzimi. Se piantati in terra umida, questi piccoli magazzini di energia nutritiva germoglieranno e diventeranno delle piante viventi, capaci di maturare e produrre altri semi e noci commestibili. Provate a fare lo stesso esperimento con un seme o una noce tostati, al forno o bolliti: marciranno e basta. Sono materia morta. La scintilla della vita è stata cotta.

La differenza significativa e salutare tra cibo vivo (crudo) e morto è l'attività degli enzimi contenuti nelle cellule di cibo crudo. Tutti gli alimenti che non sono avvicinati a una fonte di calore sopra i 49° hanno enzimi in abbondanza.

A differenza degli animali in natura, che passano la vita nutrendosi di cibo crudo, l'uomo cerca di costruire delle cellule sane soprattutto con cibi carenti, morti e privi di enzimi vivi; il tutto a danno del suo benessere. Quando un cibo viene scaldato, gli enzimi naturali vengono disattivati. La cottura esaurisce anche le vitamine, danneggia le proteine e i grassi essenziali e finisce per creare radicali liberi, i maggiori collaboratori a molte malattie, compreso il cancro.

La digestione richiede molte energie. Il processo della digestione comincia con il tratto digestivo che frantuma chimicamente e meccanicamente in piccole particelle il cibo appena mangiato. Poi, con l'aiuto degli enzimi del cibo (presenti solo nel cibo crudo) e degli enzimi della digestione prodotti dalle ghiandole salivari, dallo stomaco, dal pancreas, dal fegato, dalla cistifellea e dall'intestino, il nutrimento essenziale viene estratto e attraversa i piccoli pori delle pareti intestinali per entrare in circolo ed essere trasportato ed assimilato nelle cellule e poi convertito in energia o in materiale per costruire nervi, muscoli, sangue, ossa, ghiandole e altro. Alla fine della digestione tutti gli scarti, comprese le fibre, sono evacuati.

Gli enzimi digestivi sono catalizzatori fondamentali, molecole complesse che accelerano i processi chimici. Partecipano al catabolismo (scissione) delle molecole più grandi nei blocchi più piccoli, pronti per essere assimilati, di cui il corpo ha bisogno. Quando mangiate cibo che è stato cotto, l'apparato digerente non riceve dal cibo l'aiuto degli enzimi e deve produrre tutti gli enzimi necessari per digerire, scindere e processare ciò che mangiate. Ci riesce chiedendo al pancreas, al fegato, alla cistifellea e ad altri organi di contribuire con riserve di enzimi, rubando a quegli organi l'energia necessaria alla loro funzione, il che può rallentare il metabolismo, compromettere il sistema immunitario e lasciarvi decisamente con poche energie.

Gli enzimi digestivi e gli enzimi metabolici (quelli che mantengono pulite le arterie, fanno funzionare gli organi, costruiscono tessuti sani e mantengono bilanciato il livello di glicemia del sangue, tra le altre cose contribuiscono a molte funzioni corporali diverse, ma vengono prodotti per la maggior parte negli stessi organi: il fegato e il pancreas. Quando il corpo non riceve gli enzimi sufficienti per assolvere le sue funzioni digestive a causa di una mancanza di cibi crudi e pieni di enzimi nella dieta quotidiana questi organi rallentano la produzione degli enzimi metabolici necessari per aiutare il processo di digestione. La produzione di enzimi digestivi non avviene senza un costo, però. Il fegato e il pancreas hanno bisogno di energie per produrre degli enzimi supplementari, e il consumo di questa energia ostacola lo svolgimento delle loro funzioni metaboliche e ritarda il processo di disintossicazione, di smaltimento dei grassi e di produzione di energia. È stato dimostrato che la maggioranza degli americani soffre di quello che si chiama "esaurimento enzimatico"; oltre che di gonfiore, di aumento di peso, spossatezza, depressione e delle malattie che vi si accompagnano.

I cibi poveri di enzimi tendono a non essere digeriti nel modo giusto, e ciò che non viene digerito non nutre. La digestione sbagliata significa indigestione e decomposizione del cibo nello stomaco. Questa materia putrefatta, nel corso del suo viaggio di digestione, lascia dietro di sé uno strato sulle pareti dell'intestino tenue e crasso, riducendo l'assorbimento delle sostanze nutritive e ostacolando l'espulsione delle tossine attraverso le pareti intestinali e l'evacuazione degli scarti dal corpo. Compromettere significativamente la digestione crea le condizioni corporee adatte all'insediamento e alla moltiplicazione di batteri, funghi e virus che causano malattie, e quindi espone il corpo a spossatezza, infezioni e malattie. Chi soffre spesso di indigestione può facilmente essere visto ingoiare diverse pastiglie di antiacido nel corso del giorno e prendere sorsate da una di quelle bottiglie colorate piene di liquidi pessimi e biancastri contro il mal di stomaco. Questi prodotti forniscono solo un sollievo temporaneo e non prendono mai il problema alla radice.

Ricordate che delle ampie scorte di enzimi sono una riserva per altrettanta energia, e che delle scarse scorte di enzimi lo sono per poca energia. Le vostre scorte di enzimi vengono prosciugate da una dieta a base di cibi cotti. Un livello di stress molto alto e l'abuso di alcol hanno anch'essi delle conseguenze negative sulla produzione di enzimi. Per assicurarsi salute ed energie per tutta la vita, è importante preservare il livello di enzimi nel corpo invece di esaurirlo.

Quando viene mangiato e masticato nel modo giusto il cibo crudo, ricco di enzimi, si digerisce praticamente da solo senza chiedere all'apparato digerente niente di più del normale. Ciò vi lascia un extra di energia da spendere come volete. È questo, soprattutto, lo scopo di questo libro: avere più energie. Fortunatamente, le piante alimentari crude hanno un buon sapore e sono squisite da mangiare, quindi non dovrebbe essere difficile aggiungere alla vostra dieta qualcuno di questi bocconi squisiti.

Perchè biologico?

Sapete davvero cosa state mangiando quando mordete una pesca fresca, cenate con un'insalata di spinaci verde brillante, noci e pere con una vinaigrette al basilico, o quando per dolce vi godete una ciotola di fragole rotonde e mature con crema di anacardi? Sapete da dove proviene il cibo, o come è stato coltivato e processato? A meno che non stiate comprando del cibo certificato come biologico dal vostro negozio di alimentari, da una cooperativa locale, da un mercato contadino o dal vostro fornitore da catalogo, la risposta potrebbe non piacervi.

Oggi più che mai, il cibo prodotto industrialmente è contaminato con una marea di prodotti chimici che hanno il potenziale di provocare degli effetti collaterali dannosi, se non immediatamente negli anni a venire. I contadini utilizzano delle quantità sempre maggiori di prodotti chimici e sintetici nelle coltivazioni, di fatto inquinando il terreno. Queste sostanze artificiali uccidono i microorganismi e i vermi che, presenti naturalmente nel suolo, scompongono la materia organica, ammorbidiscono il suolo e rilasciano sostanze nutritive che vengono assorbite dal raccolto. Mettete insieme questa pratica con una scarsa cura del terreno e il suolo risulterà morto, esaurito, compatto e incapace di far crescere del cibo nutriente, e fondamentalmente ancora più bisognoso dell'uso dei fertilizzanti artificiali. Questa terra potrebbe alla fine essere abbandonata e giudicata sterile, incapace di sostenere la crescita e la vita.

Prima del movimento per il "cibo sano" negli anni Sessanta e dell'ascesa del movimento moderno per il biologico, la maggior parte della gente faceva la spesa al supermercato locale che preferiva senza rifletterci troppo. Il cibo era cibo, o almeno così pensavano, spensierati, molti consumatori. Bene, l'opinione generale sta rapidamente cambiando: finalmente.

Mangiare biologico non è, comunque, un'idea moderna. È come la maggior parte dei nostri nonni e bisnonni mangiava e coltivava prima che l'arrivo dei prodotti chimici "migliorasse" i raccolti e i metodi di coltivazione. Un metodo olistico di coltivazione (un sistema che prevede di essere in armonia con la natura, invece di cercare di domarla o storpiarla) è il metodo preferibile per la produzione di ogni alimento. Uno dei fondamenti della coltivazione organica è l'idea che le pratiche di coltivazione sostenibili debbano replicare quello che fa la natura. Coltivare e nutrire il terreno, dissodarlo, seminare e crescere il cibo, mietere il raccolto e condividerlo, piantare le colture di copertura adatte e consentire al suolo il riposo necessario per potersi ricaricare le scorte, e poi ricominciare. I doni del terreno possono nutrire gli uomini che lo coltivano e anche gli animali che vivono e prosperano lì.

Mi rendo conto che per molte persone seguire una dieta composta interamente da cibo biologico sia preferibile, ma questi alimenti possono non essere sempre disponibili o accessibili economicamente. Poiché la domanda per il cibo biologico cresce rapidamente, questo diventerà facilmente più accessibile e, con il tempo, i prezzi si abbasseranno.

Se volete mangiare cibo prodotto a livello locale e da coltivazione biologica, avrete bisogno di studiare un pochino e di non affidarvi solo ai prodotti con l'etichetta "biologico" al supermercato. Documentatevi, e chiedete in giro finché non trovate una piccola fattoria biologica, una cooperativa o un mercato di cui vi fidate. Cercate di conoscere i contadini. Guardate da dove viene il vostro cibo, se potete. Forse potreste unirvi a un collettivo per il cibo biologico o a un CSA (Agricoltura Sostenuta dalla Comunità), dove potete comprare una "quota" di una fattoria e farvi rifornire di prodotti freschi dal contadino. Provate a cimentarvi col giardinaggio, se avete un pezzetto di terra, anche piccolo, coltivare il vostro cibo è una scelta che porta soddisfazione. È incredibile quanto possiate coltivare in un piccolo spazio usando dei metodi di orticoltura intensiva.

Per un ideale di salute a lungo termine, per una salute del corpo e della mente, vi consiglio di mangiare tutto il cibo biologico e di alta qualità che vi permetterà il vostro budget. Aggiungere molti snack a base di cibo crudo alla vostra dieta è un ottimo modo per assimilare quotidianamente cibi biologici. Sforzatevi il più possibile di mangiare in un modo vicino alla natura. Il vostro corpo, la mente, lo spirito e la famiglia vi ringrazieranno in modi che non potete immaginare.

Questo testo è estratto dal libro "Raw Energy - Energia del Crudo".

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

 

Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
IN QUESTA SEZIONE:
Articolo consigliato:

Raw Energy - Energia del Crudo

124 ricette per barrette energetiche, smoothie e altri snack che danno al corpo una Super Carica

-15%
Raw Energy - Energia del Crudo Stephanie Tourles

Stephanie Tourles

Grazie a Raw Energy, impari ad abbinare una gamma completa di materie prime per uno stile di vita salutare. Le 124 ricette di Stephanie Tourles,... continua