Succo di Aronia: benefici e proprietà
Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Succo di Aronia: benefici e proprietà

Aronia (Aronia melanocarpa) è un arbusto della Sassonia. Apprezzata da secoli da contadini, erboristi, naturopati e scienziati, tutti ne elogiano le elevate proprietà benefiche.

Aronia (Aronia melanocarpa) è un arbusto della Sassonia. Apprezzata da secoli da contadini, erboristi, naturopati e scienziati, tutti ne elogiano le elevate proprietà benefiche.

Origine

Le prime informazioni su questa pianta ci arrivano nel Nord del Canada, dove cresce in campi infiniti su terreni di diverse specie, perché resiste molto bene alle basse temperature. Gli indiani d'America la conoscevano già e la utilizzavano per le elevate proprietà salutari nella loro medicina tradizionale. Il famoso botanico e viaggiatore sovietico Mitschurin la scoprì in America e decise di importarla in Russia. Con il sostegno del regime di Lenin e Stalin coltivò nuove varietà sempre più resistenti al gelo, tra le quali anche l'Aronia melanocarpa dalle quali si produce l'AroniaOriginal.

Varietà

In questi anni di studi approfonditi e di ricerche sul campo abbiamo imparato che ci sono diverse varietà, da quelle selvatiche a quelle coltivate, da quelle rosse a quelle nere. La differenza? Basta girare la Germania per capire che, alla fine, le differenze sono quasi impercettibili. Le piante selvatiche hanno le foglie verdi lucenti e germogli molto ben ramificati. Abbiamo trovato sul nostro cammino piante piccole, arbusti bassi e folti come piante alte quasi 4 metri, ricche di rami che supportano il carico pesante delle bacche. Le bacche sono grandi come mirtilli e al sapore sono gustose e qualche volta aspre, come i luoghi selvaggi dove crescono. Abbiamo conosciuto ed apprezzato l'Aronia melanocarpa, ma ci siamo imbattuti anche nella "Nera", "Viking", "Ahonnen", "Rubina", "Hugin", "Fertödi", "Aron", "Serina" e "Hakkija", "Moravska sladkoploda", così come la "Kashamachi e mandschurica".

Uso

Abbiamo notato che la maggior parte della coltivazione delle bacche di Aronia avviene su grandi aree di terreno. Il motivo è fin troppo semplice: questa varietà è molto produttiva e poco suscettibile ai parassiti. I contadini della Sassonia lo sanno bene: grazie alla sua struttura e composizione, il frutto si protegge da solo contro gli aggressori esterni, come i parassati. Questa sua proprietà di autodifesa ha fatto sì che le popolazioni dell'Europa orientale, da oltre cinquant'anni, considerano la Aronia come loro unico "armadietto dei medicinali".

Ingredienti

I frutti neri, grossi come un pisello, sono spesso rivestiti di cera. Possono essere raccolti da fine agosto a tutto ottobre e il gusto è agrodolce-amaro, così che già da settembre è possibile raccogliere splendide bacche di Aronia mature e gustose. Grazie alla elevata quantità di flavonoidi, acido folico, vitamina K e contenuto di vitamina C la bacca di Aronia aiuta a migliorare il nostro benessere. Il suo forte colore rosso permette spesso di essere utilizzato come sostituto colorante alimentare.

Scopri le sue infinite proprietà

Antociani e polifenoli, insieme ai flavonoidi, hanno un potere contenitivo nella formazione dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento cellulare. La Aronia contiene vitamina K, utile a formare e mantenere robuste le nostre ossa. Le bacche, inoltre, possono favorire la circolazione del sangue e rinforzare i vasi sanguigni, prevenendo le principali cause di problemi cardiovascolari. Prevengono, inoltre, la formazione di coaguli di sangue, riducendo così le possibilità di arterosclerosi o indurimento delle arterie. Le bacche sono anche un’ottima fonte di fibre che aiutano la regolarità intestinale, promuovendo al contempo la perdita di peso naturale negli individui in sovrappeso. Come lassativo naturale può aiutare a rimuovere la materia accumulata dal colon, aiutando così a prevenire il cancro del colon. La Aronia contiene anche un alto contenuto di acido chinico, che la rende ancora più efficace del succo di mirtillo per il trattamento delle infezioni del tratto urinario.

Lo scudo naturale a l'ettrosmog

Nel 1900 lo scienziato russo W. Mitschurin scoprì le straordinarie proprietà dell’ Aronia Melanocarpa e durante la Guerra Fredda, in Unione Sovietica e Germania Est ne iniziarono le prime coltivazioni. Nel 1950 i sovietici la utilizzarono per la decontaminazione dei soldati esposti alle radiazioni ed intossicati da metalli pesanti. Nel 1986 con il disastro nuclerare di Chernobyl il succo del piccolo frutto del Nord è stato utilizzato nuovamente dalla popolazione della zona. Oggi l‘Aronia può aiutare a proteggere la nostra salute da seri fattori di rischio ambientali come l’inquinamento da radiazioni elettromagnetiche e proteggere efficacemente le cellule dal processo ossidativo.

L’Aronia è utilizzata per combattere gli effetti dannosi delle radiazioni elettromagnetiche alla base dell’elettrosmog. Esse sono prodotte dalle infrastrutture di telecomunicazioni ponti radio, reti per telefonia mobile, dai telefoni cellulari, wi-fi, dagli apparati wireless e da elettrodotti percorsi da correnti di forte intensità. Studi internazionali mostrano il pericolo per la salute di prolungate esposizioni alle onde elettromagnetiche.

Inizia a migliorare la tua vista

Intorno alla metà del secolo scorso l'esercito sovietico iniziò a somministrare ai propri soldati dosi giornaliere di succo di Aronia. Soprattutto ne fecero uso i membri dei corpi speciali per acuire la vista nella oscurità.

Questa bacca del nord europa contiene grandi quantità di antociani (oltre 3 volte quelle dei mirtilli) che hanno proprietà pillarotrope, canalizzate alla tonicazione del microcircolo retinico.

Gli antociani aumentano infatti la resistenza dei capillari retinici diminuendone permeabilità e favorendo la proliferazione, lo sviluppo e la crescita della rete capillare.

Per questo il succo è un ottimo tonico per la visione, per il miglioramento visivo, specialmente nell'occhio stanco, migliorando anche la visione notturna.

Per la tua circolazione

I capillari fragili, che hanno la tendenza a dilatarsi o rompersi anche con sollecitazini minime, sono un problema molto in uso in entrambi i sessi. L’ Aronia agisce sulla loro elasticità e sul microcircolo che, se mal funzionante, è responsabile di vene e capillari visibili, nonché di gonfiore alle gambe. L’azione su questi disturbi si esprime in termini antinfiammatori e nella capacità degli antociani di evitare l’aggregazione piastrinica e la vasodilatazione. L’Aronia è inoltre consigliata da molti naturopati nel diabete per il controllo dei livelli di glicemia ematica.

Studi scientifici, case history e ricerche sulle proprietà e benefici dell'aronia

In una classifica stilata della USDA (United States Department of Agriculture), l'aronia occupa il secondo posto (dietro ai semi di cacao) tra gli alimenti con la più alta capacità antiossidante (ORAC), perlomeno negli studi condotti in vitro.

Le bacche d’ Aronia sono ricche di antociani (antiossidanti) della famiglia dei Flavonoidi, Vitamina C e Vitamina K, possono aiutare a ridurre il rischio di malattia cardiovascolare nei pazienti con sindrome metabolica, cioè una situazione clinica ad alto rischio cardiovascolare per situazioni o patologie pregresse che colpisce spesso persone in età avanzata, un gruppo con elevato tasso di mortalità.

Dopo il mirtillo, cranberry, ribes rosso, ribes nero e la bacca di acai è la volta delle bacche d’aronia è stato pubblicato uno studio sulla rivista European Journal of Nutrition, il consumo della bacche d’aronia favorirebbe la circolazione sanguigna e aiuta a ridurre i livelli di lipidi nel sangue.

I ricercatori Sikora J e c. dell’Università di Medicina di Lodz, in Polonia, in un gruppo di 52 persone di cui 38 con sindrome metabolica, hanno volutato l’effetto di bacche Aronia sulle analisi del sangue del livelli di colesterolo, trigliceridi. I partecipanti con sindrome metabolica hanno ricevuto 300 mg di estratto di bacche in 2 mesi.

Risultati: 2 mesi di supplementazione porta ad una riduzione del 6,5% del colesterolo totale e una riduzione del 9% del colesterolo LDL e dei trigliceridi. Gli estratti di bacche di aronia limitare sono stati utili perche evitano la formazione di coaguli di sangue.

Uno studio interessante ma sarebbe stato meglio se fosse stato correlato anche la dieta e il livello di attività fisica del gruppo di persone preso in esame, sono certo che in uno studio futuro magari a doppio cieco e con un numero più alto di perosne coinvolte, vedremo anche questi dati.

Fonte : Sikora J, Broncel M, Markowicz M, Chalubinski M, Wojdan K, Mikiciuk-Olasik E; Short-term supplementation with Aronia melanocarpa extract improves platelet aggregation, clotting, and fibrinolysis in patients with metabolic syndrome. Eur J Nutr. 2011 Aug 18.

Il succo di Aronia pare avere effetti benefici sulla cellulite, sia sulle dimensioni che sull'edema. "Dietary supplementation with polyphenol-rich chokeberry juice improves skin morphology in cellulite" Savikin K, Menković N, Zdunić G, Pljevljakušić D, Spasić S, Kardum N, Konić-Ristić A (->)

Sono stati condotti diversi studi che sottolineano l'importanza dell'aronia per prevenire e ridurre il rischio di malattie causate da stress ossidativo. In particolare, gli antociani dell'aronia contribuiscono a combattere il cancro del colon-retto [1], le malattie cardiovascolari [2], l'infiammazione cronica [3], l'infiammazione dell'occhio (uveite) [4], i disturbi alla mucosa gastrica (ulcera peptica) [5], e l'insufficienza epatica [6].

Fonti:
[1] Autori: Lala, G., Zhao, C., Malik, M., He, J., Kwon, Y., Giusti, M. M., & Magnuson, B. A. (2006). Titolo della ricerca: Anthocyanin-rich extracts inhibit multiple biomarkers of colon cancer in rats;
[2] Autori: Bell, D. R., & Gochenaur, K. (2006). Titolo della ricerca: Direct vasoactive and vasoprotective properties of anthocyanin-rich extracts;
[3] Autori: Han, G.-L., Li, C.-M., Mazza, G., & Yang, X.-G. (2005). Titolo della ricerca: Effect of anthocyanin rich fruit extract on PGE2 produced by endothelial cells;
[4] Autori: Ohgami, K., Ilieva, I., Shiratori, K., Koyama, Y., Jin, X.-H., Yoshida, K., Kase, S., Kitaichi, N., Suzuki, Y., Tanaka, T., & Ohno, S. (2005). Titolo della ricerca: Anti-inflammatory effects of aronia extract on rat endotoxin-induced uveitis;
[5] Autori: Valcheva-Kuzmanova, S., Marazova, K., Krasnaliev, I., Galunska, B., Borisova, P., & Belcheva, A. (2005). Titolo della ricerca: Effect of Aronia melanocarpa fruit juice on indomethacin-induced gastric mucosal damage and oxidative stress in rats;
[6] Autori: Valcheva-Kuzmanova, S., Galunska, B., Borisova, P., Krasnaliev, I., & Belcheva, A. (2004). Titolo della ricerca: Hepatoprotective effect of the natural fruit juice from Aronia melanocarpa on carbon tetrachloride-induced acute liver damage in rats.

A cura di Aronia Original

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

 

Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
CERCA PER GENERE
Articolo consigliato:

Succo di Aronia Bio - Original

Succo di prima spremitura con 100% bacche fresce. Prodotto naturale, ideale per dieta vegana, coltivato e imbottigliato in Sassonia

Aronia Original - Succo Bio

Il Succo di Aronia Original è un Integratore Alimentare a base di puro succo di selezionati frutti di Aronia della Sassonia senza zuccheri... continua