Theta Healing - I Sette Piani di Esistenza - Estratto
Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08

Theta Healing - I Sette Piani di Esistenza - Anteprima del libro di Vianna Stibal

I sette piani di esistenza

I sette piani di esistenza

Ritengo che ci siano Sette Piani di Esistenza: sono le forze visibili e invisibili dei cosmi che definiscono le diverse dimensioni di quest’universo e di quanto vi sta oltre. Sono così vaste che la mente umana deve trovarsi in uno stato di astrazione per poterle comprendere. Lo stato Theta ci permette di percepire queste forze inesplicabili in tutta la loro potenza, attraverso il Creatore di Tutto Ciò che È.

Ogni piano ha la propria energia, meglio definita come vibrazione. La frequenza della vibrazione è ciò che differenzia i piani tra loro e distingue i loro abitanti in fisici e spirituali. Più elevata è la frequenza della vibrazione, più velocemente gli atomi si muovono. Per esempio, le molecole degli oggetti solidi del Primo Piano di Esistenza sono molto lente. Quelle delle piante del Secondo Piano sono più veloci, e la velocità delle molecole cresce progressivamente un piano dopo l’altro. Le vibrazioni sono l’essenza della vita in tutte le sue forme.

Le forze vibrazionali dei piani sono caratterizzate da oscillazioni ampie o molto piccole che, una volta comprese, possono essere influenzate dal potere del pensiero.

I piani sono divisi da veli sottili che, sotto forma di convinzioni, sono programmati nell’inconscio di ogni uomo, donna o bambino di questo Pianeta. Quando andiamo al Settimo Piano di Esistenza, impariamo a far cadere questi veli di credenze, per comprendere che non siamo separati dai Sette Piani, ma connessi a tutti.

Ciascun piano di esistenza è soggetto a condizioni, regole, Leggi e obblighi propri. Per loro stessa natura, i primi sei piani contengono una certa proporzione di illusorietà, mentre il Settimo Piano è l’essenza della verità e del Divino.

I piani sono tanto vasti che la mente dell’uomo deve essere in uno stato di astrazione per comprenderli, e così microscopici che non si possono misurare. Per capirli dobbiamo essere in un’onda Theta, che crea uno stato mentale di connessione al Divino. È quello che chiamo “stato Theta”. Questo stato ci permette di ricevere informazioni dal vasto panorama interiore ed esteriore che compone la creazione. E ci consente di comunicare con il Creatore. È attraverso il Creatore di Tutto Ciò che È del Settimo Piano di Esistenza che siamo in grado di percepire i Piani di Esistenza in tutta la loro grandezza.

Il Settimo Piano di Esistenza

Questo è il piano del Creatore di Tutto Ciò che È, l’energia che fluisce in tutte le cose per creare la vita. Qui abbiamo la consapevolezza di essere parte di Tutto Ciò che È, parte di Dio.

Al Settimo Piano possiamo utilizzare le energie di tutti gli altri piani senza essere legati ai loro giuramenti e obblighi. Ciò è possibile perché è l’energia del Settimo Piano a creare gli altri. È l’energia che crea i quark, che a loro volta creano i protoni, i neutroni e gli elettroni che costituiscono il nucleo degli atomi.

Il Sesto Piano di Esistenza

È il piano delle Leggi che creano la struttura stessa dell’universo, come la Legge del Tempo, la Legge del Magnetismo, la Legge della Gravità, la Legge della Luce e molte altre.

Il Quinto Piano di Esistenza

È il piano delle creature divine e semidivine, il piano dei Maestri, come Cristo e Budda. È suddiviso in diversi livelli di vibrazione e di coscienza. I livelli più bassi costituiscono l’apice del dualismo. Dal punto di vista spirituale, tutti gli abitanti della Terra sono creature di Quinto Piano di qualche genere (maestri o figli di maestri, come vedremo più avanti).

Il Quarto Piano di Esistenza

È il regno degli spiriti, o ciò che alcuni chiamerebbero “il mondo degli spiriti". È il luogo in cui gli spiriti continuano a esistere dopo la morte e dove i nostri antenati restano in attesa. È la scuola delle creature del Quinto Piano, perché gli spiriti di questo spazio continuano a studiare e non hanno ancora preso il diploma per accedere a vibrazioni più elevate.

Il Terzo Piano di Esistenza

È il piano delle forme di vita basate sulle proteine, come gli esseri umani e altri animali. In parte siamo stati noi a crearlo, per provare che cosa significa essere governati dalle emozioni e dagli istinti, e per fare esperienza della realtà di essere un corpo umano in un mondo fisico. Qui impariamo quello che ci permette di superare il Quarto Piano per accedere al Quinto.

Il Secondo Piano di Esistenza

Questo piano è costituito da materiale organico: vitamine, piante e alberi. Le fate ne sono attratte perché è ricco di alberi e di vegetazione.

Il Primo Piano di Esistenza

Questo piano è costituito da tutto il materiale inorganico del nostro Pianeta: i minerali, i cristalli, il terriccio, le rocce, gli elementi che compongono la Terra nella sua forma naturale e gli atomi della tavola periodica prima che si combinino in composti a base di carbonio, diventando così organici.

Interconnesioni

Tutti i Piani di Esistenza sono interconnessi a formare l’immensa totalità che è la creazione. Conoscere la natura di ciascun piano porta a una migliore comprensione di queste interconnessioni e ci apre a ciò che i piani hanno da insegnarci.

Equazioni

Ogni volta che impariamo a utilizzare l’energia di un piano, stabiliamo una corrispondenza con un altro piano. In altre parole, quando usiamo l’energia di un piano, adoperiamo contemporaneamente anche quella di un altro. Questo processo si chiama equazione.

Per esempio, i minerali del Primo Piano interagiscono automatica-mente con le Leggi del Sesto Piano, e questo ne aumenta l’efficacia.

Il concetto delle equazioni ci porta a capire che tutti i Piani di Esistenza lavorano in completa armonia all’interno del nostro corpo, per creare la vita.

La nostra connessione ai Piani di Esistenza

Noi siamo un microcosmo dei Piani di Esistenza. Il corpo umano è costituito da cinque diversi componenti: lipidi, carboidrati, proteine, acido nucleico (DNA) e adenosina trifosfato (ATP, energia). Ognuno di essi è legato a un piano specifico. Tutti insieme ci rendono ciò che siamo. Sono i collaboratori della Vita che ci collegano agli altri piani.

Questo fenomeno è ben evidenziato dal fatto che la nostra salute mentale e fisica dipende dalla presenza di adeguate quantità di ciascuno di questi componenti. Eventuali carenze causano diversi squilibri in altre aree della nostra vita:

  • Una carenza di ATP del Settimo Piano crea: Squilibrio dell’umore e carenza di amore puro e incondizionato.
  • Una carenza di DNA del Sesto Piano crea: Carenza di struttura spirituale.
  • Una carenza di lipidi del Quinto Piano crea: Carenza di equilibrio spirituale.
  • Una carenza di carboidrati del Quarto Piano crea: Carenza di energia.
  • Una carenza di proteine del Terzo Piano crea: Carenza nutrizionale.
  • Una carenza di vitamine del Secondo Piano crea: Mancanza d'amore.
  • Una carenza di minerali del Primo Piano crea: Mancanza di sostegno.

Ecco perché conoscere i Sette Piani di Esistenza è tanto importante: noi siamo i Sette Piani di Esistenza.

Come utilizzare i piani

Nei tempi antichi occorreva padroneggiare l’energia di un piano alla volta. Per esempio, per sapere quali minerali sarebbero stati utili, sarebbe servita una conoscenza approfondita del Primo Piano di Esistenza. Per gestire l’energia di un piano, era necessario un passaggio che portasse un cambiamento mentale e spirituale, chiamato iniziazione. Questo, invece, è il primo momento nella storia dell’umanità in cui i Piani di Esistenza sono accessibili simultaneamente, così è possibile comprenderli e utilizzarli come mai prima d’ora. Anche se impariamo a fondere gli elementi dei diversi piani in un’unica energia, dobbiamo ancora apprendere delle lezioni o affrontare specifiche iniziazioni che c’insegnino a comprenderli e a usarli. Se queste lezioni saranno semplici o difficili dipende da noi.

È facile innamorarsi della bellezza e della grandiosa maestosità dei primi sei piani. Ciascuno ha incredibili sistemi di convinzioni, poteri e proprietà di guarigione. Sono tutti “zuccherini per la mente”, che servono a incuriosirci e a farci concentrare su quel piano, in modo da imparare tutto il possibile al riguardo.

Ciascun Piano di Esistenza, inoltre, ci offre una visione del divino filtrata attraverso di sé, che noi interpretiamo a modo nostro. Personalmente, credo che le religioni siano nate così: un ricercatore spirituale ha stabilito una connessione con la coscienza di un piano, ha colto il suo sistema di convinzioni e poi lo ha messo per iscritto. Gli ordini religiosi si sono formati grazie alle energie proprie di ciascun piano. Questo non significa, però, che essi non abbiano ricevuto anche informazioni pure dal Settimo Piano, perché il genere umano è in contatto con il Divino fin dall’inizio dei tempi.

Oggi, che cominciamo a sviluppare le nostre doti psichiche, apriamo la strada per connetterci naturalmente alle energie dei Piani di Esistenza e per utilizzarle come i più avanzati strumenti di autoapprendimento per la crescita spirituale.

Questo testo è estratto dal libro "Theta Healing - I Sette Piani di Esistenza".

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

 

Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
IN QUESTA SEZIONE:
Articolo consigliato:

Theta Healing - I Sette Piani di Esistenza

-15%
Theta Healing - I Sette Piani di Esistenza Vianna Stibal

Vianna Stibal

Il ThetaHealing® è un processo meditativo semplice ed efficace che crea benessere fisico, psichico e spirituale immediato e duraturo. Crea un... continua