Eros e Amore - Videocorso Download di Igor Sibaldi
Disponibile per il download
immediato (formato digitale)
Acquista Seminario - Eros e Amore con Igor Sibaldi (Videocorso Download)

Guadagna 49 punti Gratitudine!


Seminario - Eros e Amore con Igor Sibaldi (Videocorso Download)

 
Eros e Amore (Videocorso Download) Igor Sibaldi

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 48,80
    Articolo non soggetto a sconti
  • Tipo: Video Download
  • Durata: 10 ore 48 min. circa
  • Formato: 6 File Video Mp4
  • Dimensione File: 7 GB
  • Anno: 2014
  • Formati disponibili: MP4

  • Scegli tra le versioni disponibili:
Potrai scaricare il file subito, al termine dell'acquisto, attraverso il link che riceverai via email, oppure accedendo all'area clienti del sito (sezione i tuoi download)
Puoi guardare questo Video su: - Windows e Mac con VLC Media Player
- iPhone e iPad con iTunes
- Smartphone e Tablet Android con Google Play Movie
- Lettori e dispositivi compatibili con il formato Mp4
Il diritto di recesso non può essere esercitato sui contenuti digitali come ad esempio eBook, Mp3 e Videocorsi in download. Continua a leggere >>

Ti è piaciuto questo corso? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

APPROFONDIMENTI VIDEO

Caricamento video...

Per scaricare questo video è consigliata una connessione internet superiore a 4Mbps
A chi ha connessioni internet normali, si consiglia di acquistare e scaricare un episodio alla volta trattandosi di un corso di 10 ore e 48 minuti.

Igor Sibaldi ci accompagna in un viaggio affascinante tra testi sacri, antiche culture e società alla scoperta del vero significato di Eros e Agape, smascherando molti dei grandi tabù della vita quotidiana ma soprattutto mostrando quali scenari si aprono una volta che questi tabù vengono finalmente lasciati alle proprie spalle. Un ciclo di incontri indispensabile per tutti coloro che desiderano approfondire cosa si cela dietro alla parola Amore.

L'origine di amore è la parola sanscrita kama: proprio la stessa del kama-sutra. Per una legge linguistica, avviene spesso che parole sanscrite che cominciano con la «k» ricompaiano in lingue europee senza quella «k»: così il sanscrito karma (sapete tutti cos'è), in latino diventa harmonia, e poi armonia in italiano.

E kama in sanscrito significa: un desiderio sessuale intenso ed esclusivo, cioè qualcosa di molto simile al nostro concetto di eros. Dunque, quando tu usi in italiano la parola amore, stai intendendo propriamente quel tipo di desiderio: quello è il vero contenuto, la forza della parola, e di quello stai parlando, al tuo genio della lampada di Aladino. Letteralmente, io ti amo in italiano significa: Io desidero avere rapporti sessuali con te e pretendo che tu non ne abbia con nessun altro. E la conferma è che anche in latino amor indica una veemenza, una pulsione erotica.

Il che fa suonare un po' insensata molta metafisica dell'amore. Pensate infatti a cosa significa, alla lettera, l'espressione italiana «amore universale». Praticamente è: «io scopo tutto».

Oppure «ama il prossimo tuo»! In latino non si diceva affatto ama proximum tuum, che sarebbe risultato scurrile, come a dire: «fatti il primo che passa»; bensì dilige proximum tuum, e diligere era l'equivalente latino di agapan.

Ma che qualcosa non vada nella parola «amore» lo sentiamo anche restando all'interno della lingua italiana. Ti dicono: «ama i tuoi genitori». Già, ma se poi un bambino dice alla mamma: «io ti amo», c'è qualche probabilità che la mamma lo porti dallo psicologo. E un prete può dire che ama i suoi parrocchiani, ma se dice a un ragazzino: «sai, Giorgino, io ti amo» c'è il rischio che Giorgino lo vada a dire a un poliziotto o a un giornalista. Dunque questa parola in italiano è meglio lasciarla da parte, parlando di agape.

Capitoli del Videocorso

1. E SE NON FOSSE SOLTANTO COSÌ? - Nel sentimento chiamato «amore» ci sono lati oscuri, rischi di infelicità, che hanno radici profonde nella nostra psiche. Ma sono davvero inevitabili, o dipendono da un modo insufficiente di intendere il piacere, l’attrazione, la passione?

2. RAGIONE E PENSIERO - A volte questi due termini sono intesi come sinonimi: che grossolano equivoco! Sono in realtà due aspetti contrapposti dell’attività psichica, e ne derivano due modi diversi di intendere l’amore. Così, per il pensiero – che è la nostra facoltà più libera e generosa – il sentimento amoroso è soprattutto quell’Eros, di cui i bambini sono grandi esperti, e che gli adulti solitamente reprimono. Vediamo come, e perché.

3. I DIVIETI - Pudore, disgusto e morale sono gli strumenti con cui, nell’adolescenza, vengono plasmate le nostre pulsioni. Il mondo comincia a suddividersi, allora, in un’area «pura» e in un’area «impura». A chi conviene questa suddivisione? Proviamo a immaginarne una migliore, e a constatare le conseguenze che avrebbe su tanti aspetti della nostra vita quotidiana.

4. I TRAUMI PIÙ PROFONDI - I dizionari dicono, in genere, che la parola «Eros» è di origine ignota: in realtà deriva dall’ebraico, e in origine significava «l’attenzione che si desta». Si desta infatti sempre, nell’infanzia, e dal modo in cui viene soffocata possiamo cercare l’origine di tanti nostri traumi ed errori successivi. Impariamo ad analizzare questi ultimi, e a risalire a quel soffocamento iniziale. Il metodo è semplice: occorre solo un po’ di coraggio.

5. STORIE DI EROS - Gelosia, rabbia, rimuginamento, delusione, aggressività: sono trappole in cui incappano tante storie d’«amore», così come le si intende di solito. Sarebbero possibili in una storia di «eros», nel senso che abbiamo imparato a dare a questo termine? Probabilmente no. Ora, la nostra società è fatta di modo da giustificare le storie «d’amore». Come sarebbe, invece, una società che comprenda e apprezzi le storie di «eros»?

6. EROS E CREAZIONE - In molti miti della creazione l’«eros» divino è l’elemento principale. E con il progredire delle nostre scienze, possiamo intuire sempre meglio perché: vi è nell’«eros» un enorme potenziale evolutivo – e vi è, oggi, nella nostra società, un autentico timore dei cambiamenti che l’evoluzione comporterebbe. Ma, a vederlo da questo punto di vista, l’«amore» così come lo si intende di solito non è una maniera per rassegnarsi a star fermi, a ripetere sempre le stesse procedure? Esaminiamo alcune – le più consuete - procedure dell’«amore», e valutiamole in quest’altra chiave.

AUTORE

Igor Sibaldi

Igor Sibaldi è uno scrittore, studioso di teologia e storia delle religioni. Tiene regolarmente conferenze e seminari in tutta Italia di mitologia, exegis e psicologia del profondo. E' Autore di numerosi libri.

 

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo corso? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 6 ottobre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Come sempre Sibaldi non si smentisce mai: grandissimo! Il bello dei suoi lavori è che anche se hanno temi diversi sono sempre collegati come da un unico filo conduttore. La sua capacità di spiegare con semplicità quello che noi diamo per scontato e farci vedere molto altro credo che sia il suo pregio più grande. Una chiave di lettura su queste due parole che aprono un mondo. grazie!!!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 15 luglio 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Di stelle ce ne vorrebbero almeno dieci per questo dvd che in assoluto e quello che piu mi ha fatto riflettere e capire i meccanismi della mente umana.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 marzo 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Il videocorso mi è piaciuto molto,come sempre Sibaldi spiega molto bene anche le cose difficili ed è anche per questo che mi piace come scrittore. Per il download avrei preferito anche la soluzione di poter scaricare i video in coppia o tre a tre per il motivo che non ho una connessione troppo veloce ed ho impiegato parecchio per scaricare tutti in un colpo solo, anche se il sito avverte in questo senso. Il video corso eros e agape ha il pregio di fare chiarezza su due parole che sembrano scontate ma che invece esplorandole a fondo rivelano orizzonti nuovi e stimolanti.

Commenta questa recensione

QUESTO VIDEO SI TROVA IN:
AUTORI ED EDITORI