Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 12 punti Gratitudine!


Carciofo Bio - Estratto Idroalcolico

Favorisce le fisiologiche funzionalità digestive ed epatiche

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Ingredienti: alcool etilico bio, acqua, cynara scolium l. foglie bio 30%.

Nome comune: Carciofo.

Famiglia: Compositae.

Parte utilizzata: foglie caulinari.

COSTITUENTI PRINCIPALI:

  1. Cinarina, flavonoidi, cinaropicrina
  2. Sali minerali (potassio, calcio, magnesio)
  3. Acidi organici (malico, succinico).

ATTIVITA' PRINCIPALE:

  1. Azione epatorenale
  2. Azione ipocolesterolemizzante
  3. IMPIEGO TERAPEUTICO:
  4. Piccola insufficienza epatica
  5. Ipercolesterolemia e/o ipertrigliceridemia
  6. Turbe epatobiliari (epatiti, colecisti, statosi epatica)
  7. Ritenzione idrica

EFFETTI SECONDARI: L'uso della pianta e sconsigliato in caso di occlusione delle vie biliari e nelle donne che allattano in quanto sembra che freni la lattazione.

POSOLOGIA: Cynara Scolymus T.M.: 30 gocce 3 volte al dì.

PROPRIETA':

Il carciofo come coleretico e regolatore del flusso biliare si rende particolarmente utile nelle turbe epatobiliari dove può alleviare la sintomatologia.

La pianta agisce sul metabolismo lipidico diminuendo la produzione di colesterolo e trigliceridi endogeni, aumentandone l'escrezione o la ridistribuzione nei depositi naturali.

L'azione epatoprotettrice induce una riduzione dell'azotemia tramite una spiccata attività sul metabolismo dell'urea: gli estratti di carciofo, infatti, stimolano la trasformazione epatica di molecole azotate imperfettamente elaborate dal fegato insufficiente, poco diffusibili dal rene, in urea meno tossica e diffusibile attraverso il rene.

L'azione fortemente coleretica viene comunemente riferita alla presenza della cinarina (inattivata dalla cottura) mentre l'azione epatoprotettrice sarebbe legata, secondo alcune recenti sperimentazioni, a un mèlange protettore che include non solo la cinarina ma anche le molecole cosiddette banali che possiedono comunque un'azione disintossicante.

Certificazioni: Agricoltura Biologica UE.

Perchè trasformare?

"Per ottenere un materiale di più agevole e sicura assunzione"

LA TRASFORMAZIONE E LE SUE FASI:

  • RICONOSCIMENTO BOTANICO DELLA PIANTA (tessuto adulto per la tintura madre, tessuto meristematico-gemma,giovane getto,scorza dei giovani rami)
  • PULIZIA & TRITURAZIONE MECCANICA
  • MACERAZIONE MINIMO 30 GIORNI (SECONDO FU francese) in idoneo solvente
  • alcool & acqua
  • alcool, acqua & glicerina vegetale
  • DILUIZIONE 1:10 per la tintura madre e 1:20 per il gemmoderivato
  • PRESSATURA MECCANICA per recuperare il liquido rimasto intrappolato nel tessuto vegetale
  • FILTRATURA
  • ANALISI DI CONFORMITÀ'

FILIERA INTERAMENTE CERTIFICATA BIO da CCPB

  • MATERIA VEGETALE FRESCA & ITALIANA PROVENIENTE DA RACCOLTA SPONTANEA O OTTENUTA TRAMITE TECNICHE COLTURALI RISPETTOSE DELL'AMBIENTE
  • RISPETTO DEL CORRETTO TEMPO BALSAMICO
  • LAVORAZIONE TEMPESTIVA AL FINE DI LIMITARE LE DEGRADAZIONI ENZIMATICHE CHE ALTEREREBBERO IL FITOCOMPLESSO
  • CONTROLLO VIGILE SU TUTTA LA FILIERA
QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su