Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Farina di Mandorla di Toritto Pelata

 

Clicca per ingrandire

Guarda 360

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Ingredienti: farina di mandorla sgusciata e tostata.

Le mandorle pelate vengono sottoposte all'azione di una tritatrice a moduli di taglio per la produzione di granulometrie diverse per ottenere la farina. Si può utilizzare come formaggio vegetale.

La farina di mandorla pelata è particolarmente ricca di proteine e di zuccheri, vitamine E e del Gruppo B, sali minerali (potassio, magnesio, fosforo, ferro, zinco).

Questa tradizionale farina di mandorle Pugliese è l'ideale per la preparazione di dolci e biscotti.

Ingredienti: farina di mandorla sgusciata e tostata. La confezione può contenere tracce di buccie.

Farina di Mandorla di Toritto Pelata

Un progetto sostenibile

A Toritto, nel cuore del Parco dell'Alta Murgila la famiglia Latrofa con passione e spirito imprenditoriale, ha realizzato un progetto sostenibile di Filiera corta della Mandorla di Toritto, cultivar antica Filippo Cea e alimenti funzionali biologici rendendo giustizia ad una biodiversità del territorio e realizzando un ecomuseo naturale.

Fattoria della Mandorla e' un progetto di politica orizzontale, sostenibile e solidale, per la ricerca e la promozione del bene comune dal quale dipende la qualita' della vita, per il bene e la cura della propria polis, per la realizzazione della volonta' generale, per la difesa del proprio territorio , che valorizza una biodiversita' naturale , salvaguardando i principi nutritivi del seme mandorla,a vantaggio della salute dell'essere umano.

APPROFONDIMENTI

Mandorle di Toritto

Farina di Mandorla di Toritto Pelata

Il Mandorlo è una pianta robusta che cresce bene anche su terreni poveri, poco profondi e aridi.

In particolare, sul territorio del comune di Toritto, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia, si sono sviluppate varie cultivar autoctone che portano il nome di illustri cittadini torittesi come ad esempio la antica "Rachele", "Piscalze", la "Antonio DeVito", la quale si è originata all'inizio del XIX secolo nel territorio di Toritto in contrada Parchitello, e la più celebre "Filippo Cea".

La cultivar Filippo Cea risale agli inizi del XX secolo ed ha avuto origine nel podere in contrada Matine del torittese Filippo Cea, nato nel 1858.

Questa, presenta caratteristiche di eccellenza: ha un alto contenuto in olio e acidi grassi polinsaturi, una bassissima acidità e un sapore intenso ma, allo stesso tempo, equilibrato, con note di burro finali.

La coltivazione, viene effettuata in asciutto, con qualche irrigazione di soccorso, non predilige eccessive concimazioni e si adattata bene ai territori murgiani.

E' tra le più resistenti e longeve varietà locali, per cui si adatta alle alture più esposte della Murgia.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 4 aprile 2017

Ottimo prodotto, lo uso per prepare principalmente dolci. Il prezzo è un pochino alto, purtroppo come per tutti i prodotti bío.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su