Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Pan di Mandorla Vaniglia

 

Clicca per ingrandire

Guarda 360

Ti è piaciuto questo prodotto? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Le creme di Fattoria, arricchite con olio di mandorla, sono alimenti naturali e funzionali con notevole effetto biostimolante.

Le creme sono prodotte mediante un processo naturale che non prevede il trattamento di pastorizzazione; tutte le proprietà e le qualità del seme di mandorlo sono preservate.

Questo consente alle creme di fattoria di rappresentare un alimento unico con notevole proprietà terapeutiche ricco in vitamine che hanno effetti benefici sulla salute, migliorando l'umore, rafforzando ossa, unghie e capelli, rendendo la pelle più delicata e morbida.

Utilizzo: ideale da spalmare sul pane, come merenda o antipasto, per insaporire molte pietanze con verdure e salse.

Ingredienti: farina di mandorla di Mandorle di Toritto pelata 54%, zucchero di Canna*, Alccol* esrtratto naturale di Vaniglia* 0,9%. La confezione può contenere tracce di buccia.

*Da agricoltura biologica.

PROCESSO DI FILIERA CORTA BREVETTATO

 

APPROFONDIMENTI

Mandorle di Toritto

Pan di Mandorla Vaniglia

Il Mandorlo è una pianta robusta che cresce bene anche su terreni poveri, poco profondi e aridi.

In particolare, sul territorio del comune di Toritto, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia, si sono sviluppate varie cultivar autoctone che portano il nome di illustri cittadini torittesi come ad esempio la antica "Rachele", "Piscalze", la "Antonio DeVito", la quale si è originata all'inizio del XIX secolo nel territorio di Toritto in contrada Parchitello, e la più celebre "Filippo Cea".

La cultivar Filippo Cea risale agli inizi del XX secolo ed ha avuto origine nel podere in contrada Matine del torittese Filippo Cea, nato nel 1858.

Questa, presenta caratteristiche di eccellenza: ha un alto contenuto in olio e acidi grassi polinsaturi, una bassissima acidità e un sapore intenso ma, allo stesso tempo, equilibrato, con note di burro finali.

La coltivazione, viene effettuata in asciutto, con qualche irrigazione di soccorso, non predilige eccessive concimazioni e si adattata bene ai territori murgiani.

E' tra le più resistenti e longeve varietà locali, per cui si adatta alle alture più esposte della Murgia.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su