Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per il download
immediato (formato digitale)
  Aggiungi al Carrello
Formato:

Guadagna 6 punti Gratitudine!


Aldabra (eBook)

La Tartaruga che amava Shakespeare

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 5,99
    Articolo non soggetto a sconti
  • Tipo: eBook - PDF
  • Pagine: 144
  • Anno: 2013
  • Protezione: Adobe DRM (cosa significa?)
  • Formati disponibili: pdf, epub

  • eBook
Puoi leggere questo ebook su: - Windows e Mac con Adobe Digital Edition
- iPhone e iPad con l'applicazione BlueFire Reader
- Smartphone e Tablet Android con Aldiko Reader
- eReader compatibili con il formato pdf/epub e protezione Adobe DRM
NB: L'editore non consente la stampa di questo ebook.
Il diritto di recesso non può essere esercitato sui contenuti digitali come ad esempio eBook, Mp3 e Videocorsi in download. Continua a leggere >>

Ti è piaciuto questo eBook? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

«Il trucco per farla in barba alla morte è trasformarsi» dice la nonna alla nipote nella prima parte di questo romanzo. E a tutto si pensa tranne al «tipo» di trasformazione e alla sorpresa, all'allegria, allo straordinario che vi sono connessi.

È stupefacente quanta profondità si celi in questo breve romanzo: la lenta trasformazione della vecchiaia, dolorosa in altri casi, diventa qui un recupero di vitalità. E il libro invita a valorizzare le infinite risorse che la fantasia ci mette a disposizione.

La qualità particolare di Silvana Gandolfi è quella di raggiungere, attraverso trame e avventure coinvolgenti, temi profondi e simbolici, come avviene nei suoi altri romanzi.

E sempre sullo sfondo di paesaggi reinventati: in questo caso una Venezia segreta e quasi sconosciuta.

AUTORE

Silvana Gandolfi è nata a Roma, dopodiché ha sempre fatto con passione il meno possibile. Ha un grande talento nell’esercitare la propria pigrizia in posti lontani, raggiungibili solo con viaggi lunghi e molto, molto faticosi. Si è fatta largo a colpi di machete nella giungla africana per contemplare immobile per due settimane un ippopotamo a mollo in uno stagno. Ha attraversato sette mari e due oceani per stendersi per alcuni mesi su un’amaca in un’isola sperduta. Quando il figlio di Silvana, Luca, era bambino, inventava storie per lui in modo da avere un ottimo pretesto per non cucinare o stirare. Ha scritto novelle, romanzi d’amore, racconti per la radio, ma ora vuole dedicarsi soprattutto ai libri per bambini. I bambini - dice - sono gli unici a non criticare la mia pigrizia. Ma vi sembra pigra un’autrice che ha scritto tanti capolavori ricevendo in Italia tutti i maggiori premi?

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su