Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Autobiografia Spirituale (eBook)

Autobiografia Spirituale (eBook)

  Clicca per ingrandire

Tenzin Gyatso, il XIV Dalai Lama, ha più di settant'anni, "ma la sua coscienza si estende per sette secoli di storia". La sua esistenza costituisce un ponte tra passato e futuro, e assume una... continua

Ti è piaciuto questo eBook? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Puoi leggere questo ebook su: - Windows e Mac con Adobe Digital Edition
- iPhone e iPad con l'applicazione BlueFire Reader
- Smartphone e Tablet Android con Aldiko Reader
- eReader compatibili con il formato e protezione Adobe DRM
NB: L'editore non consente la stampa di questo ebook.
Il diritto di recesso non può essere esercitato sui contenuti digitali come ad esempio eBook, Mp3 e Videocorsi in download. Continua a leggere  

Disponibile per il download
immediato (formato digitale)

Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 8 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Questo EBOOK - EPUB è disponibile anche in versione cartacea

Versione cartacea

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Tenzin Gyatso, il XIV Dalai Lama, ha più di settant'anni, "ma la sua coscienza si estende per sette secoli di storia". La sua esistenza costituisce un ponte tra passato e futuro, e assume una dimensione universale che ha valore esemplare per l'intera umanità.

Nel cinquantesimo anniversario dell'esilio seguito all'invasione cinese del Tibet, il Dalai Lama licenzia la sua autobiografia spirituale, con la quale invoca una profonda rivoluzione etica e invita ciascuno ad assumersi la sua parte di responsabilità per difendere l'avvenire delle generazioni future.

Con la stessa naturalezza con cui riferisce i suoi ricordi d'infanzia, il Dalai Lama narra gli aneddoti e le gesta delle sue vite anteriori, riflette anche sulla sua successione, parla della sua carica di capo spirituale e di portavoce del Tibet e commenta l'impatto che tale ruolo ha sulla scena internazionale.

Senza mai dimenticare i tre grandi impegni della sua vita e della sua missione: in quanto essere umano egli riafferma l'importanza di sviluppare le qualità del cuore per il bene di tutti; in quanto monaco buddista esorta al dialogo con le altre religioni, con i non credenti e con gli scienziati; in quanto Dalai Lama promuove una politica di bontà e lancia al mondo un appello alla consapevolezza.

Nell'era della civiltà planetaria e della storia globale, un libro che contiene formidabili lezioni di vita, scritto da una personalità d'eccezione che si dona con spirito e verità, per festeggiare un trionfo della pace.

Autore

Dalai Lama - Foto autore

Il Dalai Lama Tenzin Gyatso (1935) è il quattordicesimo leader politico e spirituale del popolo tibetano, autorità religiosa, voce tra le più ascoltate del pacifismo mondiale, nel 1989 è stato insignito del Premio Nobel per la pace.

Dal 1959 il Dalai Lama vive in esilio in India, a Dharamsala, sede del governo tibetano. Ha scritto un gran numero di testi sul buddhismo e sul rapporto tra religione, scienza e ambiente.

Sin da quando aveva solo 2 anni fu riconosciuto come la reincarnazione del proprio predecessore. Figlio di genitori contadini, dall’età di 6 anni ricevette un’educazione religiosa mirata, ritirandosi a vita monastica, fino a prendere i voti.

Dalai Lama vuol dire oceano di saggezza, e solo il vero illuminato può avvalersi di tale titolo, perché sceglie di reincarnarsi per servire l’umanità intera.

Infatti, il suo oneroso compito di pacifista fu messo in atto sin dal primo momento della sua carica, a soli 15 anni. Egli si trovò a capo del governo tibetano proprio quando la Cina stava per invadere il territorio nazionale e, da subito, dovette ricorrere ai suoi metodi pacifisti per provare a trattare con Mao Zedong e gli altri leader cinesi.

Il suo obiettivo era semplicemente far rispettare il credo religioso dei tibetani senza alcuna costrizione. Purtroppo, però, i suoi tentativi fallirono e fu costretto all’esilio.

Rifugiatosi in India, il Dalai Lama non ha mai smesso di “lottare”, senza mai ricorrere alla forza ma in maniera sempre decisa, per far valere i diritti dei tibetani contro la dittatura cinese.

I suoi insegnamenti, però, sono sempre andati ben oltre i confini di queste nazioni.

Come si evince dai suoi libri e dai suoi messaggi, il Dalai Lama esorta al rispetto per sé stessi, per gli altri, per la terra e per ogni genere di diversità.

Le differenze religiose, politiche e sessuali non devono rappresentare delle barriere, bensì dei punti d’incontro, di crescita e di ulteriore spiritualità.

La natura del mondo dipende dalle azioni degli esseri umani, quindi se le persone fanno cose scellerate, tutto il mondo ne paga le conseguenze.


Torna su
Caricamento in Corso...