eBook
Costruire Sostenibilità: Crisi Ambientale e Bioarchitettura (eBook)

  Clicca per ingrandire

Costruire Sostenibilità: Crisi Ambientale e Bioarchitettura (eBook)

a cura di Wittfrida Mitterer, Gabriele Manella

  • Prezzo € 12,50

    Articolo non soggetto a sconti per volontà dell'editore

  • Tipo: eBook - PDF
  • Pagine: 146
  • Anno: 2013
  • Protezione: Adobe DRM (cosa significa?)
  • Formati disponibili:

Il volume mostra le premesse da cui parte la bioarchitettura, nonché alcuni elementi che caratterizzano l'alfabetizzazione ecologica. Costruire, progettare e conservare con materiali buoni, puliti... continua

Ti è piaciuto questo eBook? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Puoi leggere questo ebook su: - Windows e Mac con Adobe Digital Edition
- iPhone e iPad con l'applicazione BlueFire Reader
- Smartphone e Tablet Android con Aldiko Reader
- eReader compatibili con il formato e protezione Adobe DRM
NB: L'editore non consente la stampa di questo ebook.
Il diritto di recesso non può essere esercitato sui contenuti digitali come ad esempio eBook, Mp3 e Videocorsi in download. Continua a leggere  

Disponibile per il download
immediato (formato digitale)

Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 13 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Il volume mostra le premesse da cui parte la bioarchitettura, nonché alcuni elementi che caratterizzano l'alfabetizzazione ecologica.

Costruire, progettare e conservare con materiali buoni, puliti e giusti, non consumare più ulteriore suolo, sono mezzi per diffondere una visione della vita stessa in cui ci sia spazio e diritti per tutti.

Il volume presenta la bioarchitettura, movimento capeggiato da Ugo Sasso e Witti Mitterer, come portatrice di un "nuovo umanesimo", dove crescita ed espansione edilizia cedono finalmente il passo a riqualificazione e cura del contesto.

Avvalendosi delle "voci", italiane e non, di architetti, sociologi e liberi professionisti, i curatori intendono dimostrare come la bioarchitettura sia espressione di un nuovo modo di costruire, contribuendo a cambiare e salvare quel che resta del nostro territorio e, in definitiva, del nostro mondo. Un mondo profondamente ingiusto, dove gli interessi di pochi affossano la vita e la salute di miliardi di soggetti: la bioarchitettura abbandona una visione puramente tecnica e sceglie una vera e propria antropologia integrale.

Costruire, progettare, conservare, con materiali buoni, puliti e giusti, non sottrarre più metri quadrati all'agricoltura, sono solo un mezzo per diffondere una visione della vita in cui vi sia spazio e diritti per tutti. È evidente l'ambizione sociale di una disciplina che assume l'eco-compatibilità come principio guida e l'alfabetizzazione ecologica come condizione imprescindibile.

Con la bioarchitettura, quindi, non si costruisce solo un edificio, una piazza o un quartiere, ma anche relazioni e qualità della vita. Lo testimonia il ricorso ai masterplan, all'urbanistica partecipata e ad altri strumenti che prevedono l'ascolto dei futuri abitanti e dei fruitori.


Torna su
Caricamento in Corso...