Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per il download
immediato (formato digitale)
  Aggiungi al Carrello
Formato:

Guadagna 5 punti Gratitudine!


Intervista a Paracelso (eBook)

L'uomo in anticipo

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 4,99
    Articolo non soggetto a sconti per volontà dell'editore
  • Tipo: eBook - PDF
  • Anno: 2014
  • Protezione: Watermark (cosa significa?)
  • Formati disponibili: pdf, epub, mobi

  • eBook
Puoi leggere questo ebook su: - Windows e Mac con Adobe Digital Edition
- iPhone e iPad con l'applicazione iBooks
- Smartphone e Tablet Android con Aldiko Reader
- eReader compatibili con il formato pdf/epub/mobi
Il diritto di recesso non può essere esercitato sui contenuti digitali come ad esempio eBook, Mp3 e Videocorsi in download. Continua a leggere >>

Ti è piaciuto questo eBook? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Un'intervista immaginaria, basata sui testi originali di due giganti del pensiero: Paracelso e Blavatsky.

Un'opera unica nel panorama editoriale mondiale, sicuramente insolita, profonda a vari livelli, secondo la conoscenza interiore di ciascun lettore.

«La Scienza non può, a causa della stessa natura delle cose, svelare il grande mistero dell'Universo che ci circonda. L'audace indagatore, che voglia esplorare i segreti più intimi della Natura, deve trascendere gli angusti limiti dei sensi e trasferire la sua coscienza nella regione del Noumeno e nella sfera delle Cause Primordiali.» H. P. Blavatsky

Paracelso e il discepolo Van Helmont (1577-1644) sono concordi circa la grande potenza della volontà in stato di estasi; essi dicono che «lo spirito è diffuso dappertutto ed è il medium del magnetismo»; che la pura Magia primitiva non consiste in pratiche superstiziose ed in inutili cerimonie, ma nella volontà imperativa dell'uomo.

«Non sono gli spiriti del cielo e dell'inferno i dominatori della natura fisica, ma l'anima e lo spirito dell'uomo, nascosti in lui come il fuoco è nascosto nella selce.»

Per quanto riguarda M.me Blavatsky, è chiarificatore un ricordo di Gandhi (1869-1948). Nella sua Autobiografia, il Mahatma scrive: «Verso la fine del mio secondo anno in Inghilterra incontrai due fratelli teosofi. Una volta essi mi portarono alla Loggia Blavatsky e mi presentarono a Madame Blavatsky ed alla signora Besant. Ricordo di aver letto, dietro loro invito La chiave della Teosofia di Madame Blavatsky. Quest'opera stimolò in me il desiderio di leggere libri di induismo, e mi liberò dall'idea ispirata dai missionari che l'induismo fosse pieno di superstizioni» (Gandhis Autobiography: The Story of My Experiments with Truth. Washington: D.C. Public Affair Press, 1948, pagg. 90-91, 321)

Un testo tosto. Per studiosi e sperimentatori del profondo.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su