Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per il download
immediato (formato digitale)
  Aggiungi al Carrello
Formato:

Guadagna 2 punti Gratitudine!


Sylvie, Ricordi del Valois (eBook)

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 1,99
    Articolo non soggetto a sconti
  • Tipo: eBook - EPUB
  • Pagine: 76
  • Anno: 2012
  • Protezione: NoDRM (cosa significa?)
  • Formati disponibili: epub, mobi

  • eBook
Puoi leggere questo ebook su: - Windows e Mac con Adobe Digital Edition
- iPhone e iPad con l'applicazione iBooks
- Smartphone e Tablet Android con Aldiko Reader
- eReader compatibili con il formato epub/mobi
Il diritto di recesso non può essere esercitato sui contenuti digitali come ad esempio eBook, Mp3 e Videocorsi in download. Continua a leggere >>

Ti è piaciuto questo eBook? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Les Filles du feu, raccolta di cui Sylvie fa parte, apparve nel gennaio del 1854, in un periodo in cui Gèrard de Nerval era internato nella clinica del dottor Émile Blanche a Passy. Si tratta di otto racconti dedicati all'amico fraterno Alexandre Dumas: Angélique, Sylvie, Chansons et légendes du Valois, Jemmy, Octavie, Isis, Corilla, Emilie.

Nell'edizione originale chiudono il volume i dodici sonetti intitolati Les Chimères.

Sylvie è certamente il più noto dei racconti de Les Filles du feu, e probabilmente uno dei lavori meglio riusciti dell'intera produzione di Nerval.

In una costruzione perfetta e coinvolgente, Aurélie, Sylvie e Adrienne emergono in profili ora di sogno, ora reali, ma sempre vivissimi, capaci di tessere continui legami tra passato e presente talmente forti da farsi correspondances.

Nella donna, di cui nomi e fattezze sembrano solo declinazioni contingenti scaturite dall'incontro con la bellezza terrena, c'è ogni cosa: tentazione, espiazione, soluzioni pratiche e idillio da fin'amor.

Nella figura di volta in volta di regina, madre, dea, pastorella, vi è sempre il pretesto ideale per invocare la salvazione tanto necessaria e che alla fin fine dovrebbe risolvere l'ossessivo rimpianto dell'infanzia, vero male del mondano e insoddisfatto protagonista.

I castelli magici e i paesaggi del nord, avvolti da brume e disseminati di parchi filosofici a tema che strizzano l'occhio a Rousseau, non possono che essere il luogo ideale di una ricreazione, oltre che dell'uomo autentico, anche di un passato nazionale, forse mai veramente esistito, ma che affonderebbe le sue frementi radici in tempi pagani e culti misterici, tanto affini alle passioni esoteriche di Nerval.

Niente di più, insomma, di quel che quasi ogni uomo prova per quasi ogni donna. Molto di più, se a dare anima e lettere a questa incompiutezza dal sapore non ancora schematicamente freudiano, è un poeta immenso e ispirato come Gèrard de Nerval.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su