Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 25 punti Gratitudine!


Adesso - Blog!

Le 22 (immutabili) leggi del blogging

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Nel web c’è posto per tutti ma bisogna saper cogliere il vento per avanzare. Questa guida ci insegnerà a navigare approfittando anche della bonaccia!

Quali sono i segreti di un blog di successo? Come si può essere «unici» e non confondersi nel mare magnum del web?

Spesso i libri sul blogging forniscono informazioni tecniche come creare i contenuti o quale piattaforma scegliere -, importanti ma non decisive per creare un blog che abbia qualche speranza di distinguersi dagli altri e attirare un pubblico numeroso.

In realtà, il primo passo da fare per aprire un blog non è di tipo pratico, ma... introspettivo. Non serve a nulla conoscere piattaforme e plugin, se non si è prima riflettuto su ciò che vogliamo davvero comunicare.

Formulando le sue «22 (immutabili) leggi del blogging», Daniele Imperi ci offre qualcosa che non troveremo facilmente sul web e che ci permetterà di definire l’obiettivo, di individuare la direzione corretta da seguire, di capire qual è il tipo di blog più adatto a noi, di essere originali e dunque di farci ricordare.

Si sa, le regole non piacciono a nessuno, ma esistono e volerle ignorare rischia di farci perdere tempo e disperdere energie preziose.

 

INDICE

Premessa a cura di Monia Papa

ADESSO BLOG!

Introduzione

  1. La legge dell'unicità
  2. La legge della nicchia
  3. La legge della semplicità
  4. La legge della cerchia
  5. La legge della bonaccia
  6. La legge della gogna
  7. La legge del fabbisogno
  8. La legge della focalizzazione
  9. La legge del punto di vista
  10. La legge della sostanza
  11. La legge dell'empatia
  12. La legge dello storytelling
  13. La legge della fiducia
  14. La legge della percezione
  15. La legge della periodicità
  16. La legge della personalità
  17. La legge del dialogo
  18. La legge della livella
  19. La legge dell'evoluzione
  20. La legge della frammentazione
  21. La legge della rinuncia
  22. La legge delle risorse

Nota finale

APPROFONDIMENTI

Introduzione:

"Aziende e blog nascono e muoiono ogni giorno, ma prima che leggessi Le 22 immutabili leggi del marketing di Al Ries e Jack Trout non ne avevo capito il vero motivo. Quella lettura è stata illuminante, perché mi ha fatto comprendere come quelle leggi siano applicabili in qualsiasi settore e non solo nel marketing. Quel libro è sempre vicino a me, a portata di mano, perché rappresenta un manuale da consultare spesso. Ormai credo di averlo letto diverse volte e lo rileggerò ancora.

Fu così che un giorno, mentre lasciavo vagare la mente nei più disparati pensieri, mi sono chiesto: e se individuassi altrettante leggi nel blogging? Perché anche il blogging, come il marketing, ha leggi sue, alcune evidenti, altre meno, ma ci sono e decretano il successo o il fallimento di ogni blog che nasca nel web.

A partire dal 2005 ho aperto oltre 20 blog. Sì, proprio 20, due volte dieci. Quanti ne restano in vita? Soltanto uno: pennablu.it. Gli altri sono morti, alcuni sul nascere, altri dopo qualche anno. Uno giace semi-abbandonato, nell'attesa di un restyling e della creazione di un calendario editoriale. Nessuno di quelli, eccetto Penna blu, rispettava le immutabili leggi del blogging.

Prima di parlare di queste leggi voglio però dire qualcosa. Negli anni passati ho letto alcuni libri e ebook sul blogging, ma non ho imparato nulla di più di ciò che sapevo o potevo benissimo intuire. I libri sul blogging si somigliano un po' tutti e in genere non offrono contenuti nuovi o migliori di quelli che possiamo trovare facilmente online. Nel 2009 ho scritto anche io un libro sul blogging, revisionato e ampliato diverse volte fino a raggiungere una versione definitiva nel 2012. L'ho inviato ad alcune case editrici e una lo ha prima accettato e poi rifiutato. Misteri dell'editoria. Avevo deciso di rimetterci mano e riscriverlo da capo, ma poi ho cambiato idea: era il solito libro sul blogging e non offriva nulla di più rispetto a ciò che potete benissimo trovare in rete.

Secondo me i libri sul blogging sbagliano approccio, concentrandosi soltanto sugli aspetti tecnici e non su quelli pratici e motivazionali. Alcuni trattano di piattaforme per blog e di come usarle - come i tanti libri su WordPress -, argomenti che, come al solito, possiamo leggere gratis online. Io ho voluto ispirarmi proprio al libro Le 22 immutabili leggi del marketing e offrire una lettura diversa sul blogging, dal punto di vista delle leggi che lo regolano.

Quando leggiamo le tante guide sui blog, sia nei libri sia nei numerosi articoli presenti nel web, possiamo individuare una serie di elementi comuni: si parla sempre di come creare contenuti, di progettazione, di piattaforme più o meno valide per aprire un blog, del miglior hosting da acquistare, dei plugin più utili, della SEO e delle strategie social. Chi più, chi meno fornisce sempre informazioni di questo tipo, importanti e indispensabili nel blogging, ma non prioritarie. È vero che per aprire un blog dobbiamo conoscere anche le questioni tecniche, che richiedono un lavoro concettuale e manuale (l'installazione della piattaforma e dei vari plugin per potenziarla, la scrittura dei post, la loro ottimizzazione per i motori di ricerca, i metodi di condivisione sui social media ecc.), ma prima di tutto occorre un lavoro introspettivo, che può essere svolto conoscendo le leggi che regolano il blogging.

È tutta una questione di errori: le leggi ci impediscono di commetterli. Ci aiutano a capire quale blog sia più adatto a noi, ci danno la giusta forma mentis per aprirne uno, ci indicano in che direzione muoverci. Soltanto dopo possiamo sentirci pronti per la parte tecnica e finalmente essere online con il nostro primo blog.

A nessuno sono mai piaciute le leggi, ma purtroppo esistono. Il blogging è una forma di comunicazione e, al di là della piattaforma usata, è regolato da una serie di leggi, che possiamo anche ignorare, ma a nostro svantaggio, proprio come accade nel marketing. Io ne ho fatto le spese, quando ero inesperto e anche quando la mia esperienza avrebbe dovuto suggerirmi di fare altrimenti.

Se avessi conosciuto prima queste leggi, non avrei mai commesso tutti gli errori che ho fatto. Ma chi aveva mai pensato alle leggi sul blogging? Quando ho aperto il mio primo blog, sono andato alla cieca. Sapevo dell'esistenza dei blog, certo, ma non sapevo nulla su come crearne uno, di come si scrivesse per il web, di cosa fosse un piano editoriale (a quel tempo non se ne parlava nemmeno), figuriamoci di leggi da osservare.

Oggi si parla tanto di piano editoriale e di originalità come se fossero una sorta di bacchetta magica che ci permette di portare avanti un blog senza problemi. Un piano editoriale è senza dubbio utile, anzi è impensabile aprire un blog senza crearne uno, così come essere originali - con tutti i significati che vogliamo dare a questo termine - è un tratto distintivo.

Ma tutto ciò viene dopo.

Prima ci sono le leggi del blogging da conoscere e osservare. E questo libro ne parla."

Daniele Imperi

AUTORE

Daniele Imperi scrive per il web da molti anni. Ha firmato articoli per diverse testate online e webzines su vari argomenti, dal web design alle ottiche seo, dal web marketing ai social media. Si è sempre occupato, in particolare, di blogging e scrittura per il web, sia per progetti personali sia in ambito professionale. Autore di vignette e disegni, da alcuni anni cura il seguitissimo blog pennablu.it, sul quale pubblica recensioni di libri, racconti di viaggio, spunti e consigli per blogger e scrittori.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su