-15%
Anoressia Rabbiosa

  Clicca per ingrandire

Anoressia Rabbiosa

La ribellione muta e i sentimenti repressi

Luciano Peirone, Elena Gerardi

  • Prezzo € 20,40 invece di € 24,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 234
  • Formato: 15x21
  • Anno: 2011

La distorta immagine di sé; l'ossessivo autocontrollo sul corpo, sul suo peso, sul cibo da (non) inghiottire ed eventualmente vomitare; i vissuti ansioso-depressivi, i conflitti interpersonali, i... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 21 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

La distorta immagine di sé; l'ossessivo autocontrollo sul corpo, sul suo peso, sul cibo da (non) inghiottire ed eventualmente vomitare; i vissuti ansioso-depressivi, i conflitti interpersonali, i disturbi sessuali e della vita affettiva in generale, il cattivo uso dell'intelligenza, la patologica strumentalizzazione della precisione e di certi ideali di irrealistico perfezionismo. Ecco, in sintesi, l'essenziale quadro di riferimento della anoressia, un autentico paradosso per la "abbondante" civiltà occidentale.

Ma c'è dell'altro: il lato più oscuro del rifiuto del cibo. Sottile, quasi invisibile, accanto e dietro al sintomo fisico si muove una ridda di pensieri e soprattutto di fantasmi inconsci, imbevuti di immaturità e insicurezza, dipendenza e invidia, menzogna e manipolazione, ribellione e cattiveria. "Togliete il mio posto a tavola!" è il comando (al tempo stesso supplichevole e patetico, gelido e ricattatorio) che ben esemplifica il desiderio di controllo sul cibo e sull'ambiente familiare-relazionale, nonché i sentimenti negativi, a lungo covati e tenuti celati, che talvolta esplodono in una "cascata di rabbia", finalmente visibile.

Emerge in tal modo un quadro della personalità del soggetto anoressico, il quale è perennemente in lotta: prigioniero di una muta rivolta nei confronti del mondo, oppresso da una aggressività repressa ed inespressa, portatore di un corpo che tende al "virtuale" e ad una esagerata "mentalizzazione".

Prefazione di Mario Fulcheri.

Autori

Luciano Peirone è uno psicologo e psicoterapeuta con oltre 30 anni d'esperienza e professionalita' per quanto concerne la risoluzione delle problematiche psicologiche. Vanta un'incredibile curriculum formativo e professionale sia di carattere nazionale che internazionale, comprendente la specializzazione in sessuologia.

Elena Gerardi, psicologa e psicoterapeuta, lavora a Torino. Annovera collaborazioni in termini di consulenza, didattica, formazione e ricerca con varie istituzion


Torna su
Caricamento in Corso...