Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per la spedizione
entro 5 giorni lavorativi
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 30 punti Gratitudine!


Aradia - Il Vangelo delle Streghe

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Aradia è il manoscritto contenente le dottrine della Stregheria italiana.

I temi salienti che costituiscono la trama o il nucleo centrale di questo Vangelo, cioè, che Diana è la Regina delle Streghe ed è associata con Erodiade (Aradia) nella sua relazione con la stregoneria; che ebbe un figlio da suo fratello, il Sole (qui Lucifero); che in quanto dea della luna è in qualche rapporto con Caino, prigioniero nella luna; che le streghe dei tempi antichi erano persone oppresse dai signori feudali, dei quali si vendicavano in tutti i modi, e che celebravano orge in onore di Diana, orge che la Chiesa interpretò come adorazione di Satana.

Questo materiale tradizionale, scritto da maghi e streghe, è molto interessante e curioso, in quanto in esso sono conservate molte vestigia di credenze che sono state tramandate dai tempi antichi. Aradia è chiaramente Erodiade, che anticamente era associata a Diana quale capo delle streghe e forse una replica più antica di Lilith che portava lo stesso nome.

In questa figura infatti sono abbinate e identificate le Regine del Cielo, o Regine della Notte e della Magia, dei popoli ariani e semiti ed è possibile che ciò fosse noto ai primi creatori dei miti. Già nel sesto secolo d.C., l’adorazione di Erodiade e di Diana fu condannata dalla Chiesa al Concilio di Ancira. Piperno e altri autori hanno messo in luce l’identità evidente di Erodiade e di Lilith. Iside le precedeva entrambe.

In questo testo Diana è presentata con toni vigorosi, perfino drammatici, come la dea delle persone malvagie ed empie, dei ladri, delle prostitute e, abbastanza giustamente, dei «protetti della luna», come Falstaff li avrebbe chiamati. Si riconosceva nell’antica Roma, come si riconosce oggi in India, che nessun essere umano può essere così malvagio o abietto da essere privato di un qualche genere di protezione divina e Diana era questa protettrice.

AUTORE

Charles Godfrey Leland, nasce a Filadelfia nel 1824 da una ricca famiglia inglese. Avvicinato alla cultura stregonesca dalle domestiche irlandesi, si interessò precocemente di esoterismo, applicandosi nella traduzione di numerosi testi.

Viaggiò spesso in Europa per ricerche antro-pologiche, fermandosi in Francia e Inghilterra, e si occupò di culture marginali: zingari e indiani d'America.

Aderì al movimento anarchico e partecipò a insurrezioni, come il 1848 parigino e la guerra di secessione americana.

Nel 1888 si trasferì a Firenze, dove mori il 20 marzo 1903.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 17 giugno 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Molto interessante. Ho apprezzato l'esaustività e leggerezza del contenuto,ma nonostante queste ultime è ricco di informazioni.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su