Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Astronomia Egizia

Introduzione alle conoscenze astronomiche dell'antico Egitto

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L'importanza dell'astronomia per lo studio delle civiltà antiche è oggi indiscussa e le sue radici sono da ricercare nelle conoscenze dei popoli del vicino oriente antico. L'apporto della cultura egiziana risulta basilare per le sue origini.

A differenza delle culture limitrofe, interessate principalmente agli aspetti astrologici, gli antichi abitanti della terra delle piramidi utilizzarono i dati astronomici per calcoli concreti: l'orientamento delle costruzioni, l'introduzione del calendario, il computo delle ore...

Le fonti, purtroppo, sono rare come le informazioni sul pensiero scientifico degli Egizi; tuttavia, in quest'opera, viene delineato un quadro articolato, preciso e chiaro sul concetto, per molti versi intricato e sfuggente, di astronomia per le antiche popolazioni.

Agli egiziani va, inoltre, il grande merito di aver realizzato qualcosa di straordinario: inventarono la nozione di "tempo", attribuendogli un inizio e una fine, prendendo atto che il suo sviluppo andava oltre il regno di un singolo faraone, comprendendo l'eternità.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 12 maggio 2015

L'astronomia egizia, lungi dall'essere un sottoprodotto di quella sumera o babilonese, ha avuto una precisione di calcolo che ha ancora oggi dello sbalorditivo: gli orientamenti dei templi e delle piramidi sono rimasti ineguagliati fino ad oggi. La comprensione interiore ed esteriore, spirituale e visiva, matematica e simbolica che avevano gli Egizi del cosmo stupisce per la sua alta caratura e per la raffinatezza logica. Non è un caso se un buon numero di filosofi, astronomi e matematici greci andavano ad abbeverarsi alla fonte del divino Ermete, per espandere le loro esigue conoscenze ma soprattutto per espandere le loro coscienze. Buona lettura a tutti voi!!!

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su