Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Autoanalisi

Come e fino a che punto ci si può analizzare da se stessi

-15%
Autoanalisi

  Clicca per ingrandire

Esiste una vasta letteratura sull'autocambiamento. Essa non si rivolge a chi soffre di gravi patologie psichiche, che esigono un trattamento professionale, ma a chi è insoddisfatto delle proprie... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 14 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Esiste una vasta letteratura sull'autocambiamento. Essa non si rivolge a chi soffre di gravi patologie psichiche, che esigono un trattamento professionale, ma a chi è insoddisfatto delle proprie limitazioni e inadeguatezze, a chi vuole essere più libero. Sono testi di autorità mondiali nel campo della psicologia, concepiti per divulgare conoscenze utili a migliorare la propria esistenza, il proprio rapporto con la realtà e con gli altri. La collana "Cambiare se stessi" vuole raccogliere il meglio di questa letteratura.

Questo libro dimostra come e fino a che punto l'individuo possa analizzare se stesso. Le persone si rivolgono sempre più alla psicoanalisi non perché soffrano di depressioni, fobie o simili problemi, ma piuttosto perché sentono che intimi fattori frenano o danneggiano i loro rapporti con gli altri.

Un aiuto professionale non può essere a disposizione di tutti, ecco perché il potersi autoanalizzare diventa tanto importante. Offrire le scoperte della psicoanalisi all'individuo perché ne usufruisca in misura delle sue difficoltà è l'obiettivo che Karen Homey si prefisse con questo libro, per il quale la definizione di 'classico' non è eccessiva.

Autore

Karen Horney nasce ad Aniburgo nel 1885 e studia all'università di Berlino, laureandosi in medicina nel 1913.Dal 1914 al 1918 studia psichiatria a Berlin-Lankwitz e dal 1918 al 1932 insegna all'Istituto Psicoanalitico di Berlino. Partecipa a molti congressi internazionali, tra cui lo storico dibattito sull'analisi laica, presieduto da Sigmund Freud. Nel 1932 arriva negli Stati Uniti e per due anni è direttore associato dell'Istituto Psicoanalitico di Chicago. Dal 1934 è a New York nello staff dell'Istituto Psicoanalitico di New York fino al 1941, anno in cui diventa uno dei soci fondatori dell'Association for thè Ad-vancement of Psychoanalysis e dell'A-merican Institute for Psychoanalysis.


Torna su
Caricamento in Corso...