Buddha e la Dottrina del Buddhismo

Introduzione di Claudio Bonvecchio

Ananda Coomaraswamy

-15%
Buddha e la Dottrina del Buddhismo

  Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 20,40 invece di 24,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 367
  • Formato: 14x21
  • Anno: 2016
  • Sconto

Un classico degli studi sul Buddhismo. Un’opera completa che dal racconto sulla vita del monaco Gautama, da cui ha origine il Buddhismo, giunge al metodo zen e all’arte contemporanea che questa... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 21 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Un classico degli studi sul Buddhismo. Un’opera completa che dal racconto sulla vita del monaco Gautama, da cui ha origine il Buddhismo, giunge al metodo zen e all’arte contemporanea che questa forma tradizionale ha ispirato.

Di Buddhismo in Occidente si parla tanto. Spesso impropriamente.

Il libro di Ananda Kentish Coomaraswamy aiuta a sgombrare il campo da tanti luoghi comuni e a fare chiarezza sulla storia, la dottrina e la morale di una delle tradizioni più antiche e fraintese al mondo.

“Come i fiumi scorrono e nell’oceano Perdono nome e forma e scompaiono, così egli va, liberato dal nome e dalla forma, L’uomo saggio verso la divinità”.

Autore

Ananda Coomaraswamy - Foto autore

Ananda Kentish Coomaraswamy, il più grande storico dell'arte indiana, nacque a Colombo, nell'isola di Ceylon, il 22 agosto 1877. Dopo essersi laureato in geologia alla University of London nel 1900, fu nominato responsabile delle ricerche mineralogiche a Ceylon. Durante i tre anni di permanenza, diede vita alla Ceylon Social Reformation Society e fu a capo dell'University Movement, all'interno del quale promosse una campagna di educazione nazionale, tesa alla rinascita della cultura indiana. Tra il 1906 e il 1917, allorché assunse l'incarico di curatore della sezione di arte indiana presso il Museum of Fine Arts di Boston, tenne conferenze e scrisse numerosissimi articoli e saggi che rappresentano un contributo inestimabile allo studio dell'arte indiana e di quella dell'Occidente medioevale. Nel 1938 divenne presidente del National Committee for India's Freedom (Comitato per la liberazione dell'India). Morì il 9 settembre 1947, mentre s'accingeva a tornare in India.


Torna su
Caricamento in Corso...