Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 28 punti Gratitudine!


C'era una Volta un Bambino...

Le basi neuroscientifiche del buon senso

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 14,00
  • Tipo: Libro
  • Allegati: DVD in allegato Pagine: 153
  • Formato: 17x24
  • Foto a colori
  • Anno: 2014

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

C’era una volta un bambino è indirizzato non solo ai genitori, ma anche a tutte le persone che credono nell’importanza della conoscenza e nella cultura che la alimenta. Divenire consapevoli della realtà che ci circonda permette di sfruttarne in senso positivo le grandi potenzialità, ma anche di evitarne i pericoli.

C’era una volta un bambino... la cui vita si svolgeva senza la presenza di tablet o smartphone. Oggi quel bambino sta scomparendo. Il bambino nuovo è stato denominato nativo digitale. I nativi digitali sono bambini nati all’inizio del terzo millennio. Questo libro si occupa di loro. E, unendo la ricerca neuroscientifica alle più elementari basi del buon senso, si rivolge soprattutto ai loro genitori e a quanti si trovano ad avere responsabilità educative.

Con il linguaggio semplice e accattivante che caratterizza la sua riconosciuta capacità comunicativa, oltre che con l’ausilio di molte illustrazioni a colori e di un DVD allegato al libro, Gallimberti racconta e spiega le origini degli abusi, delle dipendenze e dei disagi che li generano. I giovani di oggi sono sempre più assediati non solo dalle sostanze, quali alcol, spinelli, cocaina e molte altre, ma anche da videogiochi, da gioco d’azzardo, da Internet.

Per contrastare questi pericoli, l’Associazione “Genitori Attenti!”, istituita e presieduta dallo stesso Gallimberti, aveva lanciato una proposta concreta con tre regole d’oro, qui riprese e ampiamente trattate: in esse scienza e buon senso si fondono per insegnare (e far ricordare) ai giovani, ma soprattutto ai genitori e agli educatori, che il desiderio e l’attesa nutrono il piacere della ricompensa. E i risultati di questa presa di coscienza sono davvero sorprendenti.

Il bambino digitale ha potenzialità di crescita e di sviluppo enormemente superiori rispetto ai bambini che lo hanno preceduto, ma è altrettanto evidente che, in caso di “incidenti di percorso” collegati alla delicata fase educativa, le conseguenze potrebbero essere molto più gravi rispetto ai rischi che incontravano le generazioni passate. E possibile ridurre questi rischi. Il libro offre risposte chiare e facilmente applicabili alle domande sulle cause degli “incidenti”, suggerendo ai genitori le strade migliori per proteggere i propri figli.

AUTORE

Psichiatra di formazione psicoanalitica e tossicologo medico, Luigi Gallimberti vive e lavora a Padova, dove ha diretto la Tossicologia Clinica delle Farmacodipendenze dell’Azienda Ospedale-Università di Padova. Da sempre si occupa di problemi e di patologie legati agli abusi e alle dipendenze (come alcol e droghe), e comportamentali (come gioco d’azzardo, videogame, Internet). Già docente in varie università italiane, attualmente dirige un centro di Disintossicazione Clinica; insegna Promozione della salute all’Università di Padova. Ha fondato e presiede l’Associazione di Promozione Sociale “Genitori Attenti!”, che sta realizzando numerosi progetti di prevenzione in varie Regioni italiane, e la Fondazione Novella Fronda-Onlus, che è invece impegnata nella ricerca scientifica, soprattutto nel campo della genomica e della connettomica delle addiction.

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su