Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 39 punti Gratitudine!


Censura 2007

Le 25 notizie più censurate

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 19,50
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 378
  • Formato: 16,5x21
  • Anno: 2007

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Anche quest'anno questo libro ci ricorda che la missione imprescindibile di un giornalista in un paese democratico non cambia e non deve cambiare: il criticismo dell'ordine esistente, il controllo delle istituzioni al potere, il ruolo di "cane da guardia" continuano a esserne gli elementi portanti. L'energia, l'entusiasmo, l'impegno e la professionalità dello staff e degli studenti di Project Censored dimostra che questo tipo di giornalismo è possibile. Oggi più che mai.

"L'informazione come cane da guardia del potere" appare sempre più spesso, purtroppo, un precetto astratto. Chiunque lavori - o abbia lavorato - all'interno del sistema dei mezzi d'informazione ufficiale sa bene che questo si fonda su un modello di premi e punizioni volto a garantire che la maggioranza rispetti linee di condotta preedeterminate, standardizzate.

Sono diversi gli elementi che concorrono a limitare la missione dei giornalisti: tra gli altri, forzature ideologiche, la struttura degli organi d'informazione, le entrate derivanti dalla pubblicità e la cosiddetta pratica del giornalismo "obiettivo" che, paradossalmente, intralcia i media proprio nella ricerca delle verità fondamentali.

Spesso la critica rivolta al "giornalismo delle corporation" è stata faziosamente definita alla stregua di una teoria cospirativa, quasi volesse proporre - piuttosto che un'analisi concernente il modo in cui l'establishment mediatico tende a replicare l'ideologia dominante e a tenere lontana la maggioranza della popolazione da idee "pericolose" - la tesi secondo cui un ristretto gruppo di persone controlla la mente del pubblico.

Per trent'anni Project Censored ha raccolto notizie importanti che i principali conglomerati mediatici hanno ampiamente ignorato, dando spazio anche alle più piccole e frammentarie informazioni che potessero generare verità negate. Il materiale raccolto nei volumi del progetto copre una tale varietà di argomenti da rendere ardua qualsiasi divisione in categorie; da esse, in ogni caso, emerge un modello che può senz'altro aiutarci a capire perché le grandi società mediatiche così spesso evitano di accusare i potenti.

Questa nuova edizione - dall'11 settembre al trattamento dei detenuti Usa in Aghanistan e in Iraq, dallo stato degli oceani mondiali ai rischi legati agli OGM, dalla morte di Milosevic nel sistema della propaganda allo studio sulla parzialità di Associated Press - ribadisce il carattere fondamentale del progetto: non importa quale sia l'argomento in questione, in ognuno il tema comune rimane la messa in discussione dell'ideologia convenzionale. Il giornalismo di Project Censored non si adegua a certi ideali, li sfida.

"Il nostro stesso futuro dipende dalla conoscenza che questa collezione di notizie soppresse ci permette" - San Diego Review


Project Censored è un autorevole gruppo statunitense di ricerca sui media che si propone di promuovere il ruolo "del giornalismo indipendente in una società democratica". Nasce nel 1976 da un'idea di Carl Jensen, docente di Scienze della Comunicazione presso la Sonoma State University, California e dal 1996 è guidato da Peter Phillips, docente di Sociologia e da molto tempo attivo in organizzazioni no profit.

Indice

Capitolo 1 - Le 25 notizie più censurate
1. Alcuni fisici mettono in discussione il resoconto ufficiale sull'11 settembre
2. Acqua in bottiglia: un problema ambientale di portata mondiale
3. La Banca Mondiale sovvenziona il muro tra Israele e Palestina
4. Europa: il petrolio statunitense contro il Protocollo di Kyoto
5. Oceani in grave pericolo
6. Confermati i pericoli degli OGM
7. I vantaggi dell'OPEC nella guerra in Iraq
8. Gli antichi ghiacciai delle Ande minacciati dall'industria dell'estrazione aurifera
9. Peggiora la distruzione della foresta pluviale
10. Genocidio high-tech in Congo
11. In Paraguay l'esercito minaccia la regione
12. Ecuador e Messico sfidano gli Stati Uniti sulla questione della Corte Penale Internazionale
13. L'esercito statunitense tortura a morte i detenuti in Aghanistan e in Iraq
14. Nuove prove dimostrano i pericoli del diserbante più venduto al mondo
15. La Halliburton accusata di vendere tecnologie nucleari all'Iran
16. Il Pentagono progetta nuove mine antiuomo
17. Lo scorso anno le azioni della Halliburton di Cheney sono aumentate del 3.000%
18. In Iraq aumentano i bombardamenti e le vittime tra i civili
19. Il futuro di Internet ignorato dai media
MADE IN USA
20. Negli Stati Uniti aumentano la denutrizione e la mancanza di abitazioni
21. Il programma federale di protezione degli informatori è in pericolo
22. Il Pentagono dispensato dalla legge sulla libertà d'informazione
23. Il Dipartimento per la Sicurezza Interna assegna alla Kellogg Brown & Root la costruzione di nuovi centri di detenzione negli Stati Uniti
24. L'industria chimica è il principale partner per la ricerca dell'Environmental Protection Agency
25. I miliardi spesi per la sicurezza: un segreto mai rivelato

Censura 2007 - Menzioni d'onore

Capitolo 2 - Censura Dejà Vu

Capitolo 3 - Trent'anni di notizie censurate

Capitolo 4 - Notizie frivole e abuso di notizie

Capitolo 5 - L'inquietudine degli eterosessuali e la visibilità mediatica dei gay

Capitolo 6 - La morte di Milosevic nel sistema della propaganda

Capitolo 7 - Index On Censorship: rapporto annuale sullo stato della censura

Capitolo 8 - I media in Giappone: come dare voce ai potenti e dimenticare chi non ha voce

Capitolo 9 - Studio sulla parzialità della Associated Press

Capitolo 10 - "Fear & Favour 2005". Rapporto annuale del FAIR

Capitolo 11 - I gruppo di predominio globale e i grandi media

Capitolo 12 - Quali sono le peggiori manipolazioni mediatiche

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su