Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 26 punti Gratitudine!


Che le Lacrime Diventino Perle

Sviluppare la resilienza per trasformare le nostre ferite in opportunità

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 12,75 invece di 15,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 203
  • Formato: 14x20,5
  • Anno: 2016

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

È quando si presentano le difficoltà, nei momenti di crisi e di sofferenza, che individui, gruppi e comunità devono trovare in se stessi le risorse per andare avanti. Possono farlo dimostrando elasticità e assorbendo l’urto dell’evento negativo per indirizzarlo verso traiettorie differenti, costruttive invece che distruttive. Consiste appunto in ciò la “resilienza”, che in termini psicologici è un processo di creazione di competenze, nuovi obiettivi e fiducia in sé necessari per affrontare una prova, riprendersi e uscirne rafforzati. E non è un caso che proprio in questa nostra epoca segnata dall’incertezza e dall’emergenza la resilienza si sia imposta nel linguaggio corrente e che riscuota sempre maggiore attenzione nel campo della psicologia.

Per evitare però fraintendimenti sul suo reale significato o sovrapposizioni di discorsi eterogenei, è bene anzitutto distinguere la resilienza da altre capacità umane, come la resistenza o il semplice recupero. Occorre quindi comprendere come essa agisce in seguito a certi eventi (ossia condizioni di stress di varia entità), quali meccanismi e stratagemmi ne favoriscono la manifestazione, se la si debba intendere solo come un fenomeno individuale o non ne vadano considerati invece anche l’aspetto relazionale e la dimensione collettiva, infine quali possono essere le sue trappole. Lungo questo percorso, il libro conduce il lettore alla scoperta del potere della resilienza in quanto possibilità di trasformare il dolore, i traumi e le sconfitte in opportunità, ovvero la fragilità in forza, e dimostra che è possibile, oltre che auspicabile, diventare più forti riappropriandosi della facoltà di scegliere e di ricostruire la propria esistenza dopo un momento di crisi. Senza mai dimenticare che resilienti non si nasce, ma lo si può diventare.

La crisi economica che ci accompagna ormai da un decennio, i conflitti in varie parti del mondo, l'emergenza immigrazione, gli attentati, le catastrofi naturali hanno portato a interessarsi sempre più alla dimensione della resilienza.

Se negli anni dello sviluppo si parla di performance e negli anni del consolidamento si parla di empowerment, nelle fasi di crisi si parla di resilienza, ovvero della capacità di individui, gruppi e comunità di affrontare le difficoltà e uscirne rafforzati.

«Il mondo spezza tutti e poi molti sono forti nei punti spezzati».
Ernest Hemingway

INDICE

Premessa

Capitolo 1. Dalla resistenza alla resilienza

Capitolo 2. La flessibilità della resilienza

Capitolo 3. Responsabilità e costruzione

Capitolo 4. La capacità narrativa

Capitolo 5. La creazione di senso

Capitolo 6. Lo humour

Capitolo 7. La forza relazionale della resilienza

  • La comunicazione e la relazione resiliente

Capitolo 8. Uno sguardo più ampio: dalla resilienza individuale alla resilienza di comunità

  • Dalla teoria all’intervento
  • Le diverse reazioni di fronte a un trauma
  • Un esempio di due comunità colpite da un evento catastrofico
  • La psicologia dell’emergenza
  • Non solo catastrofi naturali: alcune ricerche italiane
  • I contributi latinoamericani
  • La paura nell’età contemporanea
  • Un ponte tra resilienza ed empowerment
  • Gli «strumenti di misura»
  • Percorsi di intervento

Capitolo 9. Le trappole e le strategie della resilienza

  • Le trappole della resilienza
  • Costruire la fortezza della sicurezza
  • Rimandare, delegare, rinunciare
  • Le strategie della resilienza
  • Addestrarsi alla resilienza ovvero l’arte del farsi morbidi
  • Trasformare le lacrime in perle: riassumere per ridefinire

Bibliografia ragionata sulla resilienza.

Una guida alla lettura

Riferimenti bibliografici

AUTORI

Patrizia Meringolo è Professore Ordinario di Psicologia dei gruppi e di comunità, di Empowerment di Comunità, di Metodi quantitativi di ricerca nella Scuola di Psicologia dell’Università di Firenze.

La sua ricerca degli ultimi anni ha riguardato gli stili di vita e la promozione della salute, gli aspetti psicosociali legati alle migrazioni, alle differenze di genere, al rischio in età giovanile. Fa parte del Comitato scientifico dello spin-off accademico LabCom.

Giorgio Nardone, psicologo e psicoterapeuta di fama mondiale, è fondatore insieme a Paul Watzlawick del Centro di terapia strategica di Arezzo. Esponente di spicco della prestigiosa Scuola di Palo Alto, è stato consulente di importanti istituzioni e multinazionali. È autore di molti libri tradotti in oltre dieci lingue. Per BUR ha pubblicato anche Al di là dell'odio e dell'amore per il cibo (2003) e Oltre i limiti dello paura (2000).

Moira Chiodini, Psicoioga e Psicoterapeuta, ricercatore e docente presso il Centro di Terapia Strategica di Arezzo, è responsabile dello studio clinico affiliato di Firenze dove svolge attività di psicoterapia e consulenza. È stata professore a contratto della Scuola di Psicologia dell’Università degli studi di Firenze. Fa parte dei soci fondatori dello spin-off accademico LabCom Ricerca e Azione per il benessere psicosociale.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 2 agosto 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

libro sulla resilienza. Scritto in maniera chiara semplice da leggere anche chi non del settore. Mi ha dato degli spunti di vita davvero interessanti.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su