Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Che Tu Sia per Me il Coltello

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In un gruppo di persone, un uomo vede una donna sconosciuta che con un gesto quasi impercettibile sembra volersi isolare dagli altri. Commosso, Yair le scrive, proponendole un rapporto profondo, aperto, libero da qualsiasi vincolo, ma esclusivamente epistolare.

iù che una proposta è un'implorazione e Myriam ne resta colpita, forse sedotta. Un mondo privato si crea così fra loro, ognuno dei due offre all'altro ciò che mai avrebbe osato dare ad alcuno, e in questo processo di svelamento Yair e Myriam scoprono l'importanza dell'immaginazione nei rapporti umani e la sensualità che si nasconde nelle parole.

Finché Yair si rende conto che le lettere di quella donna stanno aprendo un varco dentro di lui, gli chiedono con imperiosa delicatezza una svolta nella sua vita interiore. Il risultato è un romanzo avvolgente e "impudico" che ci mostra quanta strada bisogna percorrere per vincere la paura e arrivare a toccare liberamente, con pienezza, l'anima (e il corpo) di un altro essere umano.

AUTORE

David Grossman (Gerusalemme 1954), noto per il suo impegno volto a una risoluzione pacifica della questione palestinese, è uno dei più grandi narratori contemporanei. È diventato un caso letterario nel 1988 con Vedi alla voce: amore, seguito da Il libro della grammatica interiore, Che tu sia per me il coltello, Qualcuno con cui correre, Col corpo capisco, A un cerbiatto somiglia il mio amore e Caduto fuori dal tempo. Suoi sono anche alcuni celebri libri-inchiesta dedicati alla questione palestinese: Il vento giallo, Un popolo invisibile, Con gli occhi del nemico, La guerra che non si può vincere.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 22 ottobre 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

È uno dei miei libri preferiti, bellissimo!! il migliore di grossman sicuramente. Un libro unico che ti fa rimanere incollata su ogni singola pagina!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 27 agosto 2016

È un romanzo unico, formato solo di lettere. La cosa che ho particolarmente apprezzato sono le bellissime citazioni trovate al suo interno.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 23 luglio 2016

Un salasso. Una scrittura pesante e a volte contorta. La trama è molto bella (nonché il tema e la struttura di come viene concepito il romanzo) ma tutto il libro si snoda nel laborioso e nella lentezza. Una lentezza che non trova sbocco neanche nel finale: aperto ma interdetto, “quasi” senza senso, triste e cupo. I temi trattati toccano una profondità dell’anima – potremmo dire – rara, ma la grevità della scrittura fa precipitare l’intero assunto. Non è un libro facile, da consigliare solo ai “perseveranti”.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su