Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 24 punti Gratitudine!


Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

Chi Ha Avvelenato Rudolf Steiner?

Biografia non autorizzata di un grande iniziato

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 11,82 invece di 13,90 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 203
  • Formato: 14x20
  • Anno: 2014

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Per chi abbia identificato in Rudolf Steiner una guida fondamentale tanto per la propria personale esistenza che per la società contemporanea, e non solo quale “creatore di senso” in un’epoca di dominante nichilismo antisociale, si pone come essenziale l’identificazione delle cause materiali e i fondamentali motivi spirituali che sostanziarono la vicenda della sua morte prematura.

I nemici più accaniti ed efficaci di Rudolf Steiner furono le Chiese e, a partire dalla fine della Prima Guerra Mondiale, il nascente movimento di destra radicale della Germania sconfitta, dai cui “lombi” ariosofici sarebbe stato partorito il mostro nazionalsocialista.

Quando diciamo “Chiese”, a parte luterani e protestanti che pur non mancarono di vomitare i loro insulti, intendiamo soprattutto quel particolare e fondamentale ambito cattolico che viene sotteso dalla parola “gesuitismo”, la cui violenta opposizione all’Antroposofia nacque in un momento storico ben preciso.

Perché dunque Steiner venne così ferocemente avversato da ogni famiglia di “poteri”, palesi od occulti? Questi ultimi oggi celebranti ulteriori connubi con un papa targato SJ, e con i potentati gesuitico-massonici trionfanti tramite l’oligarchia tecnofinanziaria che domina l’Europa sedicente “unita”...

INDICE

La pista gesuita di Prabhat Eusebio

Prefazione di Fausto Carotenuto

Introduzione: Rudolf Steiner. Una morte prematura

Premessa

  1. Preparazione e discepolato (1861-1882)
  2. Goethe e la “Filosofìa della Libertà” (1882-1894)
  3. Weimar e Berlino: verso Anthropos-Sophia (1894-1902)
  4. Nascita e sviluppo di Anthropos-Sophia (1902-1913)
  5. Nella tempesta della Guerra (1913-1919)
  6. Entrare nella “Pelle del Drago”: dall’idea della Triarticolazione alle fiamme del Goetheanum (1919-1922)
  7. La nascita dei Nuovi Misteri e il “mistero” dell’avvelenamento (1923-1925)
  8. Dalla morte di Steiner a oggi (Breve excursus su “l’Antroposofìa dopo Steiner”)

Bibliografìa

APPROFONDIMENTI

"Chi ha avvelenato Rudolf Steiner?"

"Quella espressa nel titolo di questo bel libro non è una domanda minore, ma una questione fondamentale.

Perché chi ha ucciso Rudolf Steiner, tra i principali propulsori del risveglio di coscienza della nostra epoca, ha continuato e continua a operare alacremente perché l’onda del risveglio - ora in piena espansione - non si sviluppi.

Steiner è stato ucciso perché era il più organico, il più scientifico, il più efficace, il più diretto nell’indicare le nuove strade della crescita umana: quelle di un pensiero libero e potente, animato da un cuore forte e coraggioso, capace di azioni di vera trasformazione positiva della società umana. In contatto costante e in collaborazione diretta con quel mondo spirituale che accuratamente organizza e sostiene il grande piano evolutivo della crescita umana. Un contatto senza intermediari, senza fìnti pontefici, che ormai da millenni non assicurano più la funzione di collegamento con il divino, ma piuttosto quella di vero e proprio “tappo”, di barriera all’indispensabile connessione diretta degli esseri umani con le grandi forze del Cielo.

Forze antispirituali e forze antiumane hanno voluto assassinare Steiner per fermare questi sviluppi. Per mantenere le barriere e l’illusoria intermediazione. Per non perdere un antico potere di controllo sulle coscienze. E naturalmente non si sono fermate all’avvelenamento, ma hanno tramato con determinazione perché le organizzazioni antroposofìche sopravvissute alla morte di Steiner fossero indebolite e condizionate pesantemente; fossero infiltrate nei vertici per fare in modo che quel luminoso messaggio d’amore vedesse sostanzialmente depotenziato il proprio impatto sulla crescita della società umana.

Andrea Franco individua molto bene e in modo convincente tanto i mandanti dell’omicidio quanto i personaggi che si sono occupati di portare a termine l’opera di condizionamento successiva all’omicidio stesso. Da ricercare dentro e fuori le strutture dell’Associazione Antroposofìca.

Individuare le origini del grande complotto contro Steiner e l’Antroposofìa significa anche identificare con precisione le principali forze antiumane e antispirituali oggi all’opera nel mondo, nel tentativo di fermare il grande fenomeno storico dei risvegli di coscienza. Ora come non mai, infatti, queste stesse forze occupano le principali posizioni di guida politica, finanziaria, religiosa e culturale del pianeta."

Dalla prefazione di Fausto Carotenuto

AUTORE

Andrea Franco (Roma 1949), si è laureato in Scienze Politiche con una tesi sul “tradizionalismo integrale” di Renè Guènon (relatore il professor Augusto Del Noce) e ha lavorato per un trentennio in un’azienda di credito. Coltiva da anni un vivo interesse per gli studi storici e, sin dal 1980, si è impegnato nel campo ecologico-politico. In questo settore ha ricoperto incarichi presso Associazioni Ambientaliste (1985-2005) e presso la Pubblica Amministrazione (Consigliere Direttivo dell’Ente Parco dei Monti Simbruini, nella Regione Lazio, fra il 1995 e il 2009, anno della decadenza ope legis di tali enti sovraccomunali). Ha incontrato l’Antroposofia di Rudolf Steiner da giovanissimo ed è stato discepolo diretto di Massimo Scaligero e Bianca Maria Scabelloni (“Mimma”). Ha scritto una decina di saggi e articoli sulle riviste di settore (“Kairòs”, “Antroposofia”, “Table Ronde”), dedicati principalmente ai rapporti fra eventi storici e retroscena spirituali, argomenti da lui trattati anche in conferenze pubbliche.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 16 ottobre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Pensavo meglio, probabilmente per una mia carenza intellettiva, ma non sono stato in grado di com prendere a pieno il testo.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 20 ottobre 2014

Recensione e riflessioni sul testo "Chi ha avvelenato Rudolf Steiner?" Di Andrea Franco. Dopo un'attenta lettura di questo testo, davvero interessante e scorrevole, non so se sposerò la teoria dell'avvelenamento di Rudolf Steiner. Sicuramente ho approfondito la mia conoscenza di questa straordinaria persona e di questo straordinario pensiero, metodo, approccio alla vita e alla persona: L'antroposofia. Sono sicuramente molto influenzata dall'opera di Steiner, nella mia vita personale e professionale: ho costruito una casa in legno, spazio di vita e di lavoro. Sono una Danzamovimentoterapeuta e mi interesso di medicine tradizionali e non convenzionali dove al centro c'è la persona nella sua totalità bio-psico-sociale-spirituale. Concludo con le parole dell'autore:"L'antroposofia è infine pensabile come una pianta- da cui siano cresciuti diversi frutti (le realizzazioni pratiche) - la quale abbia come fondamentale ragion d'essere la possibilità di produrne dei nuovi, fatto lasciato in ultima analisi alla libertà e alla creatività di chi, a un certo punto della propria esistenza, senta la necessità e il desiderio di coltivarla.". Elena Fossati

Commenta questa recensione

Scritto da: - 1 ottobre 2014

Ho trovato questo libro molto interessante. Credo sia il migliore che parla di Rudolf Steiner. La biografia del grande filosofo scritta in maniera precisa ed esaustiva con spazio per numerosi dettagli e approfondimenti e spunti di riflessione. Un testo che merita di essere letto perchè la storia di Steiner deve essere a conoscenza di tutti.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 1 settembre 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Lo sto leggendo. E' interessante approfondire la personalità e quello che era ed è l'insegnamento di steiner. del quale sapevo già qualcosa, qui associato a tutto ciò e a tutti quelli che hanno interesse a distruggere e/o a non far conoscere il messaggio che ci salverebbe a vita facendocela vedere da una prospettiva più vera, realista, dove la spiritualità è l'essenza e non un punto di vista..................... la scrittura pare un po' per 'quelli del settore', ma andando avanti a leggerlo potrò essere più precisa

Commenta questa recensione

Scritto da: - 18 agosto 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Ho letto il libro. Credo che rispetto ai contenuti il titolo crei un po' troppa aspettativa. Anche l'apertura ricalca la aspettativa data dal titolo. Ho trovato una buona prospezione biografica di Rudolf Steiner che però non ha soddisfatto tutta l'aspettativa creata. In fine valuto 4 stelle il libro perchè mi sembra che il lavoro fatto dall'autore sia lodevole e di pregio.

Commenta questa recensione

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su