Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 28 punti Gratitudine!


Chiave delle Cose Nascoste

Nella costituzione del mondo per mezzo della quale sia nelle nozioni divine che in quelle umane lo spirito umano squarcerà il velo della verità eterna

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Apparsa postuma nel 1646, la Chiave delle Cose nascoste è emblematica della produzione mistico-esoterica posteliana. L'opera ha lasciato tracce incancellabili nell'evoluzione della cultura filosofica mondiale.
Frutto finale dell'eclettismo dell'Autore, intrisa di influenze ebraiche, da Zohar a Sefer Yetzirah, di cui Postel fu peraltro il primo traduttore in lingua latina, l'opera riassume quella che Rita Cugola definisce nell'interessantissima prefazione la «filosofia dell'irrazionale, vibrante di sostanziale misticismo occulto».

Guillaume Postel (1510 - 1581) fu umanista, orientalista e mistico, maestro di scuola già all'età di tredici anni e a meno di trenta professore di ebraico e arabo presso il Collegio di Francia. Fra le sue opere principali il De Orbis Terrae Concordia, Panthenosia, Unique Moyen de l'Accord e Restitutio Rerum Omnium Conditarum. Espulso dalla Compagnia di Gesù e imprigionato, le sue opere furono messe all'Indice.

AUTORE

Guillaume Postel (1510 - 1581) fu umanista, orientalista e mistico, maestro di scuola già all’età di tredici anni e a meno di trenta professore di ebraico e arabo presso il Collegio di Francia. Fra le sue opere principali il De Orbis Terrae Concordia, Panthenosia, Unique Moyen de l’Accord e Restitutio Rerum Omnium Conditarum. Espulso dalla Compagnia di Gesù e imprigionato, le sue opere furono messe all’Indice.
QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA