Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Il Cibo Rifiutato

I disturbi alimentari precoci e la Giocoterapia Focale con bambini e genitori

-15%
Il Cibo Rifiutato

  Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 11,90 invece di 14,00 sconto 15%
  • Elena Trombini

  • Tipo: Libro
  • Pagine: 128
  • Formato: 14x21
  • Anno: 2010
  • Sconto

Il volume presenta un modello specifico di cura psicologica dei disturbi della condotta alimentare con esordio precoce, cioè in età prescolare, rivolto non solo al piccolo paziente, ma anche al... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 12 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Il volume presenta un modello specifico di cura psicologica dei disturbi della condotta alimentare con esordio precoce, cioè in età prescolare, rivolto non solo al piccolo paziente, ma anche al suo contesto familiare. Un "manuale" vero e proprio, e assai prezioso, dato che nulla tocca così emotivamente a fondo i genitori quanto i problemi che i loro bambini manifestano in rapporto alla sfera dell'alimentazione e dell'evacuazione.

Più in specifico la Giocoterapia Focale con bambino e genitori è un intervento delicato, fantasioso e perspicuo che consente di entrare in una dimensione narrativa in cui il bambino trova il linguaggio e il coraggio di credere in ciò che sente e permette ai genitori, attraverso la partecipazione al gioco, di recuperare il proprio sé infantile giocoso e creativo accanto agli aspetti osservativi del sé adulto.

Il valore particolare di questo libro sta nell'essere una proposta terapeutica, che racchiude e presenta in forma fruibile e completa il risultato di vent'anni di lavoro della sua autrice con i bambini, proponendo un setting rigoroso, centrato sul problema elettivo del bambino, le difficoltà nel campo dell'alimentazione e/o evacuazione, in modo da favorire, senza assumere atteggiamenti intrusivi e direttivi, il rispetto del modo di giocare del bambino e della sua possibilità di immaginare se stesso.

Autore

Elena Trombini, psicologa, psicoterapeuta, è Professore Associato di Psicologia Clinica nella Facoltà Medica dell'Ateneo bolognese. È Responsabile del Servizio di Consultazione bambini e genitori del Dipartimento di Psicologia e coordinatrice dell'attività di supporto psicologico e di follow-up clinico-psicologico presso l'Istituto Clinico di Pediatria Preventiva e Neonatologia (Policlinico S. Orsola-Malpighi) dell'Università di Bologna. Da vent'anni dedica la propria attività clinica, didattica e di ricerca alle tematiche inerenti lo sviluppo psicologico nel periodo neonatale (nascita prematura), prescolare e scolare.


Torna su
Caricamento in Corso...