Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00
-15%
Come Smettere di Farsi le Seghe Mentali e Godersi la Vita

  Clicca per ingrandire

Come Smettere di Farsi le Seghe Mentali e Godersi la Vita

Giulio Cesare Giacobbe

( 17 Recensioni Clienti )

  • Prezzo: € 8,42 invece di € 9,90 sconto 15%

  • Disponibilità per la spedizione: immediata!

 Disponibile anche in versione Ebook

Dietro a questo titolo provocatorio si nasconde un manuale "prêt-à-porter" che i nevrotici, o aspiranti tali, dovrebbero tenere in tasca. Esso utilizza tecniche yoga, buddhiste e zen, praticate... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 9 punti Gratitudine!

  Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Dietro a questo titolo provocatorio si nasconde un manuale "prêt-à-porter" che i nevrotici, o aspiranti tali, dovrebbero tenere in tasca.

Esso utilizza tecniche yoga, buddhiste e zen, praticate da secoli dagli orientali (evidentemente anche loro nevrotici) ma esportabili anche a noi poveri uomini e donne dell'occidente. La nevrosi ci sommerge di ansie e di paure che ci impediscono di gioire della vita e dei rapporti con gli altri.

Eliminando il pensiero nevrotico (le seghe mentali) e ritornando a quella realtà da cui esso ci allontana, possiamo imparare a godere delle vita e delle cose che ci stanno intorno

Dettagli Libro

Editore Ponte alle Grazie
Anno Pubblicazione 2003-2013
Formato Libro - Pagine: 121 - 13x20,5cm
EAN13 9788862209977
Lo trovi in: Ansia, stress e fobie
Posizione in classifica: 1.651° nella classifica Libri ( Visualizza la Top 100 libri )

Autore

Giulio Cesare Giacobbe - Foto autore Giulio Cesare Giacobbe è un personaggio estremamente originale e poliedrico, psicoterapeuta, autore un po’ sui generis di libri, docente universitario. Ha conseguito una laurea italiana in filosofia e un Ph.D Usa con specializzazione in Psicologia. Insegna "Fondamenti di Discipline Psicologiche Orientali" presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Genova. Scrive libri divulgativi di carattere psicologico, sulla crescita personale, sulla psicoterapia evolutiva e altri temi correlati. Uno dei libri più famosi di Giulio Cesare Giacobbe "Come smettere di farsi le seghe... Continua a leggere la Biografia di Giulio Cesare Giacobbe

Recensioni Clienti

4,35 su 5,00 su un totale di 17 recensioni

  • 5 Stelle

    64.71%
    65%
  • 4 Stelle

    11.76%
    12%
  • 3 Stelle

    17.65%
    18%
  • 2 Stelle

    5.88%
    6%
  • 1 Stelle

    0%
    0%

Ti è piaciuto questo libro?
Scrivi una recensione e guadagna Punti Gratitudine!

Scrivi una recensione!

Lorena 25 maggio 2018

Voto:

È nelle liste dei libri da non perdere. L'ho letto, non mi ha trasmesso niente quindi direi banale nel contenuto e "pesante" il modo in cui comunicazione i concetti. Un ragazzo, se lo leggesse, lo troverebbe interessante.

Paola 16 novembre 2017

  Acquisto verificato

Voto:

Si tratta di un libro simpatico, pratico e giovanile anche nel linguaggio. L'autore parla senza giri di parole e va dritto al nocciolo della questione

Nadia 8 novembre 2017

  Acquisto verificato

Voto:

L'ho regalato a mia sorella in quanto il titolo mi sembrava molto pertinente a lei e al suo modo di affrontare la vita. Lei l'ha letto e lo ha trovato interessante con spunti utili anche divertente in alcuni tratti. Mi riservo di leggerlo cmq anche io!!

Mariangela 18 maggio 2017

  Acquisto verificato

Voto:

libro scritto in maniera simpatica, ma non per questo meno interessante di altri. L'autore non si smentisce mai, non è il primo libro che acquisto

Stefano 28 dicembre 2015

  Acquisto verificato

Voto:

ottimo se si è principianti nelle discipline orientali, diciamo che è un ottimo punto di partenza per raggiungere la felicità. ottimo libro per i nevrotici ossessivi, visto che la maggior parte dei nevrotici non sa di esserlo, compratelo e basta. consigliato ad un pubblico giovanile.

Stefano 21 ottobre 2015

  Acquisto verificato

Voto:

Un libro divertente con un messaggio profondo. Davvero lodevole ed interessante la volontà dell'autore di scrivere ai lettori e alle lettrici contemporaneamente. Il linguaggio ti coinnvolge a leggere capitolo dopo capitolo; ma fate attenzione a non perdere tutti i concetti che vengono sviluppati, perchè rischiereste di prenderlo quasi come una 'comica'. Le note a piè pagina, sono una ciliegina. Da leggere.

Miriam Meccariello 28 ottobre 2014

  Acquisto verificato

Voto:

Divorato in poche ore con un messaggio che ti resta dentro a lungo!E' questa la grandezza di Giulio Cesare Giacobbe!!!

rosella 15 luglio 2014

  Acquisto verificato

Voto:

Bello, quando è uscito. Nuovo e stimolante. Ora, forse, un po' datato e troppo copiato.... Il titolo resta, a mio parere, un must da tenere in libreria ad uso di monito. Raramente serve farsi tutte le Seghe mentali che ci facciamo ogni giorno!

Lorenzo 6 aprile 2013

Voto:

Uscire dalla mente e vivere nel qui e ora..basta identificarsi con i nostri pensieri..é un libro molto chiaro e pratico..

Marco 23 settembre 2012

  Acquisto verificato

Voto:

Oltre a farmi sorridere, mi ha fatto pure riflettere e capire molte cose che spesso albergano nella mia testa. GRAZIE GIACOBBE.

Marco 10 settembre 2012

  Acquisto verificato

Voto:

L' ho gradito parecchio, sotto ogni aspetto. Divertente anche! Ti mette a nudo una sega mentale oltre a suddividerle in malefiche e utili. Comunque sia lo consiglio, e' un antistress per eccellenza.

Alfonso 6 gennaio 2009

Voto:

Sinceramente non capisco cosa possa piacere di questo libro. Forse lo stile letterario, decisamente anti-conformista, a tratti sboccato e irriverente, quasi volendo compiacere ad ogni costo un pubblico giovanile o accattivarsi le simpatie di lettori e lettrici che non leggerebbero mai un volume di psicologia o psicoterapia, sia pure elaborato e impostato come un manuale di auto-aiuto.

Non capisco però questa smania di approcciare per forza un certo tipo di utente, usando le tipicità del linguaggio proprio di una certa generazione, quei costrutti coloriti che sono peculiari e caratteristici del 'parlare comune'. Può essere divertente all'inizio ma, personalmente, l'ho trovato un po' stancante e noioso, forse perché cercavo di capire il messaggio che l'Autore voleva comunicare, dovendo però districarmi tra battute scontate e riflessioni divaganti. Non voglio dire che l'ironia non sia piacevole, ma andrebbe dosata con opportunità e metodo, proprio per evitare di distrarre o tediare il lettore, che vorrebbe magari capire concretamente come superare crisi nevrotiche e depressive.

Quanto al merito, ossia a quei sistemi di autoprevenzione e autoterapia che l'Autore promette di illustrare nel contesto del libro, tutto si riduce a poche pagine, ad un'esposizione che ho trovato molto frettolosa e fugace, direi quasi definitoria e limitata ai suoi aspetti generali, senza suggerire nella pratica tempi e modi per procedere ad un corretto trattamento di queste patologie, che sono in molti casi invalidanti e deleterie. Sarebbe stato meglio, a mio avviso, non infarcire il testo con troppe note e commenti devianti dall'argomento trattato, quasi si volesse ricompensare il lettore della fatica di leggere e concentrarsi, concedendogli una pausa, un momento di evasione nel quale ridere e divertirsi con le battute dell'Autore.

Ripeto, non sono contrario all'ironia, ma solo all'eccesso di un'impostazione letteraria troppo 'sbracata'; sarebbe stato meglio preoccuparsi di più dei contenuti e degli approfondimenti. L'ultima parte, intitolata 'Incontri', è dedicata al racconto di storie, brevi narrazioni che dovrebbero esemplificare episodi di nevrosi e ossessioni. Avrebbero potuto salvare la dignità di quest'opera, se l'Autore si fosse preoccupato di concludere queste storie proprio con la rappresentazione di quei metodi, quelle soluzioni che ha descritto in precedenza, dando così al lettore un esempio compiuto di cosa può succedere in presenza di queste psico-patologie e come affrontarle con criterio.

E invece ci si ritrova con i protagonisti che rimangono inerti e passivi di fronte all'inevitabile, aspettando forse la fine. Che bel messaggio conclusivo! :-(

Per chi volesse corrispondere con me, ecco la mia mail: alfocentauri chiocciola tiscali punto it

Magio 3 settembre 2007

Voto:

Bel libro. Interessante per come spiega il funzionamento e la funzione del pensiero. Di come si "autoalimenta" il pensiero ossessivo e di come fare per liberarsene. Ho letto diversi testi di zen, ma strano a dirsi ho capito veramente qualcosa sul concetto di illuminazione solo leggendo questo libro.

Daniela 18 marzo 2005

Voto:

Sono molto legata a questo libro, forse anche perchè me l'ha regalato una persona a me molto cara... Non so quale fosse il motivo della sua scelta (forse mi voleva dire qualcosa???)ma fatto sta che è stata azzeccatissima. Infatti dopo la lettura prendo la vita con più leggerezza e ottimismo... Amore ti ringrazio ancora tanto e sappi che anche se in questo periodo le cose vanno male sono sicura che un giorno ci ritroveremo e ripensando a tutto rideremo (tu soprattutto se mai verrai a sapere di questa recensione...). Vabbè un bacio... e a voi tutti mi raccomando, leggete questo libro!!!

Federico 29 dicembre 2004

Voto:

Ho incontrato Giulio di recente, ma lo conoscevo da sempre perché è un illuminato ed io per il momento leggo solo nel passato e nel futuro: ho un regalo per Giulio che si chiama Tantra-Yoga e lui ne ha uno per me che si chiama Buddha. Ce li scambieremo? Lo spero con tutto il cuore. Comunque i suoi libri, tutti, meritano 9 perché è veramente un GENIO.

Viviana 6 novembre 2004

Voto:

E' una figata!!! Un libro o meglio un libruncolo come lo chiama l'autore, che ti invoglia alla lettura semplicemente prendendoti per i fondelli. Scritto in maniera chiara e quasi lineare, ti aiutera a scoprire cose... che comunemente neanche ti sogneresti di pensare.

Sara 6 novembre 2004

Voto:

IL libro è l'esemplificazione della mente umana. Non siamo noi a leggere il libro, è l'autore a leggere il nostro pensiero malato. Non è un manuale per aspiranti nevrotici, ma un simpatico anti-stress che ogni essere umano, vivente in questa tecnologica società, dovrebbe portare con sè. Stimolante, simpatico, accattivante ed introspettivo, il libro aiuta a riflettere con leggerezza. Un umorismo velato, quel tanto che basta, di umanità, semplicità e obbiettività. Il testo può essere apprezzato da tutti coloro che sono dotati di una profonda sensibilità. Per tutti coloro che desiderano ampliare i propri orizzonti!


Torna su
Caricamento in Corso...