Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 32 punti Gratitudine!


Commenti sul Dhammapada

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

La Madre legge ai giovani dell'Ashram i celebri versetti dell'insegnamento buddista contenuto nel Dhammapada, opera che risale a circa 2500 anni fa e li commenta alla luce della situazione e nelle condizioni d'oggi dell'umanità.

In appendice Le Quattro Austerità e le Quattro Liberazioni, uno scritto della Madre che completa i suggerimenti e le indicazioni per coloro che veramente vogliono seguire la via dello Yoga integrale di Sri Aurobindo.

Scrive la Madre: "Si ha veramente l'impressione che in quest'ultimo secolo una luce si sia diffusa sulla terra, facendo sì che certe idee, che erano delle idee-forza, delle idee nuove con il potere di smuovere le coscienze, abbiano perso la loro attualità: esse sono divenute vecchie. C'è una luce nuova che sta agendo. Nella pratica, il progresso non è molto grande, forse su certi punti c'è persino stata una regressione; ma in fatto di comprensione, di visione intellettuale delle cose, c'è stato veramente un grande cambiamento. Sembra che si cammini sulla strada con passo accelerato e che certe cose, che erano di un'importanza capitale, divengano quasi dei luoghi comuni di fronte alle nuove scoperte. Che la vita così com'è sia cattiva, che il disordine sia dappertutto, che il caos sia dappertutto, che l'ignoranza sia dappertutto, questo lo sappiamo tutti! (...) Ma che se ne possa uscire per mezzo di una realizzazione totale, di una trasformazione totale, di una luce nuova che porterà l'ordine e l'armonia nelle cose, questo è un messaggio di speranza che bisogna diffondere. E' proprio questo a essere vero e dinamico. E' una vita nuova che bisogna costruire."

AUTORE

Sri Aurobindo, uno tra i più importanti filosofi e maestri spirituali dell'India moderna. Nasce il 15 agosto 1872 a Calcutta, studia in Inghilterra dall'età di sette anni, dove fu educato essenzialmente da insegnanti occidentali.
Torna in India nel 1892 alla morte di suo padre. Impara il sanscrito per poter comprendere i testi sacri indiani e si dedica quindi allo yoga secondo i suoi principi, facendo cinque, sei ore al giorno di esercizi di respirazione e concentrazione. In questo periodo incontra anche dei maestri che gli insegnano la meditazione.
Tutta la vita successiva di Aurobindo fu dedicata ad applicare la conoscenza spirituale alla vita concreta e a quella psicofisica, per arrivare a trasformare la vita stessa e la realtà esteriore. Questa energia di Verità e Coscienza che Sri Aurobindo chiama "sopramentale" è la sola energia che può produrre una trasformazione dinamica davvero integrale e irreversibile della materia.
All'età di 29 anni Sri Aurobindo si sposa, ma sua moglie non saprà seguirlo nel suo cammino. Nel 1906 si trasferisce a Calcutta, nel cuore dell'agitazione politica, viene arrestato nel 1908, rimane in carcere per un anno, dove approfondisce ancora di più la meditazione.
Nel 1926, con l'aiuto di una collaboratrice spirituale, la Madre, fonda lo Sri Aurobindo Ashram. Sri Aurobindo lascia il corpo il 5 Dicembre 1950.
QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA