Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Prossima Uscita Marzo 2018

Avvertimi quando disponibile

Che Cosa ci Attende Dopo la Morte?

Il capolavoro del successore di Allan Kardec

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Un libro che ci illumina su che cosa succede al momento della morte, in quale modo lo spirito si stacca dalla sua prigione di carne, quali impressioni e quali sentimenti lo attendono in quel temuto istante.

Questo testo è l’esposizione chiara e partecipata della dottrina e della morale spiritica: lo stile dell’Autore è così vivo e convincente che rapisce il lettore in quei campi dell’ideale che sono patria eterna della luce e dell’amore.

La dottrina spiritista o spiritismo è una dottrina filosofico-scientifica, derivante dagli insegnamenti degli spiriti, secondo la quale gli spiriti non sono altro che le anime disincarnate degli uomini.

È una dottrina, quindi, che apre prospettive di vita e rivela forme d’esistenza là dove la vita si credeva finita per sempre, che sviluppa un concezione del mondo tale da risvegliare nel cuore dell’uomo una fede nell’avvenire più ferma, più illuminata e un sentimento d’amore per i suoi simili, capaci di trasformare completamente la società.

Denis presenta in questo libro, che è considerato il suo capolavoro, le prove per cui la vita non può essere un’ironia del destino, né il risultato di un caso, ma la conseguenza di una legge giusta ed equanime. Tutto ciò apre a prospettive radiose per l’avvenire, fornendo un movente e uno scopo più nobile per le nostre azioni e ci insegna a non tremare di fronte alla morte.

La dottrina spiritista è la sola che ci fornisce la prova obiettiva della sopravvivenza dell’essere e ci insegna il modo di corrispondere con coloro che impropriamente chiamiamo morti.

AUTORE

Leon Denis nato a Foug nel 1846, si appassionò fin da giovane alle dottrine spiritualistiche, di cui divenne ardente sostenitore. Entrato nella massoneria la abbandonò nel 1887. Intanto, si era distinto nel campo spiritualista ed era diventato un ricercato oratore, al punto che, succedendo ad Allan Kardec e a Lemayre, divenne presidente della Societé Spirite. Ciò che rese Leon Denis benemerito della causa spiritualista fu soprattutto la sua opera di scrittore.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su