Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Il Crepuscolo degli Dei

Il calendario Maya e il ritorno degli extraterresti

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L’anno 2012, la fine del calendario Maya, per Erich von Däniken non indica la data dell’apocalisse, ma un punto di svolta che ci porta in un’epoca di nuove conoscenze. In questa nuova era, secondo l’autore, ritorneranno sulla terra gli extraterrestri.

Un’antica profezia Inca annuncia, infatti, il ritorno degli Dei sul nostro pianeta e anche se può sembrare assurdo, è dimostrabile se si prendono in considerazione i reperti archeologici e le leggende dei popoli antichi. Solo considerando i miti degli Indiani d’America, le tradizioni egiziane e molte altre storie simili e provenienti da diverse parti del mondo, riusciamo a fare un’analisi obiettiva del nostro passato. Tutte le religioni, infatti, parlano di divinità stellari che con navi celestiali sbarcano sulla Terra.

Sulle tracce degli Dei, Erich von Däniken ci conduce sulle Ande boliviane, in un sito archeologico a 4000 metri d’altezza che mai e poi mai avrebbe potuto essere costruito da uomini dell’età della pietra. L’autore cita le parole degli Inca, secondo cui quel luogo misterioso è «stato edificato in una sola notte dagli dei», ed esamina gli studi di archeologi che più di cent’anni fa hanno lavorato sull’altopiano boliviano, dove hanno scoperto un calendario che risale a 15.000 anni fa.

Si prosegue poi verso l’Egitto, dove un tempo nelle profondità della Terra si seppellivano creature mostruose ed esseri ibridi, imprigionati per l’eternità.

Un libro straordinario, che evidenzia la competenza e la passione dell’autore, che rivela una parte della nostra storia celata appositamente per nascondere delle verità probabilmente scomode.

AUTORE

Erich von Däniken è nato a Zofingen, Svizzera, nel 1935. La sua passione riguardo agli studi sulle visite extraterrestri sul nostro pianeta inizia nel lontano 1968 con la pubblicazione del best seller Gli dei erano astronauti. I suoi libri sono stati tradotti in 28 lingue diverse e hanno venduto più di 63 milioni di copie. Oltre che scrittore, von Däniken è da sempre presente nel circuito delle conferenze internazionali ed è regolarmente presente come esperto in documentari televisivi e su Sky. L’autore è anche presidente del A.A.S. RA. (Archeologia, Astronautica & SETI Research Association).

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 14 febbraio 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Godibile, interessante , non equivocabile, ricco di spunti interpretativi. Si scavalca il dualismo "credere o non credere" tramite l'auore stesso.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 12 maggio 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

si tratta quasi di un riassunto delle scoperte e opere di Erich von Daniken, uno dei maggiori conoscitori assieme a Zecharia Sitchin degli antichi astronauti, il libro è ben strutturato e tratta diversi argomenti, mai noioso in quanto sempre ricco di dati misti a riflessioni dell'autore, molte immagini a colori. Speriamo un giorno la vera storia della terra e degli esseri umani venga riconosciuta dalla scienza Erich!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 19 maggio 2015

libro interessante in special modo per chi è affascinato dall'idea che gli alieni abbiano visitato il nostro pianeta e che abbiano manipolato popoli ,regimi , e addirittura il nostro dna

Commenta questa recensione

Scritto da: - 30 giugno 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

Come in ogni sua altra opera precedente, Von Daniken dimostra anche stavolta la sua straordinaria maniera di scrivere, tanto appassionante e scorrevole che ho letto questo libro tutto d'un fiato nell'arco di un pomeriggio. Buona parte dello scritto è incentrata sul sudamerica, tra le rovine megalitiche di Tiahuanaco e di un lougo meno noto (e proprio per questo più intrigante) chiamato Pumapunku, poi Von Daniken spazia dalla Germania del Terzo Reich ed ai suoi fanatici esoterici e riprende il lavoro di archeologi "dimenticati" ridando lustro alle loro teorie. In sostanza l'autore sostiene che in un remoto passato la neonata umanità venne effettivamente visitata da intelligenze extraterrestri che ci guidarono per un sacco di tempo, per poi andarsene con la promessa di ritornare in un futuro non troppo remoto, lasciandosi alle spalle interventi genetici, ibridazioni alieno/umane documentate, tra l'altro, dall'Antico Testamento e dalla pressochè totalità delle opere scritte delle varie religioni nel mondo. Von Daniken tratta poi del calcolo del tempo fatto dai Maya, narra dell'intervento spagnolo e della rovinosa devastazione di una cultura che ancora testimoniava il contatto con alieni ai suoi primordi e conclude con un capitolo dedicato alla propagazione della vita nel cosmo, quantomeno bizzarra ma interessante. Come ogni libro che tratti di argomenti del genere va letto con un certo tipo di atteggiamento critico che può e deve invitare il lettore a farsi parecchie domande.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su