Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 56 punti Gratitudine!


Il Pasto Nudo - Cucina Consapevole

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 28,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 160
  • Formato: 22,5x24
  • Foto a colori
  • Anno: 2012

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Un libro di cucina e non solo: "Il pasto nudo. Cucina consapevole" è la prima raccolta di ricette del seguitissimo blog di Sonia aka Izn.

Quindici ricette per ciascuna stagione, tenendo conto dei ritmi della natura, dei prodotti più freschi disponibili in ciascuna parte dell'anno, usando solo ingredienti biologici o biodinamici e il più possibile a km 0.

Con mille suggerimenti pratici per mangiare sano, con gusto, e senza dover rapinare una banca.

Il libro è anche una festa per gli occhi grazie alle bellissime foto di Sonia, che riesce a trasmettere la sua passione per il cibo alla macchina fotografica.

Il blog diventa un libro

"Il pasto nudo" è, dal 2008, casa di Sonia e dei suoi racconti su come portare consapevolezza in cucina. Circa tremila lettori ogni giorno visitano il blog per consultare non solo le ricette, ma anche i tanti consigli su consapevolezza in cucina e bioterapia nutrizionale, per scoprire o ri-scoprire tradizioni rivisitate da chef e vecchi rimedi della nonna spiegati da medici e nutrizionisti, o più semplicemente esplorare il mondo del sapore nelle sue (sane) sfaccettature.

Un libro che si è finanziato da sé.

Il libro nasce da qui, dal blog e dai suoi frequentatori. È stato prodotto in completa autonomia, co-finanziato dai lettori che hanno contribuito alla stampa grazie al crowd funding su indiegogo.com, una piattaforma online di autofinanziamento. Una scelta coraggiosa, non senza rischi, e però in linea con quello che è il blog: un luogo dove si condivide, si scambiano punti di vista, consigli, consapevolezza... Mantendendo lo stesso spirito: condivisione, autonomia, spontaneità e produzione dal basso.

AUTORE

Sonia Piscicelli - Fin da piccolissima è una bambina turbolenta, poco gestibile. A cinque anni comincia a frequentare la primina e poco dopo legge già avidamente tutto quello che le capita a tiro. Dai sedici anni in poi viaggia tutte le volte che può, compatibilmente con le scarse possibilità economiche. Nel 1987 consegue la maturità classica e comincia a studiare legge alla facoltà di giurisprudenza. Dopo dieci mesi lascia l'università e decide di riflettere sul suo futuro prendendosi un anno sabbatico, durante il quale lavora in uno studio di produzione televisiva napoletano, e contemporaneamente entra a far parte della compagnia teatrale "Libera scuola d'arte", con la quale porterà in scena "Siddharta" di Hermann Hesse, e un recital di poesie di Pablo Neruda. Nel 1989 si trasferisce a Roma e si iscrive all’Istituto Europeo di Design. Durante le vacanze estive e invernali e tutte le volte che lo studio lo permette lavora in Alto Adige nella Val Gardena come barista, cameriera di sala, cameriera ai piani, aiuto in cucina. Nel 1992 si diploma come art director e grafico progettista allo IED con una tesi sperimentale dal titolo “Interzona - analisi di un nuovo modo di organizzazione del sapere e degli scambi intellettuali”. Nella tesi si parla di cyberpunk, cd-rom, hackeraggio, realtà virtuale. Dal 1993 lavora a Roma prima come art junior e poi come art director in varie agenzie. Nel 1996 partecipa a uno stage di formazione in linguaggio HTML e tecnologie multimediali presso lo studio Uhuru Design Factory di Roma, responsabile tra l’altro del primo progetto web italiano in assoluto, per il sito ufficiale Ferrari. Dal 1997 lavora come consulente esterno per studi grafici e istituzioni pubbliche (tra i principali clienti la Camera di Commercio di Roma, la Borsa Immobiliare di Roma, la Salernitana calcio). Dal 2000 comincia a lavorare principalmente in ambito artistico nei settori del web design, della fotografia e della pittura, realizzando anche scenografie e alcuni progetti sperimentali e seguendo in particolare l'immagine grafica di una compagnia di danzatori. Nello stesso anno inizia a studiare danza hip-hop a Roma. Nell'ottobre 2003 partecipa alla collettiva "Intruders" a Roma, ideata da Riccardo Znidarcic, presso gli spazi privati di un noto collezionista di autori storici, insieme a Lidia Bachis, Barbara Barbantini, Matteo Bosi e Marina Brasili. Poco dopo nello stesso mese partecipa alla collettiva "States of body and mind", alla galleria Perform Arte contemporanea, a via del Torretto a La Spezia, curata da Enrico Formica, insieme a Luca D'Altri e a Monika Grycko. La collettiva "Intruders" verrà riproposta anche a La Spezia nel novembre dello stesso anno. Dal 2005 segue un corso di modellazione ceramica e cottura Raku al laboratorio Paolelli Ceramiche di Roma. Nel luglio 2006 partecipa alla collettiva "PopArty", a Villa Palazzetti a Roma, in via de' Cessati Spiriti. Nel gennaio 2008 inizia a collaborare al blog Francescav.com all'interno di una rubrica dal nome "cucina consapevole".

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su