-15%
Cucina Verde - Estate

  Clicca per ingrandire

Cucina Verde - Estate

Subito in omaggio il magnete di Cucina Verde da collezionare!

  • Prezzo € 8,42 invece di € 9,90 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 128
  • Formato: 15x21
  • Foto a colori
  • Anno: 2016

L’estate, per gli amanti della cucina e specialmente per gli amanti della cucina vegetariana, è la stagione più generosa, quella che offre un’ampia gamma di ingredienti in grado di soddisfare... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Disponibile per la spedizione entro 2 giorni lavorativi

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 9 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

L’estate, per gli amanti della cucina e specialmente per gli amanti della cucina vegetariana, è la stagione più generosa, quella che offre un’ampia gamma di ingredienti in grado di soddisfare ogni gusto e di sguinzagliare la creatività. Grandi campi e piccoli orti regalano appetitosi prodotti da trasformare in piatti ricchi di colori, di bontà e di tanta freschezza.

La freschezza è quella dei prodotti di stagione disponibili e di facile reperibilità, ma anche quella dei piatti freddi e leggeri che aiutano a sopportare la calura dei giorni più assolati. Non a caso frutta e verdura estive sono povere di calorie e molto ricche di acqua e sali minerali e contengono tendenzialmente caroteni, che proteggono la pelle dall’esposizione ai raggi solari.

Una buona cucina è fatta anche e soprattutto di una sapiente ricerca dei prodotti, che siano genuini, sani e che sappiano sopperire alle necessità nutrizionali del nostro organismo.

La stagionalità è un requisito fondamentale.

D’altra parte, lo sappiamo, frutta e verdura di stagione sono più buone di quelle “fuori tempo”, conservano intatto tutto il gusto e tutto il loro profumo. Crescono senza “aiuti” (soprattutto se provengono da agricoltura biologica) e sono quindi più sane.

Sono più “leggere” in termini economici, perché non hanno bisogno di espedienti per crescere (serre, illuminazione, energia aggiuntiva ecc.). E non devono essere trasportate dall’altro capo del mondo: sono quindi maggiormente tracciabili (in termini di filiera) e più sostenibili, perché il loro impatto ambientale è ridotto al minimo (soprattutto se si sceglie il ki-lometro zero). Rispettano inoltre la biodiversità, un bene prezioso da mantenere sia nell’ambiente sia sulle nostre tavole.

Il territorio italiano, poi, non si risparmia in questo senso: da Nord a Sud le colture si differenziano molto, regalandoci infinite possibilità.


Torna su
Caricamento in Corso...