Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 17 punti Gratitudine!


Cucina Verde - Etnica

Subito in omaggio il magnete di Cucina Verde da collezionare!

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 8,42 invece di 9,90 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 128
  • Formato: 15x21
  • Foto a colori
  • Anno: 2016

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Cucina etnica è sinonimo di scoperta: di sapori lontani e a volte sconosciuti ma anche di filosofie antiche che coniugano il piacere del cibo al benessere. È anche sinonimo di viaggio: nei sapori e i profumi che non risparmiano i sensi. Pensiamo alla speziata cucina indiana, ai colori della cucina messicana, agli accostamenti arditi di quella araba, alla perfezione formale di quella giapponese, ai contrasti gustativi della cinese.

Dietro alla cucina cinese c’è la filosofia del tao, degli opposti che si compensano, secondo i principi Yin e Yang, ma anche la millenaria medicina cinese. Nei piatti c’è un gioco di equilibrio, una sapiente combinazione dei 5 sapori (acido, piccante, amaro, dolce e salato), delle 6 gradazioni di gusto (fresco, fragrante, profumato, fermentato, grasso, forte) e delle 4 consistenze (fondente, croccante, secco, morbido).

Anche per la cultura giapponese la salute passa dal cibo che cura anche lo spirito. Una cucina ricercata, in cui gli ingredienti sono scelti con attenzione per creare piatti sani, funzionali al benessere tout court e capaci di soddisfare anche quell’esigenza estetica fatta di perfezione cromatica e formale.

Per la cultura culinaria indiana l’equilibrio fisico e spirituale è di primaria importanza. C’è, in questa cucina, una sapiente ricerca dell’uso di spezie ed erbe aromatiche, un’attenta alternanza tra cibi caldi e freddi e un’ampia cultura vegetariana che appaga ogni gusto.

In Messico siamo a metà tra la gastronomia europea importata dai conquistatori spagnoli e quella autoctona, che deriva dalla cultura atzeca e maya, dove l’alimentazione occupava uno spazio importante e dove frutta e verdura avevano un ruolo predominante. La cucina messicana è una mescolanza, talvolta audace, di profumi, odori, sapori e colori, capaci di sollecitare in un colpo solo tutti i sensi.

La cucina dei paesi arabi raccoglie in sé culture gastronomiche diverse. I pasti sono un importante spazio di ospitalità e convivialità, nei quali si condividono attorno a un tavolo le molte portate offerte. I sapori sono interessanti, gli accostamenti originali intrecciano dolce e salato, profumi e aromi.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su