Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 68 punti Gratitudine!


Le Cupole Geodetiche

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 34,00 invece di 40,00 sconto 15%
    Spese di spedizione gratuite!
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 70
  • Formato: 21x29,5
  • Illustrato a colori e in bianco e nero
  • Anno: 2012

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il testo raccoglie la serie completa dei disegni sulle cupole geodetiche di questo geniale esponente dell’arte, della matematica e della geometria arcaica che fu Adriano Graziotti. Uomo famoso in America, autore di una delle più prestigiose serie di poliedri platonico archimedei mai realizzate al mondo.

Questo sulle geodetiche e quello sui poliedri chiudono in un trittico speciale il formidabile lavoro di ricerca di Graziotti su un tema antico, ma fondamentale per tutta la scienza, la metafisica e l’architettura classica a partire dal Rinascimento ad oggi. Non c’è autore classico, dal grande Piero della Francesca, a Pacioli, a Cattaneo, ai “Compagnons” costruttori delle cattedrali, che non abbia affrontato il tema della lavorazione e stellatura dei poliedri, in un lavoro che è sempre ai confini tra alchimia, matematica e arte.

Quello che colpisce delle tavole di Graziotti è la loro bellezza “leonardesca”. Si tratta di studi a monte dei quali c’è un grandioso lavoro che unisce estetica a matematica. Uno dei grandi pregi di quest’opera è l’assoluta bellezza delle tavole, unite alla scienza che ognuna di esse sottende. Un binomio assai difficile da realizzare che ha comportato anche un notevole impegno grafico da parte della nostra piccola editrice.

Chiunque si sia trovato di fronte alle pagine di Graziotti ha pensato subito ad un codice rinascimentale, L’eleganza è la stessa. Graziotti studia, immagina e realizza, sempre a mano libera. E, in questo, oggi, è unico.

Nel riproporlo in Italia gli editori si sono basati sulle sue collezioni messe a disposizione dalla vedova Teresa, sua musa ispiratrice e donna di straordinaria cultura e classe. Il testo si avvale della introduzione dell’arch. Biagio Di Carlo, ottimo ricercatore e realizzatore di cupole geodetiche e della prefazione dell’Ing. Claudio Lanzi noto studioso di geometria e filosofia pitagorica, e di Vincenzo Spaccapeli che ha curato la parte grafica.

AUTORE

Adriano Graziotti (Carpendolo, Brescia, 1912; Castenedolo Brescia, 2000), ha studiato nell’Istituto Superiore d’Arte di Monza sotto la guida di Arturo Martini, Marino Marini, Pio Semeghini, Raffaele De Grada. A Roma ha condiviso lo studio di Villa Massimo con Mazzacurati, Guttuso, Ciampolini, Greco e Leoncillo. A S. Francisco apre un celebre studio di “Fine Arts” che dirige fino al 1967 dove sviluppa la maggior parte dei suoi studi di geometria piana e solida. Alla fine degli anni ‘60 Graziotti accetta l’invito a collaborare con il Pacific Science Center di Seattle (Washington) per il quale sviluppa gli studi sulla partizione del piano euclideo presenti in questo volume. Tornato in Italia alla notevole quantità di disegni d’impronta rinascimentale, affianca lo studio e la costruzione dei suoi poliedri e realizza una delle più grandi collezioni di solidi esistenti al mondo. Nello stesso periodo realizza i suoi colossali "quadrati magici” e una serie enorme di disegni geometrici, tassellature, cupole geodetiche, stereometrie, tutti caratterizzati da una straordinaria bellezza e aperti verso il senso più sacro della geometria e della bellezza.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su