Di Bene in Peggio

Istruzioni per un successo catastrofico

-15%
Di Bene in Peggio

  Clicca per ingrandire

Contro ogni bisogno di sicurezza e soluzione definitiva ai dubbi che affliggono l'umanità. Chi non ha sperimentato il bisogno di certezze e il desiderio di arrivare al fondo delle cose, di... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 7 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Contro ogni bisogno di sicurezza e soluzione definitiva ai dubbi che affliggono l'umanità.

Chi non ha sperimentato il bisogno di certezze e il desiderio di arrivare al fondo delle cose, di comprendere davvero, rinvenendo quelle che Paul Watzlawick definisce ipersoluzioni? La ricerca di soluzioni radicali e definitive, seppure nasce con le migliori intenzioni, è alla fine un modo di affrontare i problemi che ha inevitabilmente effetti controproducenti. Non per nulla la saggezza popolare dice che "le vie dell'inferno sono lastricate di buone intenzioni". C'è in questo approccio alla vita qualcosa di eccessivo, che può rasentare il fanatismo.

Di bene in peggio mette in guardia gli adolescenti come gli anziani, i sadici come i masochisti, da questa estrema ed erronea ricerca di totalità, e dall'intransigenza dell'alternativa radicale, del tertium non datur.

Suggerisce la saggezza dell'adesione alla concretezza del presente e dei piccoli passi, e tuttavia, con il suo gusto ironico e paradossale, non manca di ricordare che anche tale condizione di saggezza può celare in sé il virus di un nuovo fanatismo: può trattarsi di un'altra ipersoluzione, quella del "giusto mezzo".

Autore

Paul Watzlawick - Foto autore

Paul Watzlawick è professore di psichiatria alla Stanford University e ricercatore alvMental Research Institute di Palo Alto. È nato in Austria, si è laureato in filosofia e lingue moderne alla Ca' Foscari di Venezia e ha studiato psicoterapia all'Istituto Cari Gustav Jung di Zurìgo. E stato professore di psicoterapia all'Università di El Salvador, ricercatore al Temple University Medical Center di Filadelfia e ha tenuto conferenze in molte università e cliniche negli Stati Uniti, in Canada, Europa e America Latina.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: Annunziata - 5 febbraio 2018 Acquistato sul Giardino dei Libri

ho comprato questo libro per mia figlia, che lo ha iniziato a leggere e che sembra contenta della sua lettura

 Commenta questa recensione

Scritto da: Paola - 22 febbraio 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

L'importanza di vivere il momento presente senza cercare sempre la perfezione ma vivendo ciò che capita è la miglior soluzione.

 Commenta questa recensione

Scritto da: Laura - 4 settembre 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Fantastico! La breve descrizione mi aveva incuriosito e fatto acquistare il libro ma è ancora meglio di quanto mi aspettassi! In sole 83 pagine condensa uno dei concetti più importanti e controversi della storia: chi ha ragione? Il giusto? Il vero? E come questo ci fa relazionare con gli altri e con noi stessi. In tempi di integralismi e guerre in nome della Verità e della Giustizia riconoscere la non necessità della ragione e dell’imposizione agli altri della nostra verità, che poi è solo una delle tante opinioni possibili, diventa di fondamentale importanza. Impariamo l’incertezza, il dubbio e rifuggiamo da qualsiasi ipersoluzione. Perché essere fedeli alle proprie verità in maniera cieca ed ottusa ignorando l’importanza e la validità delle verità altrui sta trascinando il mondo in una inconsapevolezza sempre più buia e pericolosa. Impariamo il rispetto e rassegniamoci all’imperfezione ed alla sua bellezza. Un ottimo libro davvero!

 Commenta questa recensione


Torna su
Caricamento in Corso...