Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per la spedizione
entro 5 giorni lavorativi
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 36 punti Gratitudine!


Di che Giardino Sei?

Conoscersi atttraverso un simbolo

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 18,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 178
  • Formato: 17x24
  • Foto a colori e in bianco e nero
  • Anno: 2016

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

I giardini, nella loro maestosità o nella loro modestia, sono da sempre specchio della personalità, dello stato d’animo e del modo di vivere di chi se ne prende cura. Plasmato a nostra immagine e somiglianza, il giardino è sempre portatore di una sua filosofia peculiare che chiama direttamente in causa il nostro agire nel mondo. Dalle origini ai giorni nostri,

Duccio Demetrio ripercorre la storia, la simbologia, la mitologia e la tradizione del giardinaggio, una passione antica quanto l’uomo che intercetta l’interesse di pubblici eterogenei. In queste pagine preziose, Demetrio individua oltre trenta tipologie di giardini di interesse storico e architettonico accompagnate da un ricco apparato iconografico.

In un’epoca in cui, da una parte, ecologia e sostenibilità riconducono l’attenzione dell’opinione pubblica sull’importanza del giardino come bene comune e, dall’altra, mancanza di risorse e abuso edilizio sono fonte di degrado urbano, di che giardino sei? ci ricorda che conoscere i giardini e restarne incantati significa saper cogliere la bellezza nelle sue sfumature più sublimi, a partire dall’indagine del sé.

AUTORE

Duccio Demetrio, professore di Filosofia dell’educazione di Teorie della narrazione alla università Bicocca di Milano, ora dirige la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e l’Accademia del silenzio, delle quali è anche cofondatore e direttore scientifico.

È autore di oltre 50 titoli dedicati alla formazione e alla condizione adulta, alla filosofia del corso della vita, della scrittura e della narrazione. Tra le sue opere più note: Raccontarsi (1996); La vita schiva (2007); La scrittura clinica (2008); L'interiorità maschile (2010).

 

Ha inoltre dedicato alla natura come esperienza interiore e autobiografica: Filosofìa del camminare (2005); I sensi del silenzio (2012); La religiosità della terra (2013); Silenzio (2014); Green autobiography (2015).

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su