-15%
Dire Basta alla Dipendenza Affettiva

  Clicca per ingrandire

Dire Basta alla Dipendenza Affettiva

Imparare a credere in se stessi

Marie Chantal Deetjens

L'Autrice, lei stessa vittima della dipendenza affettiva, con alle spalle diversi anni di pratica nel campo, ha raccolto la testimonianza di numerosi dipendenti cronici. In questo libro condivide... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 11 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione ebook

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

L'Autrice, lei stessa vittima della dipendenza affettiva, con alle spalle diversi anni di pratica nel campo, ha raccolto la testimonianza di numerosi dipendenti cronici. In questo libro condivide il suo percorso di guarigione da questa comune ma dolorosa dipendenza.

Cosa vuoi dire essere affettivamente dipendenti? Dipendenza affettiva significa appoggiarsi sull'altro per colmare un senso di vuoto, perdendo il rispetto, l'amore e la fiducia in se stessi all'interno delle proprie relazioni, finendo per vivere principalmente dell'attenzione dell'altro.

Ma chi è il dipendente affettivo? Quale sofferenza lo pervade? Quali sono le origini del suo dolore? E soprattutto, in che modo può uscirne?

Marie-Chantal Deetjens analizza questo vasto problema e fornisce al lettore numerosi strumenti per guarire o per aiutare una persona che soffre di Questa condizione.

  • Chi è il dipendente affettivo?
  • In che modo si diventa dipendenti?
  • 15 chiavi per sconfiggere la dipendenza affettiva
  • Affermarsi, aumentare la propria autostima
  • Sbarazzarsi del senso di colpa, della vergogna e della paura dell'abbandono
  • Sviluppare la fiducia in se stessi, imparare ad amarsi
  • Diventare autonomi

Autore

Marie-Chantal Deetjens da oltre 10 anni lavora al Ministero dei Servizi Sociali del Governo del Québec ed è responsabile delle comunicazioni.

Le vostre recensioni

4,00 su 5,00 su un totale di 4 recensioni

  • 5 Stelle

    25%
    25%
  • 4 Stelle

    50%
    50%
  • 3 Stelle

    25%
    25%
  • 2 Stelle

    0%
    0%
  • 1 Stelle

    0%
    0%

Ti è piaciuto questo libro?
Scrivi una recensione e guadagna Punti Gratitudine!

Scrivi una recensione!

Sabina 12 maggio 2018

  Acquisto verificato

Voto:

L'autrice è riuscita a parlare della dinamica in nodo semplice, ma diretto. Molto utile per avere in mano delle tracce da seguire verso una soluzione.

Roberta 1 agosto 2016

  Acquisto verificato

Voto:

L'autrice del testo in questione è stata vittima della dipendenza affettiva ed è partita dalla sua esperienza personale (cui fa riferimento nel libro) per elaborare un percorso di crescita personale. Non si tratta di "guarire" ma di imparare a gestire se stessi e, soprattutto, di imparare a volersi bene. Un dipendente affettivo è pari ad un alcolista o ad un tossicodipendente: c'è in comune la dipendenza da qualcuno/qualcosa che ti salverà, che ti farà stare bene. Il prezzo di questa ipotetica salvezza è altissimo e, soprattutto, inutile: se non impariamo ad ascoltarci, a capire cosa ci serve per stare bene con noi stessi, a nutrirci da soli saremo solo dipendenti - da una persona, dall'alcool, dalla droga o da quant'altro poco cambia, si tratta sempre di un qualcosa di esterno che deve riempire il vuoto che abbiamo dentro e che ci divora, di un palliativo che ci permette di continuare a raccontarci bugie pur di non prenderci la responsabilità di noi stessi e della nostra vita. Il percorso elaborato da Marie Chantal Deetjens riporta la persona dipendente affettiva al centro della propria vita, la riporta ad ascoltarsi, a conoscere i suoi veri bisogni ed a occuparsi di se stessa, a trovare un proprio equilibrio per potersi poi rivolgere all'esterno e stabilire buone e sane relazioni.

Daniela 19 settembre 2013

Voto:

Non è male come libro, da dei buoni consigli e incoraggia a migliorarsi. Ma rimane nel superficiale nel senso che non fa capire il xè sono venuti quei disagi.

Mirna 1 agosto 2011

  Acquisto verificato

Voto:

Ridondante molto spesso (lo stesso concetto viene ribadito più volte), ma tutto sommato utile.


Torna su
Caricamento in Corso...