Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

Disputa su Dio e Dintorni

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In queste pagine il non credente Corrado Augias e il credente Vito Mancuso si sfidano in una sorta di disputa d'altri tempi. Si parla di Dio, naturalmente, come dichiara il titolo del libro. Ma anche della vita; più precisamente la vita di ogni giorno, con gli interrogativi etici ed esistenziali ai quali tutti siamo chiamati a rispondere. Si parla delle varie forme di potere connesse all'attività spirituale, che dovrebbe invece per definizione esserne scevra. Dell'amore, cioè di quanto nel cristianesimo sia rimasto di un amore inteso come relazione armoniosa nella sua assolutezza, succo del messaggio di Gesù. E della morte: gli esseri umani hanno il diritto di sentirsi padroni della propria morte e decidere, se afflitti da un intollerabile dolore senza rimedio, di porre fine ai propri giorni? Un dialogo serrato e stimolante in cui, partendo dal problema di tutti i problemi, Dio, la sua esistenza, la sua importanza per la vita, si affrontano i temi più disparati: l'evoluzione, il rapporto fede-scienza, l'eutanasia, l'accanimento terapeutico, lo scandalo del male, l'illuminismo, il Gesù storico, la Madonna e i suoi dogmi, la Trinità, le ingerenze politiche della Chiesa.

Il più grande filosofo laico del Novecento italiano, Norberto Bobbio, diceva che «la vera differenza non è tra chi crede e chi non crede, ma tra chi pensa e chi non pensa». Questo libro si rivolge a tutti coloro che vogliono pensare. Pensare, o forse meglio ripensare al senso complessivo del trovarsi al mondo: se cioè esista un senso (un Dio), oppure no, solo una variopinta e mutevole sfilata di sensi, ognuno diverso dall'altro.

C'è chi parteggerà per Augias, chi per Mancuso, e chi per nessuno dei due, ma cercherà di fare proprio ogni volta il punto di vista di chi parla, ora il credente, ora il non credente, sapendo che esistono entrambe le voci in ciascun uomo pensante. Perché la vera differenza è tra chi in buona fede cerca di rispondere alle domande che la vita ci pone e chi evita per ragioni sue, o senza alcuna ragione, di interrogarsi.

AUTORI

Vito Mancuso è un teologo italiano, dal 2013 docente presso l'Università degli Studi di Padova, dopo aver insegnato dal 2004 al 2011 alla Facoltà di Filosofia dell'Università San Raffaele di Milano. È autore, tra gli altri libri, di L'anima e il suo destino (2007), La vita autentica (2009), Obbedienza e libertà (2012), Io e Dio. Una guida dei perplessi (2011). Insieme a Eugenio Scalfari ha firmato le Conversazioni con Carlo Maria Martini. Ha disputato per iscritto a favore della fede in Dio con Corrado Augias e Paolo Flores D'Arcais, e a voce con molti altri intellettuali atei. Il suo pensiero è oggetto di una monografia uscita in Germania nel 2011 (Essentials of Catholic Radicalism. An Introduction to the Lay Theology of Vito Mancuso). Le sue opere, tradotte in più lingue, hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico e sono oggetto di discussioni e polemiche per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche.
Dal 2009 è editorialista del quotidiano «la Repubblica».

Corrado Augias è giornalista, scrittore e conduttore televisivo. È opinionista del quotidiano «la Repubblica» e autore di numerosi libri, tradotti nelle principali lingue, e di programmi televisivi di contenuto culturale. Tra i suoi libri ricordiamo "I segreti di Roma" (2005), "Inchiesta su Gesù" (con Mauro Pesce, 2006), "Leggere. Perché i libri ci rendono migliori, più allegri e più liberi" (2007), "Inchiesta sul cristianesimo" (con Remo Cacitti, 2008), "Disputa su Dio e dintorni" (con Vito Mancuso, 2009), Il sangue e il potere. Processo a Giulio Cesare, Tiberio e Nerone (2008), "I segreti del Vaticano" (2010).

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 19 agosto 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Due grandi intellettuali del nostro tempo a confronto su tematiche religiose e non. Adatto a lettori di alto livello culturale per la specificità degli argomenti.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 1 settembre 2012

Libro veramente buono, nato da uno scontro tra le menti brillanti. Quale che sia la posizione del lettore circa la fede in Dio, non si può non ammettere l'incrollabile logica che soggiace dietro ai ragionamenti di entrambe le parti. L'ateo contro il credente, ma non la fede contro la scienza: è il credere o meno in Dio la vera differenza, non tanto l'ottica con cui si guarda alla realtà. Razionalità e religione non sono tra loro antitetiche: almeno questo è quanto emerge da questo libro. Frizzante e pieno di brio, vengono toccati tutti (o quasi) gli ambiti riguardanti l'uomo: non solo, infatti, la "ragione" dell'aver fede o meno, se e perché crede in Dio piuttosto che optare per l'ateismo, ma si parla anche si concezione dell'uomo, della famiglia, della società, così come si discute di morale, di scienza, addirittura di politica e progresso. Ed è assolutamente sorprendente come talvolta le due posizioni non siano affatto in contrapposizione, ma anzi spesso concordino: già, perché almeno da quanto emerge dalla lettura di queste pagine (lettura che, oltretutto, scorre molto fluidamente, nonostante i concetti toccati siano tutt'altro che superficiali e le trattazioni di entrambi per niente banali) a cambiare è solo l'ottica, il punto d'osservazione, l'angolazione da cui si guarda al mondo nella sua interezza e non già da quali occhi. Consiglio questo libro sia agli atei che ai credenti e ancor di più lo caldeggio a tutti coloro che si trovano ad attraversare un periodo di "crisi di fede". Davvero un buon libro.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su