Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 60 punti Gratitudine!


Divan

(Divane-E Sams-E Tabrizi)

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 30,00
    Spese di spedizione gratuite!
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 351
  • Formato: 15x21
  • Anno: 2015

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Questa ricchissima raccolta poetica, scritta probabilmente tra il 1245 e il 1250, canta l'arrivo di Sams a Konya, la forza della sua presenza, la profondità dei suoi insegnamenti (improntati all'abbandono dell'io e all'estasi dell'immersione in Dio, descritta attraverso la metafora dell'ebbrezza) e il rapporto tra maestro e discepolo, celebrato sullo stesso tono delle poesie d'amore della letteratura persiana dell'epoca.

Oltre ad essere un toccante canto d'amore e di gratitudine, le strofe del Divàn descrivono accuratamente il lavoro interiore e il percorso spirituale dei cercatori che seguono la via del Sufismo.

Jalàl al-Dxn Rum! fa parte, assieme a Hakìm Sana i e Farid al-Din 'Attàr, della grande triade di poeti persiani attivi tra la fine del XII e l'inizio del XIII secolo, triade che ha donato al mondo la bellezza della poesia persiana unita alla tensione mistica del Sufismo.

Il Divàri (il cui titolo completo è Divàn-e Sams-e Tabrizì) è un lungo canzoniere, formato da circa 3.200 strofe chiamate ghazal e composto in onore del suo Maestro, Sams di Tabriz, in memoria del quale Rumi istituirà la pratica mistica dei dervisci rotanti.

AUTORE

Jalâl âlDîn Rûmî, poeta e mistico nato a Balkh, in Afghanistan, nel 1207, fu il massimo esponente della dottrina Sufi, anche grazie a lui il Sufismo si è diffuso liberamente in tutto il mondo islamico, con un considerevole arricchimento di tutto il pensiero musulmano. Insegnò Scienza del diritto coranico e Giurisprudenza e nel corso della sua vita, si dice, ebbe quattrocento studenti e circa mille auditori. Uomo di grande fede ed illuminazione, ha lasciato ai posteri versi e massime di rara bellezza che predicano la tolleranza e l’amore fra gli uomini, rigettando qualsiasi eccesso e fanatismo religioso. Ed è grazie ai suoi testi che anche in Occidente possiamo oggi conoscere e apprezzare le mille sfaccettature del mondo, della religione e della sensibilità orientale. “Dopo la mia morte non cercare la mia tomba sulla terra: la mia tomba è nel cuore di coloro che sanno”, scrive Rûmî. Lasciandoci la più alta espressione e la più eloquente, completa, fondamentale voce su tutti i piani e per tutti i valori della essenza e delle realizzazioni umane.

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su