Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 22 punti Gratitudine!


La Dottrina Zen del Vuoto Mentale

Il significato del Sutra di Hui-neng (Wei-Lang)

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Nel loro sforzo per superare il mondo dell'intelletto i buddhisti Zen hanno sempre messo l'accento sulla importanza dell'istantaneità. Non dovrebbe essere consentito alla riflessione di frenare la rapidità di una risposta, e l'uomo dovrebbe coltivare in se stesso una presenza di spirito capace di condensare una esperienza infinita in una intuizione immediata. L'opera di Suzuki, il maggior rappresentante dello Zen contemporaneo, è unica nel suo genere e sostituisce all'insegnamento il fatto, l'esperienza intellettuale immediata.

AUTORE

Daisetz Teitaro Suzuki fu docente di filosofia buddhista all'Università Otani di Kyoto. Nato nel 1869 e morto nel 1964, è stato probabilmente la più grande autorità in materia di filosofia buddhista e sicuramente la massima autorità sul buddhisrno zen. Le sue principali opere in inglese sul buddhisrno sono circa una dozzina o più, e vi sono almeno una ventina dei suoi lavori in lingua giapponese ancora sconosciuti in Occidente.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 22 giugno 2017

Il cosiddetto "vuoto mentale" propugnato dallo Zen non è, come molti superficialmente credono, un'assenza di attività mentale o, peggio, l'annichilimento dell'anima; è anzi un'apologia dell'intuizione istantanea, non mediata da niente e nessuno, volta a liberarci da tutte i condizionamenti esterni e interni.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su