Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 28 punti Gratitudine!


E Susanna Non Vien

Amore e sesso in Mozart

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 13,60 invece di 16,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 284
  • Formato: 14x22
  • Anno: 2014

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Mozart è una miniera sterminata e ipnotica: il rischio è quello, esaltante, di non uscirne più.

Possono dei capolavori settecenteschi illuminare il presente, delineando una mappa di sentimenti ed eros tuttora attuale?

Attraverso la trilogia di opere creata col librettista Lorenzo Da Ponte, Wolfgang Amadeus Mozart ha dimostrato di sì. In quel corpus miracoloso costituito da "Nozze di Figaro", "Don Giovanni" e "Così fan tutte", il compositore ha scandagliato profeticamente ogni aspetto dell'amore, affrontando problemi come la violenza sulla popolazione femminile e la trappola in cui cadono le "donne che amano troppo". Ha prospettato temi avveniristici come la possibilità di amare più persone, il sesso in adolescenza e nella quarta età, la scelta di essere single, la propensione alla bisessualità.

Leonetta Bentivoglio e Lidia Bramani guidano il lettore verso una teoria degli affetti basata su una visione libera, disincantata e trasgressiva del rapporto amoroso. Esplorano le musiche e i libretti, legano le opere agli incontri del compositore, alle sue frequentazioni, ai legami che aveva con le sue donne (madre, moglie, sorella, amiche), scandagliano fra le sue letture preferite.

Alla messa a fuoco dei ritratti femminili (fra gli altri: la "sorellanza" che unisce la contessa a Susanna nelle "Nozze di Figaro", il masochismo e la coazione a ripetere di "Donna" Elvira, l'indocilità di "Donna" Anna in "Don Giovanni", e ancora la spavalda "singletudine" della Despina di "Così fan tutte") le autrici spingono la loro lettura sino a dove si "rompe" il confine settecentesco e si avverte la straordinaria forza anticipatoria della teoria degli affetti mozartiana.

Ne deriva un universo che parla agli eterosessuali e agli omosessuali, a chi ha conquistato un'estasi monogamica non obbligata, ai poliamoristi in guerra con l'ipocrisia e agli amanti clandestini refrattari alla mistica della trasparenza.

 

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su