Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per la spedizione
entro 2 giorni lavorativi
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 10 punti Gratitudine!


L'Enigma di Questo Mondo

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Lettere che portano alla luce domande universali  sui piani di coscienza e le forze che agiscono sul mondo e gli uomini.

"L'Enigma di questo mondo" è il titolo dato a una lettera di Sri Aurobindo a Maurice Magre, scrittore e poeta francese, che nel 1936 era venuto in visita all'Ashram di Pondichéry alla ricerca di una risposta ai quesiti sull'esistenza, la sofferenza e la morte.

Nella prima parte di questo opuscolo è riportato un estratto della lettera di Magre, seguito dalla breve risposta della Madre che introduce la lettera di Sri Aurobindo.

Questa parte si conclude con un'altra lettera di Sri Aurobindo a un discepolo a lui molto caro, Dilip Kumar Roy, che affronta la stessa tematica del destino umano, soprattutto riguardo alla sofferenza e alla morte.

Nella seconda parte sono raccolti brani di Sri Aurobindo originariamente scritti in risposta a domande poste dai discepoli o altre persone interessate allo Yoga e alla vita spirituale.

AUTORI

Sri Aurobindo, uno tra i più importanti filosofi e maestri spirituali dell'India moderna. Nasce il 15 agosto 1872 a Calcutta, studia in Inghilterra dall'età di sette anni, dove fu educato essenzialmente da insegnanti occidentali.
Torna in India nel 1892 alla morte di suo padre. Impara il sanscrito per poter comprendere i testi sacri indiani e si dedica quindi allo yoga secondo i suoi principi, facendo cinque, sei ore al giorno di esercizi di respirazione e concentrazione. In questo periodo incontra anche dei maestri che gli insegnano la meditazione.
Tutta la vita successiva di Aurobindo fu dedicata ad applicare la conoscenza spirituale alla vita concreta e a quella psicofisica, per arrivare a trasformare la vita stessa e la realtà esteriore. Questa energia di Verità e Coscienza che Sri Aurobindo chiama "sopramentale" è la sola energia che può produrre una trasformazione dinamica davvero integrale e irreversibile della materia.
All'età di 29 anni Sri Aurobindo si sposa, ma sua moglie non saprà seguirlo nel suo cammino. Nel 1906 si trasferisce a Calcutta, nel cuore dell'agitazione politica, viene arrestato nel 1908, rimane in carcere per un anno, dove approfondisce ancora di più la meditazione.
Nel 1926, con l'aiuto di una collaboratrice spirituale, la Madre, fonda lo Sri Aurobindo Ashram. Sri Aurobindo lascia il corpo il 5 Dicembre 1950.

Mère (1878-1973), al secolo Mirra Alfassa, dopo aver frequentato la Scuola di Belle Arti di Parigi, non ancora trentenne si recò in Algeria dove studiò occultismo per due anni con un adepto polacco, Max Théon, e sua moglie. Tornata a Parigi, fondò nel 1906 il suo primo gruppo di ricercatori spirituali. A trentasei anni incontrò a Pondicherry, in India, Sri Aurobindo e immediatamente lo riconobbe come colui che per molti anni aveva interiormente guidato il suo sviluppo spirituale. Dopo essere rimasta lì per undici anni, fu costretta a tornare in Francia a causa della guerra. Visse in Francia per circa un anno e in Giappone per quasi quattro anni. Il 24 aprile 1920 fece ritorno a Pondicherry per riprendere la collaborazione con Sri Aurobindo, presso cui rimase per il resto della sua vita.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su