Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 26 punti Gratitudine!


Eternità Ora

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Questo è un libro sull’illuminazione, il risveglio spirituale, l’auto-realizzazione, la meditazione, la consapevolezza, la coscienza, la felicità, l’amore, le relazioni, la sofferenza psicologica e la situazione umana.

Basato in gran parte sui dialoghi tra Francis Lucille e alcuni discepoli, la musica di libertà, che il libro trasmette, risuona tra le parole, e dà al lettore un sentore della pace e della felicità che si possono sperimentare alla presenza di un autentico maestro.

Francis Lucille, come il suo Maestro Jean Klein, appartiene a un lignaggio di insegnanti di Advaita Vedanta (la principale tradizione spirituale Hindu) derivanti dall’India. I loro insegnamenti mettono l’attenzione sull’importanza della trasmissione diretta da guru a discepolo, attraverso la presenza e oltre le parole, e riconoscono che la stessa verità universale è stata espressa da vari santi, filosofi e insegnanti, attraverso la storia e nel mondo.

Ciò che conta, qui, non è la forma di insegnamento, ma piuttosto l’autenticità dell’insegnante, la vitalità della sua realizzazione, l’effusione del suo amore, la libertà del suo humour, la sua brillante intelligenza, lo splendore della sua poesia, e la condivisione spontanea della sua pace.

Francis parla di una cosa: la consapevolezza, la nostra vera natura, l'Assoluto. Questo è l'antico insegnamento della non-dualità, la base comune dell' Advaita Vedanta, del Buddhismo Ch'an, dello Zen, del Taoismo e del Sufismo, la stessa base comune che è al centro del messaggio lasciato dai fondatori di tutte le più grandi religioni.

In modo amorevole, aperto, pieno di beatitudine e di pace, Francis ci conduce alla profonda comprensione che ciò che noi siamo è amore, pura consapevolezza che è al di là e fra tutte le attività della mente.

"Quando dico che questo mondo è un’illusione non intendo dire che questo mondo non esiste. Semplicemente voglio dire che questo mondo non esiste come oggetto separato o distinto dalla consapevolezza. In altre parole, questo mondo non è autonomo come i fisici classici amerebbero farci credere."

ALLEGATI

Estratto del libro "Eternità Ora"
(tasto destro salva con nome)

INDICE

Introduzione

  1. L'arte di non aspettarsi nulla
  2. La via diretta
  3. L'amore non muore mai
  4. La nostra vera natura non è un oggetto
  5. La vera vita non ha uno scopo
  6. John Poe, l'attore
  7. Un vero insegnante non si considera un insegnante
  8. Non esiste nulla che non sia Lui
  9. Lo splendido gioco dell'adesso senza tempo
  10. La vera comprensione è nel cuore
  11. Il sonno profondo è, la morte non è
  12. Tu sei innamorato dell'amore
  13. Risvegliarsi allo splendore immortale

APPROFONDIMENTI

Non aspettatevi nulla:

"DOMANDA: Cosa ci possiamo aspettare dai nostri incontri?

RISPOSTA: Aspettatevi di imparare a non aspettarvi nulla. Non aspettarsi nulla è una grande arte. Quando non viviamo più nell’aspettativa, allora viviamo in una nuova dimensione. Siamo liberi. La nostra mente è libera. Il nostro corpo è libero. Comprendere intellettualmente che non siamo un’entità psico-fisica nel processo del divenire è un primo passo necessario, ma questa comprensione intellettuale, da sola, non è sufficiente. Il fatto che non siamo il corpo deve diventare una vera esperienza che penetra e libera i nostri muscoli, i nostri organi interni e anche le cellule del nostro corpo. Una comprensione intellettuale, che corrisponde a un improvviso, fugace riconoscimento della nostra vera natura, ci porta uno sprazzo di gioia pura ma, solo quando abbiamo la piena conoscenza di non essere il corpo, allora siamo quella gioia."

Francis Lucille

Continua a leggere l'estratto del libro "Eternità Ora".

AUTORE

Francis Lucille è un insegnante spirituale nella tradizione dell’Advaita Vedanta (non-dualità). Amico di lunga data e discepolo di Jean Klein, che incontrò nel 1975, era anche amico di Robert Linssen, Wolter Keers, Yvan Amar, William Samuel e Robert Adams. Fu anche influenzato da J. Krishnamurti, Krishna Menon e Wei Wu Wei, che conobbe personalmente. Francis trasmette gli antichi insegnamenti della non-dualità, il terreno comune di Advaita Vedanta, Buddhismo Chán, Zen,Taoismo e Sufismo. I suoi insegnamenti non sono “Neo Advaitici”, ma tradizionali, il che significa che l’esperienza della nostra vera natura è stata trasmessa da generazione a generazione, attraverso un lignaggio di Saggi.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 3 marzo 2010

Tutti siamo alla ricerca della felicità, consapevolmente o meno. Qualcuno la chiama Verità o Bellezza o Conoscenza. Stanchi delle mezze verità, opinioni, pareri....e con un forte bisogno di chiarezza totale, spesso giungiamo all'Advaita. L'innamoramento può avvenire in diversi modi ma prima o poi sentiamo il bisogno di risposte date da un vero "Realizzato" o "Risvegliato". Francis Lucille brilla per la profondità discriminatoria e la chiarezza dell'esposizione. Qua e là, se leggete in silenzio e senza distrazioni, avvertirete una sensazione di completezza e di gioia che può solo essere chiamata Amore. E' il richiamo del "Sè", la nostra "natura" fondamentale. Quella di Francis non è una lettura "intellettuale", poichè le sue parole mirano alla tua esperienza diretta, priva di concetti ed elaborazioni mentali. Questo libro porterà aria pulita e profondo nutrimento nella vostra vita. Recentemente, sul suo sito, "francislucille.com" vengono pubblicate domande e risposte anche in italiano. Si possono anche fare domande cui Francis risponderà direttamente.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 29 ottobre 2009

Nella mia crescita personale c'è un prima e un dopo Francis Lucille. L'incontro con questo maestro è stato veramente illuminante e l'Advaita è diventato la cornice più ampia della mia visione. Questo libro, l'unico in italiano, permette di avvicinarsi ad un tema dalla portata così ampia attraverso una serie di domande e risposte alle quali Francis risponde in modo semplice e diretto, come sempre. Una lettura intensa che stimola molte considerazioni ed ulteriori domande. Per me uno dei libri più importanti nella mia libreria.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su