-15%
Filosofia Meditativa

  Clicca per ingrandire

Filosofia Meditativa

Alchimia e meditazione

Gerhard Dorn

  • Prezzo € 12,33 invece di € 14,50 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 85
  • Formato: 17x24
  • Anno: 2001
  • Sconto

Alchimista, filosofo, medico ed autore di scritti ermetico-alchemici, Gerhard Dorn visse nella seconda metà del XVI secolo e fu discepolo, fra i più brillanti, di Paracelso, di cui divulgò e... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 13 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Alchimista, filosofo, medico ed autore di scritti ermetico-alchemici, Gerhard Dorn visse nella seconda metà del XVI secolo e fu discepolo, fra i più brillanti, di Paracelso, di cui divulgò e commentò sapientemente l'opera e le dottrine. Filosofia meditativa supera; per chiarezza espositiva e disvelamento delle labirintiche metafore alchemiche, la maggior parte degli autori e dei testi del suo genere. Senza gli scritti del Dorn, gran parte degli insegnamenti paracelsiani risulterebbe di assai ardua penetrazione. Ma i meriti di Gerhard Dorn vanno ben oltre la pur apprezzabile esegesi delle dottrine di Paracelso.

Filosofia meditativa è una delle testimonianze più illuminanti ed avvincenti per comprendere cosa l'alchimia interiore realmente sia, quali i suoi fondamenti pratici, quali e quanti i gradi che scandiscono l'iter interiore della Grande Opera. All'interno del corpus degli scritti dorniani, il testo spicca per la descrizione puntuale, preziosissima per trasparenza, che egli propone della prassi alchemica nel suo punto più delicato, laddove il linguaggio dell'ermetismo - integrato all'interno di un orizzonte filosofico-religioso cristiano e platonizzante - con le sue visionarie prescrizioni, s'interseca, si avviluppa e si sovrappone alla prassi ascetico-devozionale, facendosi metafora e simbolo di un'ars practica di natura essenzialmente teurgica, volta a trasmutare spiritualmente le potenze psichiche dell'uomo e del cosmo che lo rispecchia.

Ciò che ha costituito secolare oggetto di contesa, ossia la legittimità stessa di un'intepretazione in chiave spirituale e interiore dei testi di alchimia, o almeno di una parte di essi, per Dorn è dato acquisito, dichiarato punto di partenza, evidente e acclarato come in pochissimi altri autori. E anche a voler ammettere che l'alchimia fisica non sia interamente riducibile a quella spirituale, Dorn mostra come la prima non potrebbe minimamente sussistere senza il fondamento della seconda.


Torna su
Caricamento in Corso...