Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Fragilità della Potenza

Liberarsi dall'incantesimo di un mondo artificiale

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L’autore dimostra che pensare ad altre scelte è possibile, sia a livello individuale che collettivo.

Le conseguenze della fine dell’Unione Sovietica sulla fame in Corea del nord, nonché altri eventi più recenti hanno messo in evidenza la nostra dipendenza dal petrolio e l’incapacità di immaginare vie alternative a questa risorsa limitata.

Molte delle tecnologie odierne seguono un modello analogo, privandoci di ogni altra scelta, e fabbricando artificialmente una civiltà della potenza e della... fragilità.

Come siamo arrivati a questo punto?

Il “progresso tecnologico”è un’illusione che ci impedisce di vedere le possibilità future e incatena la dimensione principale della libertà umana, la possibilità di scegliere, perché le tecnologie non sono neutrali, ma forgiano e manipolano la società.

Con l’aiuto di numerosi esempi, Alain Gras propone una rilettura della storia delle tecnologie che contraddice i comportamenti e le interpretazioni di Galileo e contro i tradizionali discorsi falsificatori che ci condannano a un destino già scritto, rompe la porta della prigione immaginaria in cui ci siamo rinchiusi.

AUTORE

Alain Gras insegna Sociologia e Antropologia delle tecniche alla Sorbona di Parigi. Questo libro è la sintesi dei suoi numerosi studi sul progresso tecnologico.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su