Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Fukushima - l'Anno Zero

-15%
Fukushima - l'Anno Zero

  Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 29,75 invece di 35,00 sconto 15%

    Spese di spedizione gratuite!

  • Naomi Toyada

  • Tipo: Libro
  • Pagine: 159
  • Formato: 30x23,5
  • Con numerose foto
  • Anno: 2014
  • Sconto

In Giappone veniva propinato ai cittadini come verità un mito che diceva che un incidente in una centrale nucleare non sarebbe mai potuto accadere, era impossibile. L'11 marzo 2011 il disastro... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 30 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

In Giappone veniva propinato ai cittadini come verità un mito che diceva che un incidente in una centrale nucleare non sarebbe mai potuto accadere, era impossibile.

L'11 marzo 2011 il disastro alla centrale atomica Fukushima Daiichi.

Dopo l'incidente è stato chiamato il «mito della sicurezza». Poi però il disastro nucleare è diventato una realtà e ha diffuso particelle radioattive in tutto il mondo.

Ora, nel mezzo di una situazione irreparabile, in Giappone le forze filonucleari, quelle che hanno continuato a vendere il mito, cercano di diffonderne una nuova variante.

l mito della sicurezza è diventato il «mito della rassicurazione»: «Non vi preoccupate, gli effetti delle radiazioni non sono gravi!».

Così, per favore, non volgete altrove lo sguardo di fronte alle foto di questo libro.

Restate all'ascolto delle voci delle vittime, compresse nel loro dolore: perché non possiamo permettere un nuovo incidente nucleare, non solo in Giappone ma ovunque al mondo.

Autore

Naomi Toyoda è nato a Shizuoka nel 1956, è fotoreporter e membro della ]VJA (Japan Visual Journalists' Association). Ha pubblicato molti libri sui conflitti in Palestina, Iraq e sullo tsunami ad Aceh, focalizzando la sua attenzione sulla vita dei bambini in condizioni limite. Oltre a numerose mostre fotografiche in Giappone ha ottenuto personali anche presso il Parlamento di Paesi quali Finlandia, Scozia e Belgio e presso il Parlamento Europeo.


Torna su
Caricamento in Corso...